Categorie

Tea Ranno

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2012
Pagine: 365 p. , Brossura
  • EAN: 9788804614692

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    nadia

    29/07/2016 17.13.02

    Ottimo romanzo, con una scrittura potente ed evocativa. Complimenti all'autrice

  • User Icon

    lorena

    24/02/2016 08.46.51

    Meraviglioso è dir poco! Mi sono venute le lacrime nel riporlo sullo scaffale. E' il mio primo romanzo di questa bravissima scrittrice che ha saputo coinvolgermi e trasportarmi in una Sicilia profumata di agrumi, gelsomino e mandorle ma anche amara, rabbuiata dalle rigide convenzioni e dalle pesanti regole sociali del tempo. Una storia d'amore che fa palpitare il cuore, un dramma, un clima di incertezza dove fa sempre capolino una piccola speranza. Consigliato.

  • User Icon

    Ragnetto

    08/10/2012 11.28.41

    Splendido romanzo, tristissimo e commovente, ma splendido. Mano a mano che la storia si dipana si intuisce che l'autrice sta parlando di un fatto realmente accaduto, così come si intuisce il finale della storia e questa consapevolezza fa sì che la tristezza ti accompagni pagina dopo pagina, riempiendoti il cuore di malinconia. Bravissima a mio parere la Ranno nel riuscire a costruire un intero romanzo intorno ad una vicenda tutto sommato breve, dove non succede niente di eclatante, a parte l'ultimo giorno, e anche questo viene dilatato all'inverosimile, così da creare suspense e aspettativa.

  • User Icon

    Agata

    10/06/2012 09.26.25

    Bellissimo romanzo.Coinvolgente la storia che si dipana prima con lentezza,quasi che l'autrice voglia farci entrare in punta di piedi nella Sicilia degli anni venti, nella psicologia dei personaggi.I sogni ad occhi aperti della giovanissima Vincenzina sembrano essere quelli che caratterizzano un romanzo rosa. Ma di rosa, questa storia non ha nulla. Nel finale si fa quasi noir, con il ritmo che incalza,col fiato che accelera, con gli occhi che corrono sulle parole per "vedere" cosa succederà.Sì, si "vede" molto questa storia e si "sente" anche.Alla fine mi sono commossa fino alle lacrime. Al lettore resta struggimento,rabbia,tenerezza e per chi,come me,è di origini siciliane,anche un riconoscere le usanze,i luoghi,madri e nonne che forse hanno vissuto in qualche modo questa realtà amarissima.Un suggerimento che desidero dare:che non si vada a leggere i ringraziamenti dell'autrice(posti alla fine del romanzo)prima di aver completato la lettura.Io purtroppo l'ho fatto,ché non capivo se era una storia vera oppure no,ché volevo (intanto che leggevo) sapere quanta realtà ci fosse. E così mi sono "bruciata" il finale...perché lì l'autrice non solo ringrazia ma rivela in qualche modo l'epilogo del romanzo. Brava Tea Ranno!Ho amato molto "Cenere" delle streghe e ora questa splendida sposa!

  • User Icon

    livia

    14/05/2012 16.56.42

    Un bellissimo libro, molto più di un romanzo. Nelle pagine c'è tutta la sicilitudine di quel tempo, nell'insieme di colori e sapori che questa grandiosa scrittrice ha saputo amabilmente trasmettere.

  • User Icon

    michele rizzo

    23/03/2012 20.00.38

    Romanzo affascinante scritto da una giovane scrittrice che autorevolmente s'impone nel campo letterario nazionale per lo stile, la ricchezza del linguaggio,la struttura dell'opera. Dopo la pubblicazione dei precedenti romanzi: "In una lingua che non so più dire" e "Cenere", la "Sposa Vermiglia" conferma la maturità dell'Autrice e lascia prevedere sempre più importanti traguardi. Da rilevare che l'ambientazione delle sue opere è il paese d'origine, Melilli, paese millenario della provincia di Siracusa, del quale ha saputo cogliere e rappresentare paesaggio, usi e costumi con intima partecipazione.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione