Categorie
Traduttore: D. Paggi, M. Paggi
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2001
Formato: Tascabile
Pagine: 567 p.
  • EAN: 9788804500131
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 5,67

€ 7,88

€ 10,50

Risparmi € 2,62 (25%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Pasquale

    18/01/2015 11.53.01

    Mi sono sempre piaciuti i libri di Le Carrè ma questo romanzo non è all'altezza di La talpa, Tutti gli uomini di Smiley o La tamburina. 567 pagine dedicate alla biografia del protagonista che tradisce il proprio Paese per l'influsso negativo del padre truffatore di professione e dei suoi complici. Non sono certo facili da leggere i suoi libri ma all'inizio di ogni capitolo, che reputo troppo lunghi, non è facile capire di chi, cosa e a quale periodo storico si riferisce la situazione che l'autore sta descrivendo, per cui la lettura diventa noiosa e prolissa. Peccato.

  • User Icon

    maurizio

    12/12/2009 19.20.31

    IL più autobiografico,lirico e bel libro nelle pagine letterarie di questo grandissimo scrittore del 900'.Continui flashback sull'arco passato - presente - futuro,contribuiscono a disegnare una grande saga dello spionaggio inglese.Rapporto con il padre appena defunto,poi con il figlio,poi con i colleghi de la intelligente britannica,bello come la Talpa e Amici Assoluti,deludente per chi si aspetta action book come quelli di Ludlum o Dan Brown, IL Maestro è fluviale,lento,introspettivo come non mai,sue caratteristiche peculiari della sua scrittura che qui vengono esaltate.La sua sparizione getta nel caos i suoi colleghi britannici...,e non.Grande letteratura non solo di intrattenimento.

  • User Icon

    Rokossovskij

    05/09/2008 12.19.39

    Il massimo del massimo, per Le Carré ed in generale. trovatemi un altro esempio di letteratura così complessa e bella al servizio di una trama (che avrebbe potuto essere, in mano a chiunque altro, tipo Follet) convenzionale. Lo dico: Magnus Pym, c'est moi!

  • User Icon

    Maurizio Ricci

    01/05/2006 00.58.55

    Siamo di fronte ad un libro di confine nella produzione del Nostro: non segue il solito clichè del classico racconto di spionaggio, con una evoluzione lineare e qualche colpo di scena piazzato quà e là.... non troverete qui un'altra "spia che venne dal freddo".....Mi dispiace che alcuni lettori abbiano trovato "confusa" la narrazione: non è così; l'alternarsi di episodi collocati in periodi differenti è una condizione necessaria per poter comprendere Magnus, crescere con lui e farci comprendere le motivazioni che possono mutare i comportamenti quasi automatici di una "Spia perfetta"......Un libro riuscitissimo, forse il miglior romanzo uscito dalla penna di Le Carrè.

  • User Icon

    andrea

    02/12/2005 11.54.02

    Descrizione dei personaggi troppo approfondite che non arricchiscono il racconto ma lo rendono lento e monotono. non mi ha coinvolto.

  • User Icon

    Filippo

    17/03/2005 17.35.24

    Un intrigo interessante ed una approfondita analisi dei personaggi ne fanno un signor LIBRO. Deludente per gli amanti di inseguimenti e sparatorie.

  • User Icon

    michele

    14/10/2004 15.21.46

    La narrazione risulta troppo spesso confusa, al punto da rendere difficile il concatenamento degli eventi e dei personaggi. Leggermente interessanti alcuni risvolti psicologici dei protagonisti.

  • User Icon

    Roberto.Adi

    05/05/2004 19.01.20

    Per essere un libro che parla di spionaggio, è troppo introspettivo e in alune parti risulta veramente lento e noiso; sarà che preferisco libri di azione che mi tengono sveglio, ma questo proprio non mi è piaciuto

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione