Traduttore: G. Bottali, S. Levantini
Editore: Fazi
Anno edizione: 2010
Pagine: 383 p., Rilegato
  • EAN: 9788864110981
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 15,72

€ 18,50

Risparmi € 2,78 (15%)

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

€ 9,99

€ 18,50

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Manuela

    29/03/2012 21:08:02

    Il libro mi è piaciuto davvero moltissimo. Non solo per la trama, che ritengo sia oltretutto molto commovente, ma anche perchè cerca di guidare il lettore attraverso quelli che erano i pensieri e le credenze dell'età vittoriana. Lo consiglio vivamente.

  • User Icon

    Roberta

    21/06/2010 11:22:56

    Non ho mai letto "Alice nel paese delle meraviglie" e non sapevo che il personaggio di Alice fosse realmente esistito. L'autore ne ha tratto l'ispirazione da una ragazzina di undici anni Alice Liddel. Tra i due nacque una relazione molto forte, sulla sua natura si fecero molte supposizioni,si parlo' anche di pedofilia ma questo non venne mai accertato. L'autrice cerca di far luce, tramite questo romanzo biografico, sulla causa che portera' alla rottura definitiva dei rapporti tra la famiglia di Alice e Charles Dodgson alias Lewis Carroll. Bella l'ambientazione vittoriana della storia e il ritratto che ne viene fuori di questa donna che non si e' mai del tutto spogliata del personaggio di Alice nella sua vita reale.

  • User Icon

    Romolo Ricapito

    21/05/2010 11:13:03

    Sono stato sempre incuriuosito da Alice Liddell, la donna che ha ispirato il libro Alice nel Paese delle Meraviglie. Questo romanzo mi ha offerto l'occasione di saperne di più. L'andamento è discontinuo: un po' deludente nella prima parte, avvincente nella seconda. La scrittura è accurata e divulgativa, pur senza essere eccelsa. La figura di Alice si staglia in tutta la sua sconcertante ambiguità, così come quella del Reverendo Dodgson (Lewis Carroll). Il personaggio delle Liddell è a tratti irritante, come quando ha sempre un groppo in gola se prova a leggere il romanzo che ispirò, non riuscendoci mai. Ella nasconde segreti che vengono solo parzialmente svelati alla fine. Sulla vicenda, l'ombra, mai fugata, di una vicenda di pedofilia. E tuute le falsità, le cattiverie e i bigottismi dell'età vittoriana. La famiglia della Liddell si caratterizza specialmente con la figura una madre terribile e delle sorelle altrettanto tremende perchè rivali. E poi c'è la storia incompiuta con Leo, fratello dell'erede al trono inglese. La Liddell si contraddistingue come una donna mediocre che ispirò casualmente il romanzo Alice in Wonderland, non essendo all'altezza della grandezza del personaggio della celebre favola. Libro valido, ma non eccezionale. Si può leggere. Soprattutto per appassionati di letteratura e biografie.

Scrivi una recensione