Sogno di una notte di mezza estate. Testo originale a fronte - William Shakespeare - copertina

Sogno di una notte di mezza estate. Testo originale a fronte

William Shakespeare

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Agostino Lombardo
Curatore: Nadia Fusini
Editore: Feltrinelli
Edizione: 8
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
In commercio dal: 8 giugno 2013
Pagine: 206 p., Brossura
  • EAN: 9788807900457

nella classifica Bestseller di IBS Libri Classici, poesia, teatro e critica - Letteratura teatrale - Drammi di Shakespeare

Salvato in 261 liste dei desideri

€ 8,07

€ 8,50
(-5%)

Venduto e spedito da IL LIBRO di DALLAVALLE SRL

Solo una copia disponibile

+ 3,90 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO

€ 8,08

€ 8,50
(-5%)

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 8,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"Il 'Sogno' è il primo capolavoro comico di Shakespeare. Paragonato alle commedie che seguono [...], e soprattutto paragonato all'altra commedia in cui sono presenti elementi magici, 'La Tempesta' (prodotto dell'arte sua più matura, frutto dell'enorme saggezza e della sapienza tecnica accumulata negli anni di esperienza, se non altro teatrale), il 'Sogno' può sembrare un trastullo, una bazzecola, una quisquilia. Ma per minore che sia è perfetta. È un gioiello, un trionfo di tessitura, dove i fili più disparati e vari si combinano in un disegno unitario." (Dall'Introduzione di Nadia Fusini)
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,58
di 5
Totale 12
5
8
4
3
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    silvia

    26/10/2020 23:57:16

    😍😍😍

  • User Icon

    Carlotta

    17/05/2020 10:05:05

    È indubbiamente la commedia più conosciuta di Shakespeare ma, sarà che sono più una tipa da tragedia, sarà che avevo delle aspettative molto alte, mi ha un po’ delusa. È in dubbiamente una storia magica, divertente e piena di riferimenti ad altre opere (citare Ovidio con Piramo e Tisbe, che poi diventano la base per Romeo e Giulietta, ha reso il mio cuore da classicista molto felice). Non fraintendetemi, non l’ho trovata una brutta opera, stiamo pur parlando di Shakespeare, no? Però non ha proprio fatto breccia nel mio cuore, non è scattata la scintilla e quindi, per quanto interessante, non mi ha convinta come le altre opere citate sopra. Non so spiegare cosa non mi sia piaciuto, è semplicemente che non mi è arrivata, magari in futuro scatterà qualcos’altro, sicuramente la rileggerò perché sono convinta che con una seconda rilettura potrei apprezzare e cogliere quello che ad una prima lettura non ho visto e sentito. Detto ciò, sono convinta che renda benissimo sul palcoscenico, e infatti spero di avere presto l’occasione di vederla in scena, soprattutto la parte della recita e le scene con Puck devono essere esilaranti. Ora andrò alla ricerca di adattamenti cinematografici e teatrali!😂

  • User Icon

    Giuseppe

    16/05/2020 15:00:41

    Da leggere almeno una volta nella vita, bellissimo libro!!!

  • User Icon

    Serena

    12/05/2020 22:31:44

    Comprato per esame universitario, ottima traduzione

  • User Icon

    Mari@

    12/05/2020 11:37:33

    Un classico da leggere almeno una volta...lo consiglio

  • User Icon

    girolamo

    12/05/2020 09:37:38

    Una delle opere più belle, da acquistare

  • User Icon

    Federico

    19/03/2020 08:31:28

    Edizione ottima per un racconto con caratteri mistici derivanti dalla tradizione classica

  • User Icon

    Arriana

    18/03/2020 14:06:49

    Un classico delle commedie "soprannaturali" di Shakespeare in un'ottima traduzione con ottima traduzione e ottime e non eccessive note ad appesantire il perchè e il per come di ogni singolo vocabolo - come ho visto in altre traduzioni. La nota è utile quando ci si riferisce all'Inglese arcaico - ma troppe non lasciano fluire la lettura. In questo caso ottimo il lavoro di Nadia Fusini, che, tra l'altro riprende ottimamente il lavoro del grande Agostino Lombardo per quanto riguarda la percezione di William Shakespeare in Italia. Ottima edizione economica di un classico dei classici. Ecco perchè ho messo 5 stelle.

  • User Icon

    M

    23/09/2019 11:43:53

    Questa commedia è espressione di vera poesia ed offre una girandola di attori, tutti caratteristici per tratti e per l'impatto che hanno sullo spettatore. Più che una lettura è infatti una rappresentazione e tu, più che lettore, ti senti proprio parte della platea. Il corso di un vero amore non è mai andato liscio e questa commedia è un piccolo viaggio sulla scena, vissuto con occhi diversi. Ci sono storie d'amore intrecciate e l'ingrediente fondamentale è la magia dell'amore, come spruzzo magico sugli occhi. E' una commedia che è uno spettacolo nello spettacolo.

  • User Icon

    Anna

    19/09/2019 13:51:07

    Un grande classico che ho riletto più volte e che di sicuro regalerei

  • User Icon

    Vittoria

    10/02/2019 17:28:49

    Una favola irresistibile, che abbraccia tradizione popolare e miti classici. L'amore è come un sogno, una dimensione imprevedibile, tragicomica, dove tutto può mutare in un istante.

  • User Icon

    Francesco

    17/09/2018 17:19:42

    Come ho scritto in un'altra recensione Shakespeare è capace di raccontare storie senza trasformarle in opere impegnate. Bellissimo l'intreccio che genera un riso spontaneo. Questa commedia mi è piaciuta perché mi aspettavo qualcosa ed è successo altro. Una delle capacità più belle dei libri è quella di sbalordire sempre.

Vedi tutte le 12 recensioni cliente
  • William Shakespeare Cover

    Nacque da John, guantaio e piccolo proprietario terriero e da Mary Arden, di famiglia socialmente più elevata di quella del marito. Terzo di otto fratelli, studiò nella scuola di Stratford, che dovette forse abbandonare per sopravvenute ristrettezze economiche. A 18 anni si sposò con la venticinquenne Anne Hathaway da cui ebbe subito la prima figlia Susan, causa delle affrettate nozze, e nel 1585 i due gemelli Judith e Hamnet, morto poi nel 1596. Fino al 1592 non ci sono notizie attendibili; certo è che a questa data aveva ormai lasciato famiglia e paese natio per trasferirsi a Londra, dove era in contatto con l’ambiente degli University Wits. Nel periodo della peste (1593-94) scrisse due opere poetiche dedicate al duca di Southampton:... Approfondisci
Note legali