Lo stolto. Di Socrate, Eulenspiegel, Pinocchio e altri trasgressori del senso comune

Diego Lanza

Editore: Einaudi
Collana: Saggi
Anno edizione: 1997
In commercio dal: 1 gennaio 1997
Pagine: 288 p., ill.
  • EAN: 9788806143268
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Descrizione
Lanza sviluppa la sua ricerca delle diverse figurazioni della "stultitia" recuperandole in Aristofane e in Platone, in Andersen e Collodi, Cervantes e Woody Allen e sottolineando come sia lo stolto che la stoltezza non costituiscono né un elemento chiaramente definibile una volta per tutte, né una figura semplicemente ripetitiva. La "stultitia" è infatti un'incognita a cui di volta in volta viene attribuito ciò che disturba il senso comune, ciò che in quel momento è considerato ridicolo, ripugnante o riprovevole. Così la figura dello stolto è mutevole, essa cambia infatti con il trasformarsi dello stesso senso comune e della razionalità che la definiscono: Socrate, Pinocchio, Till Eulenspiegel, Calandrino, Zelig, sono esempi in questo senso.

€ 11,15

€ 20,66

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:

€ 17,56

€ 20,66

Risparmi € 3,10 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile