I I sette peccati capitali dell'economia italiana - Carlo Cottarelli - ebook

I I sette peccati capitali dell'economia italiana

Carlo Cottarelli

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Feltrinelli
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 252,19 KB
Pagine della versione a stampa: 174 p.
  • EAN: 9788858831243
Salvato in 37 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Perché l’economia italiana non riesce a ripartire? Secondo Carlo Cottarelli, la precarietà che ostacola la nostra ripresa economica non è legata a un destino che siamo costretti a subire. Deriva soprattutto da sette gravissimi errori che il sistema dell’economia italiana continua a commettere. Sono i peccati capitali dell’economia italiana: l’evasione fiscale, la corruzione, la troppa burocrazia, la lentezza della giustizia, il crollo demografico, l’incapacità di stare nell’euro, il divario tra Nord e Sud. Fino a oggi, l’evasione è sempre stata sottovalutata. Cottarelli dimostra che la lotta contro questa piaga troppo diffusa richiede una riforma strutturale, perché il fenomeno è molto più esteso di quanto siamo abituati a pensare. Un provvedimento capace di invertire la rotta, cominciando a recuperare una cifra che si avvicina ai 150 miliardi, aiuterebbe il paese a uscire da questa stagione di incertezza. Questa dispersione di capitale si combina con la macchina ipertrofica della burocrazia e con una giustizia troppo lenta, che scoraggiano gli investitori stranieri e ostacolano la creazione di nuovi posti di lavoro. Correggere questi errori è possibile. Dopo un’esperienza decennale da dirigente del Fondo monetario internazionale, Cottarelli torna in Italia per spiegare senza tecnicismi quali sono le strategie e le soluzioni che dobbiamo costruire per garantire un futuro alla nostra economia.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,29
di 5
Totale 14
5
7
4
4
3
3
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Giuseppe

    11/05/2020 12:29:35

    Libro ben fatto, ogni capitolo viene spiegato in maniera chiara e precisa. Permette di aprire gli occhi su alcuni dei problemi che non permettono all'Italia di crescere come dovrebbe

  • User Icon

    Nico

    20/09/2019 10:19:52

    Un libro chiaro ed esaustivo, adatto anche a non esperti di economia, che aiuta a capire i principali mali del funzionamento dei principali settori del nostro Paese attraverso argomentazioni coerenti e basate su dati e col merito aggiuntivo di proporre soluzioni chiare. Consigliato.

  • User Icon

    luca

    19/09/2019 14:33:49

    Cottarelli descrive in modo asettico e pungenti le sette iatture che da sempre (o quasi...) affliggono il nostro Paese e fornisce delle indicazioni che potrebbero aiutare a superarle (o quantomeno a ridurle). Un libro da leggere per imparare a parlare con cognizione di causa dei mali del nostro Paese...

  • User Icon

    Alessandro

    21/03/2019 18:05:22

    Scritto da un ex dirigente del fondo monetario internazionale, sicuramente una analisi di parte, interessante da comprendere ma non il vangelo. Considerare l'evasione fiscale come elemento di per se recessivo piuttosto che di disuguaglianza è sicuramente forviante visto che i soldi rimangono nel paese. L'analisi dei numeri e comunque sempre soggettiva.

  • User Icon

    Alessandro

    11/03/2019 20:04:56

    Libro veramente interessante per chi vuol conoscere i fatti, le cause e le soluzioni dei nostri problemi. Si vede che è scritto da un tecnico e non da un politico. I numeri sono numeri e sono interpretati in modo razionale e non come farebbe un politico menando il can per l’aia. Per esempio quando si parla della lentezza della giustizia, si scopre la nostra elevata litigiosità (la terza più alta al mondo). Quanto dispiace e quanta rabbia suscita vedere che i problemi sono noti che le soluzioni che li risolverebbero sono possibili e che non vengono attuate dalla politica !

  • User Icon

    Alessia

    11/03/2019 20:02:37

    Quella di Cottarelli è una diagnosi attenta, informata ed onesta della situazione italiana attuale e e dei comportamenti che negli ultimi venti-trenta anni ci hanno portato alla attuale situazione, Le prospettive che il paese ha davanti non sono tranquillizzanti e l'analisi di Cottarelli certifica che l'economia del paese è certamente più critica più di quanto generalmente si creda.Il libro mi è piaciuto anche perchè le argomentazioni sono corrette, documentate ed espresse in modo comprensibile per tutti. Siamo in presenza di una diagnosi di alto livello, manca invece, non poteva essere altrimenti, la "terapia" o meglio le terapie. Non si può non rilevare che il malato,l'Italia, non consapevole della situazione, preferisce rivolgersi agli stregoni piuttosto che ai chirurghi.

  • User Icon

    Alex

    11/03/2019 20:00:30

    Un saggio che fotografa in modo chiaro, sintetico, ma esauriente con l’asciutto ed efficace stile di un economista l’impietosa situazione del Paese, afflitto da bassa crescita e scarsissima competitività, declinando i sette fattori chiave che hanno contribuito a determinarla. Due soluzioni delineate da Cottarelli: una (non)soluzione di comodo, un salto nel buio con l’uscita dall’euro; la seconda quella di un percorso di riforme trasversale sui sette fattori e al tempo stesso di recupero dei valori che fondano il capitale sociale di un Paese.

  • User Icon

    n.d.

    10/08/2018 14:43:12

    Libro molto interessante ed i fatti descritti si basano su dati reali e non su sentito dire. Lo consiglio, é una rapida panoramica sui problemi dell'economia italiana.

  • User Icon

    Gabriele Fabbri

    24/07/2018 09:24:31

    Libro molto interessante e di facile lettura. L'autore, seguendo uno schema molto semplice: anomalie della nostra economia, cosa si è fatto per rimediare, cosa si dovrebbe ancora fare, sviluppa le sue analisi e prospetta i suoi rimedi, senza ricorrere a tecnicismi economico-finanziari, e conduce il lettore ad una ampia comprensione di tutte le principali problematiche della nostra Italia. A mio avviso, un invito emerge su tutti: occorre preoccuparsi dell'educazione e del miglioramento del "Capitale sociale";in buona sostanza, occorre far crescere e sviluppare la base culturale del popolo italiano in particolare per sconfiggere i primi peccati capitali: l'evasione fiscale e soprattutto la corruzione .

  • User Icon

    Giorgio g

    17/06/2018 11:46:52

    Un libro che dovrebbe essere letto da tutti gli uomini politici che pretendono di governare il nostro paese. L’Autore li elenca: l’evasione fiscale, la corruzione, l’eccesso di burocrazia, la lentezza della giustizia, il crollo demografico, il divario tra Nord e Sud del paese, il difficile rapporto con la moneta unica. Per ciascuno, fa una disamina critica. Non propone soluzioni miracolistiche e non potrebbe, pena la sua serietà di studioso. Però, conclude, “occorre agire rafforzando il capitale sociale, attraverso l’educazione dei nostri figli e nipoti.” Affermazione pienamente condivisibile.

  • User Icon

    benjuade

    13/06/2018 20:47:45

    Individualismo e mancanza di rispetto delle regole sono le principali cause della burocrazia e del debito pubblico italiano. Non dimenticandosi che gran parte dell'economia è dettata sostanzialmente da fattori culturali (vedasi le differenze a parità di leggi tra diverse regioni italiane e anche tra i vari stati europei). Cottarelli sottolinea come, oltre alle "spending review" e liberalizzazioni a suo parere fondamentali, sia necessario recuperare, tramite l'educazione, la solidarietà e il senso civico.

  • User Icon

    Salvo P.

    29/05/2018 15:42:45

    Ho letto questo piccolo grande libro,ottima lettura per chi come me non è un addetto ai lavori ma vuole sapere.Consigliatissimo.

  • User Icon

    n.d.

    10/04/2018 23:13:51

    Fondamentale per conoscere i 7 dei più evidenti tra i nostri vizi,che hanno impedito e impediranno lo sviluppo dell'Italia,degno di essere considerato europeo.

  • User Icon

    tosegio

    30/03/2018 13:42:47

    Interessante sulle tematiche trattate, ma poco invitante all'approfomdimento

Vedi tutte le 14 recensioni cliente
  • Carlo Cottarelli Cover

    Carlo Cottarelli è laureato a Siena e alla London School of Economics; dopo aver lavorato in Banca d’Italia ed Eni, dal 1988 è al Fondo monetario internazionale. È stato commissario straordinario per la revisione di spesa, nominato dal governo italiano, da ottobre del 2013 a novembre 2014. Oggi è direttore del nuovo Osservatorio sui Conti Pubblici dell’Università Cattolica di Milano. Ha scritto numerosi articoli e saggi accademici. Per Feltrinelli ha pubblicato La lista della spesa. La verità sulla spesa pubblica italiana e su come si può tagliare (2015), La cambiale. Perché il debito pubblico ci schiaccia e come si fa a liberarsene (2016), Il macigno. Perché il debito pubblico ci schiaccia e come si fa a liberarsene (2016)... Approfondisci
Note legali