Una stella tra i rami del melo

Annabel Pitcher

Editore: TEA
Collana: Teadue
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 19 giugno 2014
Pagine: 207 p., Brossura
  • EAN: 9788850232048
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Tutti continuavano a dire che col tempo sarebbe passata, ma Jamie sa che è solo una di quelle bugie che i grandi dicono nelle situazioni difficili. Da quando sua sorella Rose è morta in un attentato sono passati cinque anni, e ora è peggio che mai: il papà beve, la mamma se n'è andata con un altro e a Jamie sono rimaste tante domande a cui deve rispondere da solo. Anche sua sorella Jasmine, la gemella di Rose, non sembra essersi ripresa: si è tinta i capelli di rosa, si è fatta un piercing e ha smesso di mangiare. Jamie però ha deciso di salvarsi: gioca con il suo gatto Roger, pensa alla maglietta di Spider-Man che desidera tanto e fa amicizia con Sunya, una bambina musulmana, cercando di tenerlo nascosto al padre. Quando un giorno vede alla tv l'appello per partecipare a una trasmissione di giovani talenti, sogna che possa essere un modo per salvare la sua famiglia... Sullo sfondo del piccolo mondo di Jamie rimbombano le grandi questioni dell'umanità, ma è la sua voce trasparente e pura, sono i suoi occhi ingenui di bambino che danno la misura della forza che hanno solo le cose essenziali: l'amore della mamma, la verità della morte, l'immensità della vita.

€ 7,22

€ 8,50

Risparmi € 1,28 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

€ 4,59

€ 8,50

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Franco

    16/11/2018 15:50:57

    Una storia drammatica , malinconica, ironica raccontata dal protagonista: un bambino di dieci anni, con i ragionamenti e atteggiamenti tipici dell'età. lo scorrere e i cambiamenti della vita di una famiglia dopo un tragico attentato. Forse un pò strano il ricorso a un talent show per risolvere il legame padre - madre. Comunque un ottimo libro, da leggere per emozionarsi.

  • User Icon

    Elisabetta

    19/09/2017 09:32:11

    L'ho trovato malinconico ma mi è piaciuto molto. Assumendo la prospettiva di Jamie si ripensa alla propria infanzia, con i ragionamenti e i comportamenti tipici di un bambino.

  • User Icon

    Rosanna

    04/05/2015 08:48:07

    Libro di gradevole lettura anche se tratta una storia triste e drammatica. Il pregio è proprio la freschezza con cui il protagonista,un bambino di dieci anni,racconta dello sfascio della sua famiglia in seguito alla morte di una delle sue due sorelle in un attentato terroristico. James descrive con lucidità il degrado in cui è caduto il padre,incapace di affrontare il lutto,che passa le sue giornate ad ubriacarsi,non ammette l'abbandono della madre,rifugiatasi nelle braccia di un altro uomo per sfuggire alle accuse del marito che la ritiene ingiustamente responsabile della tragedia,ma soprattutto ci regala pagine di poesia nel tratteggiare le figure della sorella e della compagna e amica del cuore,le uniche ad assicurargli affetto e sostegno costanti e inalterati. Non mi è piaciuto il ricorso al talent come espediente per risolvere il blocco affettivo del padre e svelare l'inconsistenza della madre,personaggio incomprensibile per la sua indifferenza nei confronti dei figli. Carino ma non entusiasmante.

  • User Icon

    Paola

    25/11/2014 14:06:37

    Una storia speciale e veramente originale. Un piacere leggerla perchè scritta con il linguaggio di un bambino dal quale arrivano mille emozioni che coinvolgono e commuovono. Insomma un libro che vale la pena leggere. A voler proprio trovare un difetto non mi sembra ci azzecchino molto con la storia nè il titolo nè la copertina

  • User Icon

    Nadia lorenzi

    09/11/2014 19:20:39

    É un libro molto commovente ,ma nello stesso tempo coraggioso, la madre é una egoista,capisco il dolore ,ma non si puó anteporre la propria felicità a quella dei figli!

  • User Icon

    Mariflo

    31/08/2014 21:10:42

    Definire bello questo libro mi pare inappropriato, limitativo. Durante la lettura ho provato diverse emozioni - angoscia, tristezza, rabbia, commozione - ho versato qualche lacrima e ho sorriso più di una volta. L'ultima parte, soprattutto, è stata un crescendo di emozioni e ha dato un senso a tutto il libro, soprattutto all'atteggiamento del padre, che fino ad allora avevo trovato irragionevole e, a tratti, fastidioso. Lo stile è fluido e piacevole. Ve lo consiglio.

  • User Icon

    rosalinda

    04/07/2014 11:00:14

    Bellissimo libro,argomenti delicati sono affrontati con dolcezza e spontaneità. Commovente e a tratti anche ironico,alla fine il bambino lascia il posto ad un ragazzo che si apre al futuro custodendo dentro di sè il tesoro di un passato ormai trascorso per sempre.

  • User Icon

    Erika

    29/01/2014 19:12:54

    Stupendo. Jamie il nostro piccolo narratore, si fa subito amare, con la sua ingenuità, la sua semplicità di vedere le cose, il suo modo di esprimere i sentimenti, riesce a dire cose toccanti e allo stesso tempo crudeli...riesce ad arrivare dritto al cuore.Non pensate al libro come una storia angosciante....no!Certo, si parte da una tragedia familiare, ma il tutto è narrato con delicatezza, e semplicità, poichè è raccontato da un bambino di 10 anni. Veramente un libro bellissimo....dove si trattano tutti i temi: razzismo, alcolismo, abbandono, amicizia...e l'amore fraterno, che riesce a sostenere i 2 protagonisti, a farli sfogare e renderli ancora più complici.

  • User Icon

    MICHELA

    23/09/2013 13:15:34

    Ottimo libro. La perdita di un figlio può unire la coppia ma anche distruggerla. E distruggere cosi anche chi ti è accanto, in particolare gli altri figli. Molto bella la figura della gemella di Rose che aiuta, consola, si preoccupa e ama il fratellino come fosse lei madre e padre per lui. Consigliato anche per la bellezza del modo in cui è scritto, semplice e reale, un bambino che racconta

  • User Icon

    Dania

    01/07/2013 09:15:35

    Un piccolo gioiello. Commovente, a tratti esilarante. Consigliatissimo.

  • User Icon

    Laura

    27/11/2012 11:23:35

    Incipit fulminante, storia toccante, personaggi ben delineati. Uno di quei romanzi che ti entra dentro e ti si stampa come un tatuaggio nella memoria. L'autrice riesce in modo mirabile a dar voce alle paure, ai sogni, ai desideri, ai dolori, alle delusioni di una bambino di 10 anni. Un bambino isolato, vittima del bullismo dei suoi compagni, trascurato dai genitori, troppo presi dal proprio dolore per vedere quello dei figli, che trova calore ed amicizia in una piccola musulmana, anche lei ai margini, ma che per questo si sente un traditore. In questo deserto spicca la dolente figura della sorella e il gatto Roger. Un libro commovente e divertente insieme: un piccolo gioiello.

  • User Icon

    claudio

    13/10/2012 07:54:18

    Mi associo a tutte le lodi che ho lette nelle recensioni precedenti. Mi è capitato per caso una di queste recensioni, non l'avevo notato quando è uscito. Tutti gli aggettivi finora riportati sono proprio veri, ma in particolare ricordo il "commovente". Questi bambini che credono ancora nella mamma, ne restano delusi, ma riescono a superare il trauma. L'unica cosa che non ho capito è il titolo: è molto meglio e più appropriato il titolo originale.

  • User Icon

    Carlo

    21/09/2012 09:37:20

    Non possono che unirmi al coro unanime di elogi a questo libro. E' qualcosa di straordinario. "Mia sorella Rose abita sulla mensola del camino..."è uno degli incipit più incredibili che mi sia mai capitato di leggere e, dopo questo esordio, si sale su un "treno" pieno di piccoli episodi gioiosi e tristi e non si vorrebbe più scendere. L'autrice che dimostra una padronanza superba per essere alla sua prima esperienza, non cade mai nel tranello del "troppo". E' sempre misurata nel dipingere ogni quadro, pur affrontando anche temi molto importanti come, il razzismo, il bullismo a scuola, il terrorismo islamico e la morte che può colpire anche i piccoli, in tutte le sue forme più atroci. Il rapporto di Jamie con Jasmine, per lui sorella maggiore, ma anche mamma , e a volte sorellina più piccola da coccolare .Quello con la piccola, deliziosa Sunya, imprigionata nel suo velo a cui la costringe una tradizione per lei incomprensibile, che le vieta molte delle gioie degli altri bimbi, come il Natale, ma che nel contempo la rende unica e irresistibile.I loro dialoghi, ammantati di una tenerezza infinita, toccano temi profondi e delicati, che meritano una ripetuta lettura, per coglierne tutti gli aspetti più reconditi. E anche il padre, che lotta, quasi sempe invano, con i suoi demoni e con il fantasma di Rose.E poi tanti altri personaggi secondari, buoni e cattivi, compresi il delizioso gattino Roger e l'assente madre.Un plauso anche agli "Allievi della scuola di traduzioni di Torino" che hanno svolto un eccellente lavoro di trasposizione nella nostra lingua. Unico neo, secondo me, ma non è certo colpa loro, la scelta del titolo italiano che, per quanto poetico, non ha nulla della forza dirompente di quello originale, che è anche, in parte, l'incipit già riportato:"Mia sorella vive sulla mensola del camino".

  • User Icon

    barbara

    05/08/2012 21:39:22

    Bellissimo, introspettivo, commovente, vero.

  • User Icon

    simona

    15/06/2012 09:36:20

    Stupendo, grandioso...ci si immerge nel mondo visto da un bimbo di dieci anni e per tutto il libro vivi con i suoi occhi e con la sua anima... Incredibile quanto i bambini riescano a nascondere la propria sofferenza dinanzi a tragedie così grandi.

  • User Icon

    DONATELLA

    14/04/2012 10:19:26

    Tenero,commovente,un argomento difficile trattato in modo delicato.Da leggere per riflettere.

  • User Icon

    elena

    12/04/2012 18:43:46

    stupendo! ho scoperto questo libro per caso, ma l'ho letto tutto d'un fiato... ci si ritrova coinvolti nella storia: descritta in modo davvero realistico la fatica di sopravvivere ad una perdita in famiglia, narrata con tanta delicatezza la complessità dei sentimenti del ricordo, dell'odio, della riscossione... mi ci sono ritrovata, mi ha fatto compagnia fuori dalla lettura, porta a riflettere... da leggere assolutamente!

  • User Icon

    lory

    24/03/2012 15:19:33

    Che bel libro! e i temi trattati non sono sicuramente leggeri, tutt'altro: la famiglia, l'amicizia, la morte, l'integrazione. Tutto però raccontato con un tocco lieve, perchè è descritto quello che percepiscono gli occhi di un bambino.

  • User Icon

    Isa

    23/02/2012 12:23:54

    "Dalla voce di un indimenticabile bambino narratore un romanzo che vola su un'altalena di emozioni: si piange e si ride come nella vita vera"

  • User Icon

    taty

    08/02/2012 10:25:22

    gran bel libro! storia molto toccante e ben sviluppata. consigliato!

Vedi tutte le 26 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione