Sopravvissuto-Dead or alive

Michele Romano

Editore: Sovera Edizioni
Anno edizione: 2009
In commercio dal: 1 ottobre 2009
Pagine: 64 p., Brossura
  • EAN: 9788881248568
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 7,12

€ 7,50

Risparmi € 0,38 (5%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Bruno

    09/10/2009 23:50:32

    BELLISSIMO!!!! L'ho letto tutto, d'un botto... Davvero, davvero bello.<...> Ci tenevo a sottolineare come sei riuscito, con poche parole, a rendere quello che , per altri, può essere una semplice amicizia virtuale, ma per chi vive momenti di sconforto e depressione risulta un'ancora di salvezza. Perchè, almeno per me, così è stata. L'aver incontrato la (S)community, [...] mi ha dato una forza che non credevo di possedere...E forse è vero: è possibile che l'amicizia nasca anche da qui, da dietro uno skermo, con delle parole (e poi di parole, noi, ne abbiamo scritte tante). Quel vivere tra sogno e realtà del protagonista (ovviamente "puramente casuale" -???-), tra un letto di ospedale e la sua panchina è una metafora bellissima. Metafora o aneddoto. Ma l'importante, Jerry, Mike, o semplicemente Michele, è sapere che ...nulla accade per caso... e che la vita monotona di ognuno, diventerà un giorno qualcosa di meraviglioso. Fidati! Anche quella di quell'uomo che in quella panchina fantastica un mondo tutto suo. Troverà la stella gemella, troverà quella grinta e quella forza per scrivere parole nuove. Bellissima [...] è la parte in strofe: "L'uomo della pioggia" (modestamente), "Provaci" e "Suonerà" sono le mie preferite. E allora, Michele, spero solo una cosa: che nel tuo viaggio, nel tuo personalissimo viaggio dal letto di ospedale alla panchina, tu possa trovare il tuo Libro delle Ombre e imparare quell'incantesimo nascosto che finalmente ti darà la forza di dimenticare, annientare e fare tuo quel ricordo di quella strega che ti ha incatenato. Così sarai tu a vincere, semplicimente con un'altra, incantevole, poesia...<...>

  • User Icon

    Danilo

    09/10/2009 23:42:47

    In pochissimi giorni, tra un’ora libera e l’altra ho letto “Sopravvissuto – Dead or Alive” di Michele Romano.Tanto breve quanto intenso. <...> Ancora poesie, ma non solo. C’è spazio anche per un breve racconto romanzato. Iniziando a leggere si è subito catapultati in una dimensione di sofferenza, si vive una situazione di dolore ma allo stesso tempo di forza, coraggio e rabbia. E le parole che vengono usate sono molto cariche di sentimento. “Tutto è cominciato così” un’esortazione che da l’incipit a tutto il libro e che narra di un ragazzo, costretto in un letto di ospedale, incapace forse di accettare la dura realtà che lo ha visto ad un passo dalla morte. <...> Inizia poi la parte romanzata, di un uomo in bilico tra la vita e la morte, che viene catapultato in luoghi e spazi temporali di cui egli stesso non riesce a trovare ragione. Solo di una cosa è certo: la felicità che prova quando riesce ad allontanarsi dal suo letto d’ospedale per ritrovarsi su una panchina, quella panchina che lo fa sentire libero, se stesso.Con la mente viaggia e si discosta temporaneamente dalla sua condizione, per tornare a vivere momenti e circostanze che sono in grado di concedergli attimi di grande emozione e verità.Il libro mantiene comunque ben salda quella che è la vera arte di Michele Romano: la poesia.Ed è affascinante il modo in cui sembra rivolgere ogni singolo verso che compone, per qualcuno, forse amici, che lui stesso dice appartenere ad un “mondo virtuale”. <...> Le persone a cui sembrano essere dedicati molti dei versi di questo libro, saranno le stesse che lo accompagnano nella sua vita virtuale e che lo hanno sempre seguito?Non ci è dato saperlo <...> Chissà forse questo libro non è poi così soggettivo come a me e a molti potrebbe sembrare.Personalmente resto colpito da una cosa: non solo io, ma credo molti che avranno occasione di leggere questo libro, potranno in qualche modo sentirsi parte di esso...

Scrivi una recensione