Splendori e miserie delle cortigiane

Honoré de Balzac

Traduttore: M. Ferro
Editore: Einaudi
Anno edizione: 1991
Formato: Tascabile
Pagine: XLV-573 p.
  • EAN: 9788806122683
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 7,90

€ 9,30

Risparmi € 1,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    sandro landonio

    05/11/2010 01:18:01

    La prima metà di questo libro pare rincorrere dei modelli da romanzo popolare con una serie di colpi di scena, che sembrano costruiti ad arte. Si è lontani dal miglior Balzac e certe situazioni un po’ improbabili condite con una ridda di personaggi, le cui vicende si intrecciano a quelle di altri romanzi, rendono la lettura poco stimolante. Discontinuo è il ritmo, ma costante è l’idea che nulla si contrappone alla furbizia malvagia degli uomini: poveri e ricchi, potenti e miserabili, tutti sono accomunati dalla volontà di primeggiare usando i mezzi a loro disposizione ed aiutando la sorte con intrighi più o meno leciti. Nella seconda metà del libro si tirano le file di varie premesse, la qualità della scrittura migliora, il ritmo diventa più incalzante e, come conseguenza, l’interesse del lettore aumenta. In queste pagine Jacques Collin compie il proprio trionfo, nessuno degli antagonisti può paragonarsi a lui per forza di carattere, rapidità d’azione e di pensiero. Il mio consiglio personale a chi si avvicina per la prima volta a Balzac é di non partire da questo libro, sia per la lunghezza, sia per la difficoltà di seguire il dipanarsi della vicenda.

Scrivi una recensione