Il signore degli inganni. I libri perduti dell'Odissea

Zachary Mason

Traduttore: L. Noulian
Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2010
Pagine: 223 p., Rilegato
  • EAN: 9788811683742
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
È una giornata tersa sulle spiagge del mar Ionio. Una piccola barca, che ha attraversato con difficoltà troppe tempeste, approda infine a riva. Ne sbarca un uomo con la pelle cotta dal sole, i capelli e la barba intrisi di salsedine. Dopo vent'anni, Odisseo è finalmente tornato a Itaca. Risale correndo il sentiero verso il suo palazzo. Ma quando entra, incredulo, si rende conto che sul trono, accanto a Penelope, siede un altro uomo. La donna ha una nuova vita, un nuovo amore, e la felicità brilla nei suoi occhi. Odisseo, stordito, fugge. Questa non è la storia a cui la lettura di Omero ci ha abituato. Questa è la verità che nessuno ha mai raccontato, custodita per secoli in un papiro misterioso. In cui non si narrano le gesta di un eroe, ma la storia di un uomo. Uscito in sordina per una piccola casa editrice, Il signore degli inganni ha conquistato l'attenzione di tutte le più importanti riviste letterarie americane. Zachary Mason è un narratore straordinario, capace di esplorare gli spazi perduti fra i canti omerici per restituirci un'Odissea inedita. Le pieghe oscure della narrazione omerica vengono illuminate con eccezionale autenticità forgiando un Odisseo mai cosi fragile, insicuro, eppure proprio per questo mai così moderno ed eroico. Più di un eroe, più di un mito, più di un simbolo. Molto più di tutto questo: un uomo in tutte le sue debolezze ma anche in tutte le sue forze.

€ 7,80

€ 15,60

Risparmi € 7,80 (50%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 6,87 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Salvatore

    25/06/2016 00:14:31

    Consiglio senz'altro la lettura di questo libro in cui effettivamente ogni capitolo è una storia a sé: l'autore si è divertito a giocare con Ulisse, Achille, Polifemo, Penelope, Circe... conosco piuttosto bene l'Iliade e l'Odissea e in questo gioco mi sono lasciato piacevolmente trascinare. Il libro è un caleidoscopio e si salta di continuo nello spazio e nel tempo: Ulisse è ora un ragazzo grassottello senza nessuna attitudine all'arte della guerra, subito dopo un vecchio demente che si aggira sulle spiagge di Troia in rovina e raccoglie uno scudo convinto che sia quello di Achille, ma la vista debole lo inganna e non si accorge che è una rozza riproduzione tra le tante presenti sui banchi dei venditori ambulanti in giro per le fiere e lasciato da qualcuno ad arrugginire sulla sabbia; ora è un funambolo su una corda senza inizio né fine, subito dopo uno sconosciuto senza più memoria prigioniero in una baita isolata dalla neve. E se Omero fosse proprio Ulisse che, tornato ad Itaca e non trovandovi nessuno riprende il viaggio senza più spada né lancia, ma con una lira come unico strumento per guadagnarsi il pane ed un pagliericcio per la notte? O se fosse Polifemo che, cieco, abbandona la sua isola e cerca rifugio tra gli uomini inventando per chi lo ha reso cieco terribili avventure e prove senza fine...

  • User Icon

    silvia

    15/10/2012 22:14:58

    Sono io che mi sento ingannata.Sono arrivata al sesto capitolo prima di capire qualcosa,ovvero che ogni capitolo era una storia a sè..non un romanzo che rivedeva la versione originale dell'Odissea ma tante parti sconclusionate e noiose..se potessi darei 0.

Scrivi una recensione