Topone PDP Libri
Salvato in 24 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Solomon Gursky è stato qui
11,40 € 19,00 €
LIBRO
Venditore: IBS
+110 punti Effe
-40% 19,00 € 11,40 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
11,40 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Nani
18,05 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
Librightbooks
19,00 € + 5,30 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
LIBRIAMO
19,00 € + 5,49 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
19,00 € + 5,49 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
19,00 € + 5,90 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Folignolibri
8,00 € + 4,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Libreria Gullà
10,00 € + 4,50 € Spedizione
disponibile in 7 gg lavorativi disponibile in 7 gg lavorativi
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Libraccio
10,26 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
11,40 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Nani
18,05 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
Librightbooks
19,00 € + 5,30 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
LIBRIAMO
19,00 € + 5,49 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
19,00 € + 5,49 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
19,00 € + 5,90 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Folignolibri
8,00 € + 4,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Libreria Gullà
10,00 € + 4,50 € Spedizione
disponibile in 7 gg lavorativi disponibile in 7 gg lavorativi
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Libraccio
10,26 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Chiudi
Solomon Gursky è stato qui - Mordecai Richler - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Solomon Gursky è stato qui Mordecai Richler
€ 19,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

Il racconto abbraccia due secoli, due sponde dell'Atlantico e cinque generazioni di una dinastia ebraica in cui tutto è smisurato: vitalità, ricchezza, lusso, inclinazione al piacere in ogni sua forma. Ma nessuna grande famiglia è senza macchia, e la macchia dei Gursky si chiama Solomon, rampollo in disgrazia che pare essere stato presente, come Zelig più o meno negli stessi anni, in tutti i momenti cruciali del ventesimo secolo - la Lunga Marcia, l'ultima telefonata di Marilyn, le deposizioni del Watergate, il raid di Entebbe. Solomon rimarrebbe tuttavia un mistero, se della sua fenomenale parabola non decidesse di occuparsi il più improbabile dei biografi, Moses Berger, ex ragazzo prodigio rovinato dal rancore e dall'alcol.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2003
15 ottobre 2003
596 p., Brossura
9788845918070

Valutazioni e recensioni

4,71/5
Recensioni: 5/5
(21)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(16)
4
(4)
3
(1)
2
(0)
1
(0)
Rosalba
Recensioni: 4/5

Un gran bel libro,una stella in meno per la gran fatica che si fa a leggerlo.Una miriade di personaggi ti fanno perdere il filo del racconto .

Leggi di più Leggi di meno
Luca Stringara
Recensioni: 4/5

Mentre medito sui misteri del cosmo, sopportandone il peso, avverto molta energia provenire da questo libro. Una saga famigliare agli steroidi, con tanto di eroi e supereroi. Un gran bel leggere. Davvero.

Leggi di più Leggi di meno
vieni_127
Recensioni: 4/5

Enigmatico, indubbiamente è necessaria una certa preparazione sia per quanto concerne il modus operandi di Richler che, più superbamente in generale, per una cultura "letteraria" senza la quale è praticamente impossibile approcciare a questo capolavoro. Solomon Gursky affascina più di quanto non facciano Hymie Mintzbaum e Boogie messi insieme, ma Moses Berger è un Panofsky appannato e un po' arrugginito. Tuttavia è inutile fare similitudini, la Versione e questo imponente "Salomon Gursky è stato qui" vivono di vita propria, come è giusto che fosse e come, di certo, Richler volesse. Un capolavoro, questo dei Gursky, senza dubbio, ma con un'unica grande pecca: troppo lungo a seguire una trama che snellita non avrebbe che guadagnato in agilità, troppo corto perché tutti noi avremmo voluto saperne di più di Aaron, Ida, Libby, Clara, Nathan, Anita, Tim Callaghan, Charna e, soprattutto, Barney (Gursky, non Panofsky). Un melting-pot succulente ma con l'impressione che un pizzico di sale in più e un po' di pepe in meno avrebbe reso il banchetto semplicemente irresistibile. Benché Richler rimanga, in ogni modo, un vero scrittore. Quello, per intendersi, con la S maiuscola.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,71/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(16)
4
(4)
3
(1)
2
(0)
1
(0)

Voce della critica

I fan di Mordecai Richler troveranno in Salomon Gursky è stato qui una sorprendente gatta da pelare: pubblicato in inglese nel 1989 e ora in Italia nell'impeccabile traduzione di Massimo Birattari, il romanzo ha una struttura tanto ardita e complessa da esigere lettura attenta e buona memoria. Si tratta di una sorta di epopea moderna che abbraccia ben due secoli di storia, attraversando culture disparate (dalla mitologia Inhuit al Talmud), mentre racconta con realismo cronachistico e visionario al contempo la saga dei Gursky, emigrati nell'Ottocento dalla Russia in Canada, attraverso un favoloso passaggio dello stretto di Bering. Il capostipite Ephraim avrebbe partecipato alla spedizione a Nord Ovest di Lord Franklin, ma tutto ciò che accade nel racconto potrebbe anche non essere accaduto. Di certo si sa soltanto che questa dinastia di ebrei truffaldini, ben degna del ghigno "politicamente scorretto" di Richler, ha costruito, a forza di imbrogli spettacolari, l'impero finanziario più imponente che il Canada letterario abbia mai conosciuto.

Come tanti romanzi ottocenteschi, il libro si apre con un albero genealogico che ricorda al lettore i rapporti di parentela dei numerosi membri della famiglia, ma si tratta uno specchietto per allodole perché i personaggi che accalcano la scena sono talmente tanti che una lista delle dramatis personae sarebbe tornata più utile. L'impianto del romanzo si ricollega alla tradizione narrativa del XIX secolo anche per la minuziosa descrizione di ampi spaccati sociali, per la fotografica resa visiva di persone, ambienti e costumi, per la capacità di tessere trame multiple e di inserirle in vasti affreschi storici. Ma la struttura narrativa rimane assolutamente moderna ed è talmente bizzarra da assomigliare solo a se stessa. La trama è come un puzzle che il narratore costruisce incastrando tasselli di storie in modo casuale. L'asse temporale è squinternato perché i fili del racconto si intrecciano seguendo spesso una logica capovolta che antepone il dopo al prima, l'effetto alla causa. Quando i personaggi entrano nella storia sono in genere colti in media res e il loro vissuto viene svelato seguendo un movimento a ritroso. Questo giustifica le ripetizioni, le messe a punto, il ritorno di indizi e di immagini simboliche.

Il modo di raccontare del narratore segue il caotico indagare di Moses Berger sul mistero della vita e della morte di Salomon Gursky, moderno Ebreo errante, sfuggente e proteiforme come un dio pagano. Moses assembla fonti e documenti alla rinfusa per scrivere la biografia di Salomon, apparentemente scomparso in un incidente aereo ordito dal fratello Bernard. Ma Salomon muore più volte, o forse mai, e assume diverse sembianze e false identità. Baro e benefattore, è come circondato da un'aura di satanismo e di santità. Ha partecipato alla Lunga Marcia di Mao, è stato complice dell'attentato a Hitler, è stato implicato nello scandalo Watergate: le sue imprese reali o presunte sembrano illimitate e tali le fa sembrare Moses, che è un "detective" inaffidabile e confusionario. Il lettore viene costretto nella sua stessa difficile posizione: quella di ricostruire i fatti e di cercare la verità. Un compito avvincente perché la varietà dei modi narrativi (dal mito all'epos, dal romanzo picaresco alla detective story), e il camaleontismo del linguaggio (dal tono epico al registro triviale) trasformano il percorso in un travolgente viaggio dell'immaginario che fa chiudere un occhio sulle falle della macchina narrativa.

L'esuberanza affabulatoria va infatti a discapito dell'equilibrio formale e spesso assume il carattere di ridondanza; lo sviluppo dei plot manca di linearità e di chiarezza, anche perché tra una fase di una vicenda e l'altra possono intercorrere anche duecento pagine. Questa volta Richler ha strafatto davvero, ma in modo sempre geniale. Il suo sarcasmo irriverente, le sue colte riflessioni spesso lasciano spazio a visioni oniriche, come se fosse rapito o forse anche ossessionato dal fascino irresistibile del suo eroe ubiquo e immortale, che si trasforma e si rigenera come la scrittura stessa.

Leggi di più Leggi di meno

Conosci l'autore

Mordecai Richler

1931, Montreal

Scrittore e giornalista canadese. Nato in una famiglia ebrea ortodossa, ha seguito le orme degli scrittori espatriati in Europa, prima in Francia e Spagna e poi in Inghilterra (esperienza che si ritrova nel suo primo romanzo Gli Acrobati, The Acrobats, 1954, e in Scegli il tuo nemico, A Choice of Enemies, 1957). I suoi personaggi, tratteggiati con irriverente ironia, sono ebrei in costante confronto con la propria identità morale (L’apprendistato di Duddy Kravitz, The Apprenticeship of Duddy Kravitz, 1959), nazionale (Giosuè allora e ora, Joshua Then and Now, 1980; Solomon Gursky è stato qui, Solomon Gursky was here, 1989), religiosa (La versione di Barney, Barney’s version, 1997). Richler è anche autore di due scritti autobiografici Quest’anno...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore