Categorie

Paolo Villaggio

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2004
Pagine: 171 p., Rilegato
  • EAN: 9788804534068
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Paolo Pizzi

    13/12/2007 15.48.46

    Un libretto simpatico che vorrebbe essere una pungente e ironica critica nei confronti della società italiana e di certi cattivi usi e costumi di alcune tipologie di persone. Leggere un libro di Villaggio è come vedere un suo film: il modo di scrivere, come si pone nei confronti del lettore, l'argomento che tratta, tutto è molto simile ad un episodio di Fantozzi, sia nel bene che nel male. Il libro inizia intonando quelle divertentissime note di umorismo surreale caratteristiche del "personaggio Paolo Villaggio", racconta diversi aneddoti, esprime le proprie opinioni, fa le sue battute e non va oltre. In sostanza è un libretto simpatico di satira sociale, ma niente di più: consigliato a chi vuole passare piacevolmente 10 minuti al giorno(volendo lo si legge tutto in meno di 2 ore). Perderci più di 10 minuti al giorno infatti non ne vale la pena: incomincerebbero le osservazioni sui contenuti vuoti del romanzo e sulla ripetitività di certe scene o battute. In definitiva un risultato modesto.

  • User Icon

    luisa

    20/06/2005 00.38.26

    La ferocia di Villaggio offre momenti di esilarante e grottesca comicità, cui si contrappone un tragico disgusto di fronte all'accanimento descrittivo di fatti e particolari che pongono l'uomo al di sotto della bestia. Una lettura che non esorcizza il brutto, lo sublima. Più appropriato il titolo "Sono gigione come una belva".

  • User Icon

    allorenzon

    05/02/2005 13.29.13

    Aiutooooooooo.Mamma mia che brutto non compratelo buttate solo via i soldi.Non vuole dire assolutamente nulla.Ma dai Villaggio non ti vergogni di scrivere cose inutili del genere???tu che di intelligenza ne hai da vendere!!!

  • User Icon

    Steve

    31/01/2005 19.58.01

    Avevo letto il precedente libro di Paolo Villaggio e mi ero fatto un sacco di risate. Questo libro è bruttissimo, sconclusionato, fin troppo feroce e assurdo. Tra l'altro di nuovo, per coerenza ovvio, una persona di Sinistra scrive libri per la Mondadori? Questa fa ridere!!! Guccini è stato uno dei precursori...sarà, come loro dicono, il vil denaro che tanto "detestano" che li attrae come un amante tra le braccia di Berlusconi? Imparate da Enrico Berlinguer, che ahimè è morto lasciando un vuoto incolmabile nella politica e nella testa dei sinistrorsi italiani.:(

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione