Il silenzio. Racconto di uno sbirro antimafia - Gianni Palagonia - copertina

Il silenzio. Racconto di uno sbirro antimafia

Gianni Palagonia

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Piemme
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 9 ottobre 2007
Pagine: 347 p., Brossura
  • EAN: 9788838468391

€ 8,91

€ 16,50

Punti Premium: 17

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"In Sicilia non si ammazza più, e questo è il termometro per capire che le cose per la mafia vanno bene. Tutti pensano che dopo qualche arresto eccellente la mafia sia stata sconfitta. Ma lo sanno anche i bambini che quando c'è troppo silenzio è perché gli affari tirano. Le bande hanno imparato la lezione: lavorano a compartimenti stagni e se uno si pente può fare arrestare cinque persone, non più cento come prima. Negli ultimi dieci anni noi inquirenti non abbiamo fatto che quello che ci dicevano i pentiti, perdendo il contatto con il territorio, con i confidenti, con la strada, e adesso è di nuovo il buio. Ci vorranno anni prima di capire che sta accadendo, cosa fa la nuova mafia. Le loro parole d'ordine oggi sono riciclaggio, investimenti, alberghi. E poi la borsa, la ripresa dell'edilizia, i grandi appalti, e soprattutto la politica. La mafia può essere il ragazzo che ti pianta la pistola in faccia, ma più spesso è un tizio con la cravatta, e nella giacca solo la penna per firmare assegni e atti notarili. Io su questo avrei una storia da raccontare. Ho quasi quarant'anni, sono un poliziotto, ma questa non è una biografia. Solo un pezzo di Sicilia, e di me, e di tutti noi. Sono un poliziotto. Non proprio uno dei tanti: uno scomodo, così dicono". Gianni Palagonia è il nome falso di un poliziotto vero. Una voce che racconta di grandi appalti e di affari sporchi, di stragi e di morti ammazzati. Una storia di rabbia e ostinazione, che mostra il volto della mafia di ieri e di oggi.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,4
di 5
Totale 5
5
3
4
1
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    francesco

    29/04/2009 21:50:22

    Per capire quanto mi ha coinvolto: la sera in cui l'ho comprato ho acesso il forno, ci ho infilato la mia cena e nell'attesa ho iniziato a sfogliare le prime pagine. Quando ho rialzato la testa e staccato la mente dal libro la mia cena era irrimedialmente bruciata ed era trascorsa un'ora e mezza e non venti minuti, come pensavo. Il giorno ho dovuto trattenermi dalla lettura per via del lavoro ma la sera non vedevo l'ora di riprenderlo in mano. Terminato avidamente in due giorni. Rimarrete attaccati al libro e a quanto questo anonimo scrittore ci svela. Sono estremamente curioso di sapere quanto c'è di vero. Chi ne sa qualcosa, mi mandi una mail, grazie.

  • User Icon

    antonio

    01/06/2008 16:41:28

    ho letto con molta ammirazione la storia immedesimandomi nei problemi che quotidianamente vivono i colleghi come gianni e me stesso....lo consiglio a tutti,sbirri e non per capire come vanno le cose in italia.

  • User Icon

    francesco

    27/12/2007 16:05:13

    Buon poliziesco. Amaro e realistico. Forse i metodi di indagine descritti risulatno fantasiosi o, per lo meno, discutibili. In ogni caso, una discreta descrizione di una Sicilia che tenta di alzare la testa e di uno Stato burocrate e colluso.

  • User Icon

    barbara

    27/11/2007 11:23:10

    Un libro che si beve avidamente pagina dopo pagina, dove non riesci a staccare la tua attenzione. Un grido di giustizia, un attacco all'altro stato, una voce forte e sicura che rompe il silenzio dell'omertà, un libro coraggioso, una denuncia al troppo sangue versato di chi ancora crede a degli ideali. Bravo Gianni, eroe del nostro tempo.

  • User Icon

    Dario Giorgianni

    06/11/2007 10:50:54

    Il libro è molto toccante,perchè fa riferimento a dei fatti facilmente intuibili,essendo io stesso di Catania.I cognomi ed i luoghi sono,per ovvie ragioni,modificati,ma basta avere una discreta conoscienza dei fatti per trovare i riscontri dei casi. Libro forte.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
Note legali