Categorie

Storia dei longobardi. Con testo latino a fronte

Paolo Diacono

Traduttore: A. Zanella
Anno edizione: 1991
Formato: Tascabile
Pagine: 576 p.
  • EAN: 9788817168243

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 6,48

€ 12,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    alex

    09/06/2017 20.38.16

    ho preso 30/30 all'esame di Storia Medievale con il prof. Alessandro Barbero e non arriverei mai a dire che Paolo di Warnefrit fosse un nazionalista. Orgoglioso delle sue radici sì, ma anche buon cristiano che non lesina critiche (influenzato in questo dalla propaganda della chiesa da Gregorio Magno in poi) ai suoi antenati, e infine anche funzionario dell'impero di Carlo Magno re dei Franchi e dei Longobardi. Se poi la Frugoni davvero ha detto che quello è il peggiore periodo della storia d'Italia, mi sa che non ha fatto caso a quanto successo nella prima metà del '900. Infine il latino di Paolo è quello di un uomo dell'VIII secolo (il latino classico non si parlava da - mah, 6 secoli?), e faceva così schifo che era anche stato chiamato da Carlo Magno alla Schola Palatina per contribuire a fondare la nuova cultura europea.

  • User Icon

    piero giombi

    17/01/2012 19.02.36

    Bruno Luiselli, nell'introduzione, e Antonio Zanella, nelle note, cercano di far credere che il dominio longobardo in Italia sia stato una specie di Rinascimento. Ho preso 28/30 all'esame di Storia Medievale a Bologna e se avessi detto una cosa del genere non sarei arrivato neanche al 18/30. Neppure Paolo Diacono, longobardo nazionalista, avrebbe preteso tanto. Si facciano una chiacchierata con la storica Chiara Frugoni, che ha definito questo periodo il peggiore nella storia d'Italia. Aggiungo che il latino di Paolo Diacono è terrificante.

Scrivi una recensione