Sezione Crimini Violenti. Il primo caso dell'ispettrice Huss

Helene Tursten

Traduttore: M. Bodini
Editore: Fanucci
Anno edizione: 2011
Pagine: 472 p., Rilegato
  • EAN: 9788834717288
Disponibile anche in altri formati:

€ 9,12

€ 16,90

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:

€ 14,36

€ 16,90

Risparmi € 2,54 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    riccardo

    09/01/2015 10:06:56

    Concordo quasi in pieno con quanto scritto da mauro (10-10-2012). La traduzione ha reso anche a me quasi illeggibile il testo. Però sono riuscito ad andare avanti e posso garantire che vi sono dei passi molto belli, toccanti. Penso che potendo leggere nell'originale (o magari in un'altra traduzione) l'effetto sarebbe di gran lunga migliore

  • User Icon

    Geronimo il perfido

    03/05/2013 15:55:03

    Constatato che di romanzi della Tursten non ne sono stati pubblicati altri, si suppone che non abbia avuto successo. E giustamente. Scritto all'americana, di svedese ha poco o niente; faticoso da seguire; troppa trippa per gatti ovvero troppa carne al fuoco... da uno verrebbero fuori tre thriller; molto inverosimile, almeno un accenno di realtà...

  • User Icon

    mauro

    10/10/2012 12:52:29

    Il libro potrebbe anche essere interessante, ma la traduzione è un vero disastro. In certi punti sembra addirittura frutto di un traduttore automatico. Peccato per l'autrice, il libro e l'editore, ma così com'è non sono riuscito a superare le 80 pagine.

  • User Icon

    Maurizio

    06/10/2012 17:35:26

    L'ho letto questa estate e mi è piaciuto molto. Meno cupo di Mankel. Interessante come descrive perchè non si può essere amici di una giovane skinhead. Spero che verranno tradotti anche gli altri suoi romanzi

  • User Icon

    claudio moratti

    04/10/2012 11:03:57

    Il giallo è un buon giallo, tanto per iniziare. Non c'è l'autorevolezza e il piglio di un Mankell, ma - a parte alcuni descrizioni un po' troppo particolareggiate su pezzi d'arredamento, capi di vestiario e cibi, dal che si denota la mano femminile dell'autore - la storia è ben congegnata. Segnalo una stranezza, certamente opera non dell'autrice (la quale scrive il libro nel 1998, 3 anni prima dell'arrivo dell'Euro), ma della traduttrice, la quale si prende la briga di convertire continuamente le corone svedesi (di cui parlano, per svariati motivi, i protagonisti del romanzo)in euro, cosa che lascia perplessi perchè è impossibile che i protagonisti svedesi che conversano tra loro si dicano (nel 1998) "guarda, ho comprato un panino al bar, l'ho pagato 10 corone, vaela dire 2 euro..." infine, che cambio avrà adottato la traduttrice? di quale anno? Mah, sarà un dettaglio, ma non è stata una grande idea,distrae, fa capire che è una intrusione nel testo originale, e non serve a nulla.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione