Sorceress

(Picture Disc)

Artisti: Opeth
Supporto: Vinile LP
Numero dischi: 2
Etichetta: Nuclear Blast
Data di pubblicazione: 30 settembre 2016
  • EAN: 0727361382278
Disponibile anche in altri formati:

€ 27,99

Venduto e spedito da IBS

28 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
Descrizione

EDIZIONE DOPPIO VINILE COLORATO.
Ci sono poche band che sono o arriveranno ai livelli degli OPETH. Da quando hanno iniziato a suonare nel 1990 a BandhagenFF, un piccolo sobborgo di Stoccolma, hanno prodotto 12 incredibili album e se chiedete a qualsiasi dei loro fans, o alle etichette discografiche che li hanno prodotti, tutti vi diranno che sono impareggiabili. Il nuovo album della band si intitola “Sorceress”, ed è il primo pubblicato da Nuclear Blast attraverso l’etichetta della band, la Moderbolaget Records. A cominciare dal brano di apertura, ‘Persephone’ a ‘The Wilde Flowers’ e ‘Strange Brew’ ai brani che danno titolo all’album ‘Sorceress’ e ‘Sorceress 2’, questo album degli OPETH, che conta 12 brani, è un’avventura che vi condurrà in un caleidoscopio di panorami sonori senza precedenti. Certamente la band ha sempre prodotto dischi diversi tra loro. Nel 1995, “Orchid” è stato in grado di ridefinire gli standard del death metal. Sei anni dopo “Blackwater Park” cambia di nuovo le carte in tavola, aprendo la strada a “Damnation” del 2003, che esce davvero dalla norma. Cinque anni dopo “Watershed” chiude l’esperienza della band con il death metal. Infine nel 2014, “Pale Communion” spinge la band su sonorità classiche degli anni ‘60, ‘70 e ‘80 mettendole in un contesto brillantemente moderno. Quindi, in che modo è diverso “Sorceress”? “I miei gusti musicali si sono evoluti” dice Åkerfeldt. “ho iniziato ad ascoltare musica jazz ed ho comprato molti dischi di COLTRANE. Prima ero molto legato a sonorità jazz più agevoli, tipo Miles Davis degli anni 50 o Dave Brubeck. Quindi questo è stato l’unico cambio a livello musicale che ho fatto, per il resto sono rimasto legato al Prog, al symphonic rock, al metal e all’hard rock e ai THE ZOMBIES e SCOTT WALKER. Niente di nuovo mi ha chiamato l’attenzione questa volta.” In verità questo non è totalmente vero, perché in questi anni Åkerfeldt ha scoperto IL PAESE DEI BALOCCHI, i BOBAK i JONS, e WIL MALONE.
Åkerfeldt chiarisce però che questo amore per il prog non l’ha influenzato nella stesura di “Sorceress”, che è stato completamento composto nella sala prova degli OPETH, luogo ideale per concentrarsi e scrivere. “Sorceress” è stato registrato al Rockfield Studios in Galles, dove la band ha già prodotto “Pale Communion” nel 2014, con al banco di regia Tom Dalgety. Lo studio, che ha ospitato artisti del calibro dei BUDGIE, QUEEN, RUSH, JUDAS PRIEST, e MIKE OLDFIEL, è il luogo ideale per concentrarsi e produrre. L’album è stato chiuso in 12 giorni.

Disco 1
  • 1 Persephone
  • 2 Sorceress
  • 3 The Wilde Flowers
  • 4 Will O The Wisp
  • 5 Chrysalis
  • 6 Sorceress 2
  • 7 The Seventh Sojourn
  • 8 Strange Brew
  • 9 A Fleeting Glance
  • 10 Era
  • 11 Persephone (Slight Return)