Il significato nelle arti visive

Erwin Panofsky

Traduttore: R. Federici
Editore: Einaudi
Anno edizione: 1999
In commercio dal: 30 marzo 1999
Pagine: 330 p.
  • EAN: 9788806152345
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 20,40

€ 24,00

Risparmi € 3,60 (15%)

Venduto e spedito da IBS

20 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Con una serie di esempi illuminanti che spaziano dall'arte egizia a Poussin, attraverso il cantiere di Saint-Denis, culla del gotico ai tempi dell'abate Suger, e singoli problemi posti da opere di Dürer, Tiziano, Vasari, ecc., Erwin Panofsky ricerca il senso profondo del variare dei modi e dei metodi della figurazione. Indagando sulle vicende dei tempi e dei soggetti e sulla loro variabile fortuna, il grande studioso rintraccia le ragioni ultime delle mutazioni negli atteggiamenti mentali profondi, che hanno presieduto alla visione del mondo di una intera epoca.

Introduzione di Enrico Castelnuovo e Maurizio Ghelardi Introduzione: La storia dell'arte come disciplina umanistica. - Parte prima: Iconografia e iconologia. - Parte seconda: La storia della teoria delle proporzioni del corpo umano come riflesso della storia degli stili. - Parte terza: Suger abate di Saint-Denis. - Parte quarta: L'«allegoria della prudenza» di Tiziano: poscritto. - Parte quinta: La prima pagina del « Libro» di Giorgio Vasari. - Excursus Due progetti di facciata di Domenico Beccafumi e il problema del manierismo nell'architettura. - Parte sesta: Albrecht Dürer e l'antichità classica. - Excursus Le illustrazioni delle « Inscriptiones» di Apianus e Dürer. - Parte settima: «Et in Arcadia ego»: Poussin e la tradizione elegiaca. - Epilogo: Tre decenni di storia dell'Arte negli Stati Uniti.