La sfida della mummia

Elizabeth Peters

Traduttore: B. Verri
Editore: TEA
Collana: TEA mistery
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
Pagine: 308 p., Brossura
  • EAN: 9788850230471
Disponibile anche in altri formati:

€ 5,00

Venduto e spedito da Doctorbook srl

Solo 3 copie disponibili

+ 4,25 € Spese di spedizione

Disponibile in 10 gg lavorativi

Quantità:

€ 4,50

€ 9,00

Risparmi € 4,50 (50%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 5,00 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Chiara

    22/07/2013 11:46:11

    Primo libro che leggo della Peters, quindi prima avventura con protagonista Amelia Peabody. Trama molto semplice e lineare, scrittura scorrevole, ma solo nella seconda parte (la prima è piuttosto lenta e macchinosa). L'intreccio giallo è inconsistente, l'ambientazione nei luoghi celebri dell'Antico Egitto è invece affascinante. Si tratta di un romanzo di poche pretese, ma mi sono comunque affezionata ai personaggi, quindi leggerò il secondo prima o poi. Per la scrittura e lo stile mi ha ricordato i romanzi di Claude Izner.

  • User Icon

    bassora

    24/10/2008 18:56:11

    Non so perchè ma i libri della Peters non riescono a "prendermi" del tutto. Apprezzo la storia, il soggetto, l' ambientazione, l' ironia, insomma è il mio genere preferito eppure c'è qualcosa che non mi quadra.......persisto con gli altri!

  • User Icon

    Giuliopez

    12/09/2007 15:44:37

    Libro ben scritto, veramente carino. Mi sono piaciuti in particolare l'ambientazione storica ed i personaggi, Amalia ed Emerson su tutti! Da leggere anche le altre "puntate"....

  • User Icon

    lucia

    28/01/2007 22:27:02

    Bellissimo, non tanto per la trama in sè (il tema di mummie redivive è già stato sfruttato più che abbastanza), quanto per la spassosa originalità della protagonista, l'indimenticabile Amelia Peabody. Peccato solo che finora abbiano tradotto solo cinque dei diciotto libri in cui compare: è un personaggio che vale assolutamente la pena d'ncontrare.

  • User Icon

    Denise

    15/01/2007 16:03:03

    Ambientato nel 1880 questo romanzo racconta le avventure in Egitto di Amelia Pebody, ricca donna inglese dal carattere spigoloso. Di poco più di trent'anni, non sposata (quindi zitella per l'epoca) non bella ma colta e forte questo personaggio mi è stato subito simpatico. Il libro è di facile lettura, interessante e piacevole. Penso che leggerò anche gli altri della serie (il faraone assassino - il caso del sarcofago scomparso - indagine nel museo egizio - l'enigma della piramide nera).

  • User Icon

    valaeria

    18/01/2006 23:48:32

    Secondo me va letto con la stessa vena ironica e divertita con cui scrive l'autrice: non è un libro scritto per far paura né un giallo in cui bisogna scervellarsi per trovare il colpevole: è un romanzo gustoso, dalle ambientazioni incantevoli e con un pizzico di gusto "femminista" divertentissimo... insomma, non troppo da maschietti...

  • User Icon

    Paolo

    07/01/2006 18:45:39

    Dai, diciamo che e' scritto bene, con personaggi ben definiti ed un quadro accattivante e realistico dell'Egitto di fine Ottocento. Anche se molte cose si intuiscono quasi subito, una volta tanto applaudiamo un romanzo che termina come vorremmo.

  • User Icon

    franca

    27/12/2004 11:08:57

    L'argomento poteva essere trattato meglio in quanto dava spazio a situazioni insolite. Nessuna suspence perché, fin dall'inizio, già si poteva immaginare l'epilogo. Ottima la descrizione dei due personaggi principali, un po' meno per gli altri. Notevole è sicuramente la descrizione dei luoghi e delle atmosfere che mi hanno fatto rivivere le emozioni provate quando ho visitato quei luoghi. In sostanza un libro piacevole, senza troppe pretese da leggere in relax.

  • User Icon

    enrico

    20/12/2004 12:21:00

    è un giallo tranquillo, senza molti batticuore, però è molto scorrevole, sembra quasi una puntata di un telefilm, ideale se si vuole leggere qualche cosa non impegnativa ottimo anche per ragazzi.

  • User Icon

    roberto.cella@fastwebnet.it

    17/11/2004 15:50:59

    Una delusione, nulla di misterioso, storia piuttosto banale, una via di mezzo tra Harmony e Piccoli brividi ! Dopo poche righe si capisce dove l'autore andra' a parare. Una sola nota positiva e' scritto piuttosto bene.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione