Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Sotto la pelle - Michel Faber - copertina

Sotto la pelle

Michel Faber

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Luca Lamberti
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 4 giugno 2014
  • EAN: 9788806223151
Salvato in 65 liste dei desideri

€ 11,40

€ 12,00
(-5%)

Punti Premium: 11

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Sotto la pelle

Michel Faber

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Sotto la pelle

Michel Faber

€ 12,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Sotto la pelle

Michel Faber

€ 12,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (12 offerte da 6,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Una macchina percorre più volte al giorno una statale deserta nelle Highlands scozzesi. Alla guida c'è una donna, Isserley. Sembra che stia cercando qualcosa. All'improvviso nota sul ciglio della strada un giovane robusto seduto sul suo zaino, gli fa cenno di salire a bordo. Il ragazzo la ringrazia del passaggio, non ha motivo di diffidare di una bella ragazza dall'apparenza inoffensiva. La fattoria in cui Isserley lo conduce è una base sotterranea, un labirinto di cucine, camere frigorifere e gabbie in cui altre prede attendono di essere macellate. Isserley appartiene a un'altra specie, che si definisce umana per distinguersi da quella dei "vodsel", la razza inferiore che riempie le strade e le città e che il suo popolo usa come cibo. I Vodsel siamo noi.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

2,97
di 5
Totale 89
5
20
4
20
3
15
2
8
1
26
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    luca

    16/05/2020 19:42:28

    Disturbante. Ma la fattoria degli animali è tutt'altra cosa. Forse l'autore ci ha voluto mettere dentro un po' troppo e a un certo punto si è perso. Non solo denuncia dell'allevamento animali ma anche ambientalismo ma anche differenze sociali ma anche.... insomma c'era di che scrivere 4 sequel o prequel, altro che un solo racconto...! Idea originale e disturbante si

  • User Icon

    Jess

    11/05/2020 14:17:34

    Si entra in questa storia poco alla volta, raccogliendo indizi e senza "spiegoni", uno stile che personalmente ho apprezzato molto. L'idea di base del romanzo, che naturalmente non posso svelare, si presta secondo me ad essere sviluppata in modo banale e ho trovato qualche passaggio un po' scontato, ma Faber riesce a fare tutto sommato un bel lavoro. Lo consiglierei!

  • User Icon

    Giorgia

    31/10/2019 17:21:07

    Un romanzo fantascientifico nel quale i sentimenti degli ‘alieni’ e degli umani vengono esplorati in profondità, come fa intendere il titolo sotto la pelle siamo tutti simili ed è li che è contenuta la nostra vera essenza. Il libro lascia inquietudine e spunti di riflessione sulla nostra società e su come trattiamo la carne da macello.

  • User Icon

    maria

    25/09/2019 14:19:28

    Faber riesce a catturare l'attenzione del lettore sin dalle prime righe dei suoi romanzi. I suoi personaggi sono sempre molto più complessi di quel che appaiono inizialmente....rivelano sempre una sensibilità e una profondità che si svela mano a mano che la trama della storia si svolge. Sotto la pelle è un romanzo che non si dimentica.....surreale e fantascientifico, anche un po' visionario ma, nello stesso tempo, realistico. I sentimenti, le speranze, i sogni, le sofferenze dei personaggi di questo romanzo, siano essi alieni o umani, sono gli stessi e il fine ultimo di tutte le esistenze è la ricerca della felicità. Ho conosciuto Faber alla presentazione del suo ultimo libro "Il libro delle cose nuove e strane" e mi ha colpito il suo modo pacato di rispondere alle domande, il suo sguardo sempre attento a cogliere dettagli e sfumature della discussione, mi sono quindi incuriosita e ho iniziato a leggere i suoi libri che, peraltro, non mi hanno mai deluso. Li consiglio vivamente!!!

  • User Icon

    Fabiana P.

    17/04/2019 11:48:44

    Faber sa scrivere così bene che ti fa credere nella realtà che crea. Sebbene,a parer mio, "il petalo cremisi e il bianco" sia decisamente di livello superiore, anche questo romanzo mi ha sorpresa. Il messaggio che ci trasmette è scritto chiaramente nelle sue pagine, "Sotto la pelle siamo tutti uguali"; tra una "razza" ed un'altra, che si tratti di uomini o animali, non vi è diversità, siamo tutti esseri capaci di amare e soffrire. Può essere condivisibile o meno il suo punto di vista ma, sicuramente è un interessante spunto di riflessione.

  • User Icon

    Monica

    07/03/2019 17:38:36

    Questo è un libro che ti scava dentro, pian piano ma con determinazione. La trama è inusuale, un miscuglio di generi letterari che produce un risultato davvero unico; un romanzo che ti colpisce come pochi, intimo e devastante. Isserley è una protagonista non-umana e nello stesso tempo molto umana, con la sua solitudine e la sua sofferenza, con la sua insensibilità e poca gentilezza, vittima e carnefice: a guardare le cose dal suo punto di vista assistiamo ad un rovesciamento delle prospettive. E' una storia strana ed inquietante, una di quelle che ti fa sentire smarrito e ti manda alla ricerca di te stesso. Ci si sofferma a pensare a quali comportamenti siano giusti e quali no: non so se l'autore volesse esprimere dubbi animalisti e ambientalisti ma di sicuro è un qualcosa su cui non si può non riflettere. Cosa ci caratterizza come esseri umani? E cosa come esseri viventi? Da dove scaturisce la nostra empatia e verso chi è diretta?

  • User Icon

    ALEX

    06/09/2015 21:41:25

    "sotto la pelle siamo tutti uguali" si legge più volte nel libro, ma io direi che dentro di noi abbiamo tutti un'anima. nessuno escluso, nemmeno il più insignificante degli esseri viventi. perchè tutti abbiamo una storia, solo che abbiamo abbandonato ogni parvenza di umanità che ci contraddistingue. è chiara la denuncia verso una parte della società moderna appiattita dai soliti stupidi programmi televisivi e dalla routine che ci impone la vita quotidiana. come è chiara la denuncia verso una grande parte dell'industria alimentare intensiva che tratta gli animali senza dignità relegandoli a meri oggetti utili solo per il nostro sostentamento, o forse è meglio dire ingordigia. nel libro gli esseri umani sono gli alieni (Isserley si definisce umana più volte), mentre gli abitanti della terra diventano dei vodsel, animali facenti parte della più bassa categoria vivente. inoltre nel libro si asserisce che i vodsel non si sono mai abbastanza evoluti e che non sapevano fare nessuna delle cose proprie degli umani (ovvero degli alieni). l'errore era antropomorfizzare. ma chi può reputarsi realmente umano e chi animale? si denota inoltre il fatto che l'unica donna del libro sia Isserley (fa una breve apparizione una vodsel femmina a spasso col cane e un'altra donna alla fine) e le prede siano tutti maschi, ma non vorrei con questo dare adito a inopportune idee femministe. lessi questo libro appena uscito in Italia in questa stessa edizione e l'ho ripreso dopo aver visto il film ( la trasposizione cinematografica è notevolmente diversa, prende tutt'altra strada). devo dire che mi è piaciuto più ora che 11 anni fa e, pur non ritenendolo un capolavoro assoluto, lo consiglio vivamente. leggeteci quello che vi pare dentro, basta non avere i paraocchi.

  • User Icon

    Ross

    02/07/2015 15:30:28

    Una trama davvero originale (per me, almeno, che non sono sicuramente una grande esperta di "fantascienza" e quindi una storia così non l'avevo mai letta)! Il punto di vista dell'alieno...la "pesca" sul pianeta terra, attuata in modo subdolo e di scarso impatto - nascosto, l'obbligatoria e orrida trasformazione dei cacciatori...insomma, io lo consiglio. E' vero che ogni tanto l'autore si perde un po' e rischia di diventare ripetitivo, ma secondo me ne vale la pena, di arrivare fino in fondo a questo romanzo ben scritto e un po'fuori dagli schemi.

  • User Icon

    hanna

    05/04/2014 11:00:36

    Dopo circa 6 mila e passa di libri letti, non mi sarei aspettata nulla di "sconvolgente" e invece...... Inquietante. Tuttora mi sento sconvolta. Io, da vodsel non riesco proiettarmi nella mente "altrui umani"..Chi sono? come ragionano...sempre "mostrato" attraverso(Faber)la mente vodsel-umana,no? Ma attraverso la logica nostra come facciamo "intendere" la logica degli alieni? Mi ha turbato! Bellissimo!

  • User Icon

    claudia

    14/07/2010 15:02:04

    Aver scoperto che e' lo stesso scrittore del Petalo bianco e il cremisi e' stato una vera sorpresa. Assolutamente diverso, imprevedibile, coinvolgente ed intenso. Un libro che fa riflettere.

  • User Icon

    Marco

    01/09/2009 18:33:13

    Sotto la pelle è un libro di agghiacciante e terrificante bellezza. Non è un libro di fantascienza, anche se la protagonista è un'aliena, è un libro su noi, sul genere umano, sul nostro modo di vivere e di metterci in relazione con il nostro mondo e con la natura; su quello che potremmo diventare se continuiamo così. Il romanzo ci fa entrare nella prospettiva degli altri esseri viventi del nostro pianeta, di chi subisce normalmente le nostre quotidiane violenze, facendoci capire il loro punto di vista, e ci regala una protagonista indimenticabile: il dolore, il desiderio di amore e di tenerezza di Isserley, la sua umanità, la sua curiosità di capire il mondo alieno nel quale è stata catapultata, non può lasciare indifferenti.

  • User Icon

    k88

    18/01/2009 12:50:20

    Stupendo e originalissimo, forse per questo potrebbe non piacere a chi sta cercando semplicemente "il solito bestseller". Un romanzo ben scritto, ben congegnato, e che tiene col fiato sospeso ad ogni pagina, fino al magnifico finale.

  • User Icon

    Alceste

    26/07/2007 14:52:59

    Inquietante e in alcuni passi agghiacciante. Un piccolo mondo al contrario in cui gli esseri umani diventato prede e non cacciatori. Un piccolo mondo che dovrebbe farci riflettere invece sul nostro "grande" mondo.

  • User Icon

    paola giuriati

    06/07/2007 13:05:21

    "Sotto la pelle" è un libro di cui non si può dire sia bello poiché significherebbe banalizzarlo. E' un romanzo sconvolgente, al di là del bene e del male, per scrivere il quale egli ha saputo trasmigrare integralmente in quel sottile ultramondo che abita il nostro mondo senza che noi ne siamo consapevoli e del quale possiamo avere solo le sensazioni vaghe ed estemporanee che la poesia di Faber sa trasmettere attraverso le sue creazioni dai colori e dai toni davvero inusuali. E' una visione!

  • User Icon

    giu

    18/04/2007 20:08:07

    all'inizio non era male, poi ogni pagina mi sembrava ripetersi.. numero interminabile di autostoppisti caricati,momenti di riflessione ripetitivi sul suo tragico passato, finale spento. insomma non mi ha appassionato!

  • User Icon

    vale

    02/02/2007 23:47:24

    Non posso dire che sia illeggibile, ma non l'ho trovato per niente interessante nè coinvolgente. L'idea della storia non è male ma anch'io ho fatto veramente fatica ad arrivare alla fine: l'ho letto in 2 giorni giusto perchè non vedevo l'ora di finirlo ed iniziarne un altro. Molto ripetitivo in certi punti e al contrario di alcuni commenti, letti on line, ho trovato più coinvolgenti le prime pagine, ma poi il libro diventa una noia pazzesca.

  • User Icon

    ladybrett

    09/01/2007 17:51:21

    tra i più brutti che mi sia capitato di leggere. 'fantascienza' scontata in quanto a temi, già sentiti in altre sedi anche migliori, narrazione quasi intollerabilmente noiosa, ripetitività snervante. si avanza sperando in qualche evento che non arriva mai. la protagonista non giunge al traguardo di toccare in alcun modo i sensi di chi legge.

  • User Icon

    Kujo

    30/10/2006 22:36:05

    Non capisco chi si aspettava più spiegazioni. E che ha dato un voto basso per la mancanza di queste. Noi sappiamo tutto. Basta leggere bene. Sappiamo che la razza è aliena (oh su, si parla di una nave nel mezzo di una fattoria e sicuramente non è una nave marittima visto che Isserley deve fare molta strada per vedere il mare e mostrarlo ad Amlis), che il loro mondo non è il massimo della vivibilità, che addirittura solo i più ricchi e potenti possono vivere in superfice. Sappiamo che hanno scelto i terrestri come cibo e sappiamo che è una pratica che va avanti da anni e che sicuramente non cesserà con la morte della protagonista (si parlava già di mandarle un'aiutante e di recuperare una femmina-vodsel per "coltivarli" sul loro pianeta). La storia è solo uno spaccato dell'intera vicenda. Non c'è un inizio, non ci viene spiegato come inizia questa "invasione". Non c'è una fine... nessun eroe che combatte gli alieni e salva il mondo. Ma che importa? E' un libro che racconta una storia, bellissima e scritta benissimo. Che non si perde nella banalità di un racconto classico che parte da un inizio e finisce dove tutti si aspettano che dovrebbe finire. Ci ho visto dentro anche una critica sul modo in cui consumiamo certi cibi senza porci troppi problemi sulla loro provenienza e sul trattamento subito dagli animali da cui è ricavato. Ma queste potrebbero essere semplicemente fantasie mie. Resta cmq un racconto originale, che ti prende e scorre veloce, dandoti quel che non ti aspetti e forse togliendoti quel che ti aspetti. Ma per me non è un contro e per questo gli do il massimo: consigliatissimo!

  • User Icon

    Tullio

    18/10/2006 14:42:44

    L'idea di partenza potrebbe anche essere buona, peccato che è una rielaborazione de "La sentinella", un racconto di Arthur C. Clarke del 1948. Per il resto fa pena, lo svolgimento ed il mantenimento della suspence sono da corsi di scrittura creativa, vi sono alcuni buchi logici che un appassionato di FS non può perdonare ed il finale è tirato via con un escamotage, come se l'autore non avesse idea di come concludere o avesse di meglio da fare. Il fatto che sia l'opera prima dell’autore e che sia uscita solo dopo il gran successo de "il petalo cremisi ..." ci dice che la pubblicazione è avvenuta solo per scopi commerciali.

  • User Icon

    ilaria

    07/10/2006 15:06:49

    Non sono riuscita ad apprezzare nulla di questo libro, non ce l'ho fatta neanche a terminarlo. Pesante, non scorrevole e privo di significato.

Vedi tutte le 89 recensioni cliente
  • Michel Faber Cover

    Michel Faber è cresciuto in Australia e dal 1993 vive in una vecchia stazione ferroviaria nel nord della Scozia. È autore, tra l'altro, della raccolta di racconti La pioggia deve cadere (Einaudi Stile libero, 2008) e dei romanzi, pubblicati da Einaudi: Sotto la pelle (Stile libero, 2004 e Super ET, 2006), A voce nuda (Stile libero, 2005), Il petalo cremisi e il bianco (Stile libero, 2003 e Super ET, 2005), I gemelli Fahrenheit (Stile libero, 2006) e I centonovantanove gradini (L'Arcipelago, 2006). Nel 2005 ha partecipato a Il mio nome è nessuno. Global Novel e ha pubblicato in anteprima mondiale in Italia la raccolta di racconti Natale in Silver Street (Stile libero, 2005). I suoi libri sono tradotti in 22 paesi. Approfondisci
Note legali