Traduttore: M. C. Savioli
Editore: BEAT
Collana: BEAT
Anno edizione: 2011
Formato: Tascabile
Pagine: 331 p., Brossura
  • EAN: 9788865590584
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 4,86

€ 7,65

€ 9,00

Risparmi € 1,35 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    zocca giuliano

    03/01/2016 15:59:41

    letteratura d'evasione di gran livello

  • User Icon

    Attilio Alessandro

    11/01/2015 07:05:59

    Libro delizioso che mi ha fatto molta compagnia in occasione di una mia malattia. Lo scrittore ha molto mestiere e si sente la zampata di Downtown Abbey. Piacevolissimo.

  • User Icon

    Beatrice

    30/07/2014 10:28:17

    Una lettura piacevole e a mio avviso sopra le aspettative. Ho trovato i personaggi ben delineati sia nei pregi sia nei difetti. Ci ho trovato ironia, cinisco, debolezza e tanti altri aspetti dell'animo umano che trovo estramente affascinanti. Non è indubbiamente un romanzo che tratta una storia da ricordare, pertanto mi sento di consigliarlo solo a chi ha voglia di riflettere su come lo stato sociale e il denaro spesso influenzano i nostri atteggiamenti.

  • User Icon

    maria luisa

    06/06/2014 13:56:45

    Carino, leggero, questo libro l ho comprato usato e ne è valsa la pena, molto british. Followes è sceneggitore, e ha scritto Dontwon abby, godsford park per il cinema, insomma è uno che scrive sulla nobilta' inglese.

  • User Icon

    Silvia

    05/12/2013 14:22:02

    Interessante romanzo sull'aristocrazia inglese e sulle arrampicatrici sociali. A volte scorrono pagine di parole senza che succeda nulla ma forse il bello è proprio questo.

  • User Icon

    Roberta

    25/09/2012 10:35:37

    Una piacevole lettura sul mondo dell'aristocrazia inglese. L'autore, come ho scoperto leggendo il libro, e' lo sceneggiatore di Gosford Park di Altman. Snob e' ambientato alla fine degli anni Novanta ma si ha l'impressione di tornare indietro nel tempo, sembra di leggere un romanzo di Jane Austen, catapultati in battute di caccia , te' pomeridiani e feste informali. Unica differenza e' che mentre nei libri della Austen la protaginista si sposa per romanticismo, nel racconto di Fellowes lo fa per acquisire un migliore status sociale.

  • User Icon

    Lia

    28/07/2011 15:13:52

    Il libro sembra (e per certi versi è) incentrato sull'aristocrazia inglese e sugli arrampicatori sociali. Ma nasconde anche altre interessanti sfumature. L'amicizia tra il narratore ed Edith (molto profonda, a mio parere) e poi una grande verita: la felicità non è un attimo ma si costruisce in una vita e a volta basta sapersi accontentare.

  • User Icon

    anna68

    26/04/2011 17:12:48

    bellissimo : da leggere lo consiglio vivamente

  • User Icon

    Ilaria

    15/09/2010 15:14:46

    Delizioso!!!Al contrario di quanto detto da altri lettori,si legge molto facilmente.Scorre bene la storia e' gustosa.Un romanzo d'amore degno delle piu' belle commedie hollywoodiane. Perche' non leggerlo non capisco?

  • User Icon

    Donatella

    08/12/2009 12:03:19

    Ho trovato interessanti solo le riflessioni sull'aristocrazia inglese: i suoi tic, il dire e non dire, i sottintesi nelle affermazioni dei vari personaggi. Per il resto il libro è estremamente lungo e noioso, si capisce sempre con molto anticipo la piega che prenderanno gli eventi. L'ho finito solo perchè in vita mia credo di non aver mai piantato un libro a metà.

  • User Icon

    Michela

    03/09/2007 11:54:05

    Molto carino e a mio avviso tutt'altro che lento...delizioso nelle descrizioni ed estremamente abile a delineare le varie personalità dei protagonisti...ognuno dei quali ha dentro di se i vizi e le virtù della classe sociale cui appartiene!

  • User Icon

    pandora

    22/01/2007 15:37:48

    Effettivamente suona lento ma è indubbio ed evidente il "tempo" tutto english di affrontare, con una sorta di imbarazzato pudore, tutto ciò che non ci riguarda. Anche in questo libro, che non ho amato comunque, questo è più che evidente. Lo perdono solo perchè ha rievocato ricordi lontani della mia vita londinese.

  • User Icon

    sarah

    05/04/2006 08:15:01

    decisamente lento, un po' come beatiful e simili, puoi saltare capitoli che non ti accorgi nemmeno di cosa è cambiato, sempre allo stesso punto forse non l'ho capito perchè non sono british!! mi aveva incuriosito ma dopo averlo finito (con molta fatica) non mi ha lasciato nulla da non leggere

  • User Icon

    FAUSTO FRANCHINI

    30/01/2006 18:05:17

    QUANTE EDITH SI NASCONDONO DIETRO A TANTE SIGNORINE IDEALISTE. UN RACCONTO CHE METTE BENE IN LUCE LA PSICOLOGIA, E GLI STATI D'ANIMO, DI TUTTI QUELLI CHE VOGLIONO MA ... NON POSSONO!

  • User Icon

    Imma

    11/10/2005 11:54:12

    Sono d'accordo con molti dei commenti negativi fatti per questo libro: l'ho trovato molto ma molto noioso e lento da leggere e non perchè non mi piaccia sentiire ogni tanto parlare di aristocrazia e nobiltà, ma il modo in cui è scritto è davvero pesante e stancante. Non lo consiglierei a nessuno.

  • User Icon

    Isabella

    07/10/2005 12:13:06

    Più che un romanzo si tratta un galateo moderno per i rapporti sociali. E' facile riconoscere uno "snobbismo" alquanto diffuso, in fondo in fondo non è l'alta società ad essere snob quanto gli "arrampicati". Da leggere senza aspettarsi il colpo di scena, o,l'avvenimento imprevisto.

  • User Icon

    maria

    29/05/2005 23:29:10

    La storia è solo un pretesto per parlare del vero rpotagonista di questo romanzo: l'alta società inglese e gli inglesi in generale. Assolutamente affascinante. Assolutamente raffinato e gradevole

  • User Icon

    cristiana

    19/05/2005 19:00:38

    il polpettone inglese è veramente notevole.Bellissimi colori ottimo scenografia bellissimi ambienti in una Londra al di posto fantastica da Belgravia a Mayfair in un contesto aristocratico da favola.Ma i riferimenti al Royal Gossip sono troppi. Edith Lavery sembra una Diana Spencer prima maniera come Mrs Lavery assomiglia troppo a Mrs Shan Kydd.Charles interpreta se stesso il Prinicipe di Galles e Simon sembra il maggiore Hewitt.Lord e Lady Uckfield sono la Regina e Filippo e Boroughton Manor assomiglia senz'altro a Sandringham..... Cmq lo consiglio perchè e molto spassoso è romantico e comico allo stesso tempo.Ottima sceneggiatura per un bel film

  • User Icon

    Marco

    13/05/2005 10:39:37

    Nonostante all'inizio possa apparire superficiale, questo libro ha la grande capacità di ritrarre con leggiadria la mentalità, i costumi e l'aridità della borghesia e dell'aristocrazia britannica.

  • User Icon

    Sebastiano

    24/04/2005 01:08:49

    Delizioso e di più: profondo, amarognolo e di grande compagnia. Un'altra cosa, raro il personaggio di Charles nel chiacchiericcio di fondo fra battute di caccia e sfilate di moda. Da regalare alle amiche troppo esigenti in fatto di uomini sposabili.

Vedi tutte le 25 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione