Il signor Diavolo (Blu-ray)

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Pupi Avati
Paese: Italia
Anno: 2019
Supporto: Blu-ray
Salvato in 14 liste dei desideri

€ 14,90

Venduto e spedito da OCCHIO AL FILM

Solo 1 prodotto disponibile

+ 4,90 € Spese di spedizione

Quantità:
Blu-ray

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 14,90 €)

Nell'Autunno 1952, Furio Momentè, ispettore del Ministero di Grazia e Giustizia, viene inviato a Venezia per evitare la deposizione di un prete e di una suora nel caso di un omicidio. Le sue indagini rivelano torbide, oscure, trame.
3
di 5
Totale 1
5
0
4
0
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    DocHorr

    18/01/2020 13:42:15

    Contento che il maestro Avati sia tornato all'horror, ma mi aspettavo, speravo, di ritrovarmi davanti ad un capolavoro come "La casa dalle finestre che ridono" riponevo troppe aspettative in questo film, che mi ha un po deluso.... Non è un brutto film ne assolutamente fatto male, ci sono ottimi attori, ottima regia, fotografia, scenari, effetti speciali, o meglio trucchi, ma c'è solo una cosa che non mi ha entusiasmato, che non mi è piaciuta fino in fondo, la trama. Una trama che inizia bene ma si perde un po per strada, quasi come se avessero iniziato a girare le scene ma senza sapere come sarebbe finito, ed una volta arrivati alla fine qualcosa dovevano fare ed hanno improvvisato. Il film in alcuni tratti è noioso, forse mi sono addormentato senza accorgermene in alcuni punti, e, non ho capito completamente la trama, soprattutto il finale che è troppo confuso. Gli do la sufficienza ma non è un capolavoro. Guardabile.

Trama

Roma, 1952. Il giovane funzionario ministeriale Furio Momenté viene convocato dal suo superiore per una questione delicatissima. In Veneto, un minore ha ucciso un coetaneo convinto di uccidere il diavolo. Per motivi elettorali la questione va trattata in modo da evitare scandali. La madre della vittima è molto potente e, da sostenitrice della causa della maggioranza politica, ha cambiato opinione assumendo una posizione assai critica nei confronti della Chiesa e di chi politicamente la supporta. Il compito di Momenté è quindi quello di evitare un coinvolgimento di esponenti del clero nel procedimento penale in corso. Durante il lungo viaggio in treno, Momenté legge i verbali degli interrogatori condotti dal giudice istruttore, a partire da quello del piccolo assassino, Carlo. La realtà che comincia a dispiegarglisi davanti è complessa e sinistra, ma le cose, una volta che si troverà sul posto, si dimostreranno ben peggiori.

 

  • Produzione: 01 Distribution, 2019
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 91 min
  • Lingua audio: Italiano (DTS HD 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1.78:1
  • AreaB
  • Pupi Avati Cover

    Inizia la sua carriera artistica nel jazz come clarinettista, fa parte infatti della Reno Jazz Gang con cui incide anche qualche disco, gruppo che abbandona dopo l'ingresso nella band di Lucio Dalla con cui rimane grandissimo amico e che collaborerà a vari film di Avati. Lavora poi per quattro anni alla Findus surgelati, anni che considera i peggiori della sua vita.Intraprende poi la via del cinema e riesce a collaborare alla sceneggiatura di Salò e le 120 giornate di Sodoma di Pasolini. Come regista gira alcuni horror tra cui nel 1976 La casa delle finestre che ridono. L'anno successivo esce Bordella, una commedia che ha tra gli interpreti un giovanissimo Christian De Sica. Da ricordare anche la regia televisiva di uno speciale dedicato ai Pooh.Inizia poi a girare una serie... Approfondisci
  • Lino Capolicchio Cover

    Attore e regista italiano. Esordisce nel 1968 in Escalation di R. Faenza, ma il primo ruolo di grande spessore è quello di Giorgio in Il giardino dei Finzi Contini (1971) di V. De Sica. Molto attivo negli anni '70, costruisce una maschera attoriale in cui si mescolano la timidezza e il disagio interiore. Recita spesso con P. Avati (da La casa dalle finestre che ridono, 1976, fino a Fratelli e sorelle, 1991) diradando progressivamente le apparizioni. Nel 1995 dirige il suo primo film, Pugili, seguito nel 2002 dal Diario di Matilde Manzoni. Approfondisci
  • Cesare Cremonini Cover

    Ancora al liceo fonda i Lùnapop e nel 1999, l’anno dell’esame di maturità, raggiunge il successo con il singolo 50 Special e l’album ...Squérez? Nel 2002 intraprende la carriera da solista, pubblicando da allora quattro album: Bagus (2002), Maggese (2005), 1+8+24 (2006) e Il primo bacio sulla luna (2008). Approfondisci
Note legali