Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

«Shakespeare off-scene/Shakespeare un-seen»: le scene raccontate nell'iconografia shakespeariana - Sandra Pietrini,Valeria Tirabasso - ebook

«Shakespeare off-scene/Shakespeare un-seen»: le scene raccontate nell'iconografia shakespeariana

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 26,46 MB
Pagine della versione a stampa: 200 p.
  • EAN: 9788874705542

nella classifica Bestseller di IBS Ebook eBook - Classici, poesia, teatro e critica - Storia e critica - Studi generali - Dal 1500 al 1800

Salvato in 1 lista dei desideri

€ 7,99

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

spinner

Scaricabile subito

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

I drammi di Shakespeare hanno ispirato innumerevoli raffigurazioni, molto diverse fra loro e talvolta bizzarre. All'interno di questo vasto e variegato immaginario figurativo, assumono un particolare rilievo le rappresentazioni di scene o azioni soltanto raccontate, evocate o in qualche modo suggerite dal testo. La morte di Ofelia o l'assassinio del vecchio re Amleto sono fra gli esempi più celebri di questa tipologia iconografica, che estende enormemente l'immaginario shakespeariano e spesso suggerisce nuove letture interpretative dei personaggi e delle loro storie. Si possono includere fra gli off-scenes le immagini che offrono una raffigurazione letterale delle molte metafore shakespeariane, nelle quali gli artisti attingono ai testi drammatici come a una miniera di concetti e massime universali, ma anche le scene che mostrano la vita pregressa dei personaggi a partire da una semplice allusione contenuta nel testo, mostrando per esempio il gioco infantile del piccolo Amleto a cavalluccio del vecchio buffone di corte Yorick o Ariel rinchiuso nel cavo di un pino dalla strega Sycorax. Questa raccolta di contributi intende innanzitutto proporre alcune riflessioni sul tema, la cui ricognizione è facilitata dal meta-archivio iconografico "Shakespeariana", il database realizzato da un'équipe dell'Università di Trento, che costituisce la base di partenza di molte ricerche. Intende anche dimostrare l'importanza della creazione di una rete virtuale di archivi per conservare e divulgare il patrimonio documentario relativo al teatro, con una sinergia da cui possono scaturire anche nuove idee di messa in scena.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Note legali
Chiudi