La signora di tutti

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Max Ophüls
Paese: Italia
Anno: 1934
Supporto: DVD
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Gaby, una diva del cinema che ha tentato il suicidio, durante l'agonia ripensa alla sua vita. Suo malgrado ha spinto un professore a togliersi la vita e alla rovina un industriale, la cui moglie inferma si è poi suicidata. Alla prima delusione Gaby non sa reagire e si uccide.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Riki333

    15/12/2009 19:22:54

    Uno dei primi film del grande Ophuls, finalmente in dvd. Si discosta notevolmente dai film italiani dell'epoca, si sente molto il tocco straniero. Video restaurato ottimo, non si può dire lo stesso per l'audio, si fatica a sentire certe battute, certo si tratta sempre di un film del 1934 registrato in mono. Gli extra sono sufficienti con un'intervista audio a Isa Miranda di 20', e un fascicolo informativo dentro la confezione.

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Ripley's Home Video, 2017
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 95 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti; Inglese
  • Formato Schermo: Full screen
  • Area2
  • Contenuti: trailers; filmografie
  • Isa Miranda Cover

    "Nome d'arte di Ines Isabella Sanpietro, attrice italiana. Dopo un breve apprendistato teatrale, esordisce al cinema con Il caso Haller (1933) di A. Blasetti e si afferma con La signora di tutti (1943) di M. Ophüls, inizio di una carriera divistica che la porta in Austria (Il diario di una donna amata, 1936), in Francia (Il fu Mattia Pascal, 1937, di P. Chenal) e a Hollywood (Hotel Imperial, 1938, di R. Florey; La signora dei diamanti, 1939, di G. Fitzmaurice). È stata inoltre interprete di Come le foglie (1934) di M. Camerini, Passaporto rosso (1935) di G. Brignone, Malombra (1942) di M. Soldati, Zazà (1943) di R. Castellani, Le mura di Malapaga (1949, premio per la migliore attrice a Cannes) di R. Clément e La Ronde di Ophüls. È passata poi a parti da caratterista, sempre a livello di buon... Approfondisci
Note legali