Storia della Russia sovietica. Vol. 4\4: Le origini della pianificazione sovietica (1926-1929). L'unione Sovietica, il Komintern e il mondo capitalistico.

Edward Carr

Traduttore: A. Serafini
Editore: Einaudi
Anno edizione: 1978
Pagine: XV-325 p.
  • EAN: 9788806301552
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 24,15

€ 28,41

Risparmi € 4,26 (15%)

Venduto e spedito da IBS

24 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

In questo volume della Storia dell'Unione Sovietica, Carr ci introduce nell'ambito delle relazioni sovietiche e del Komintern con gli Stati occidentali.
Il 1929, un anno già fondamentale nella storia dell'Unione Sovietica per il definitivo consolidamento del potere staliniano, è anche il punto terminale di una radicale modificazione delle relazioni internazionali tra il movimento comunista e il mondo capitalistico. Consonanti con una strategia che sotto il profilo politico ha segnato la scomparsa di ogni palese opposizione interna e che ha portato sul piano economico alla collettivizzazione forzata dell'agricoltura, le linee della politica estera sovietica si sono progressivamente informate a una cauta diplomazia di Stato, condizionando e affievolendo il ruolo originario del Komintern. In questa nuova dimensione, svanite le speranze di una rivoluzione mondiale, i soggetti storici della strategia comunista ridefiniscono la propria identità e i propri comportamenti, ritessendo una rete di relazioni con gli Stati dell'Occidente capitalistico spesso antagonistica con le aspirazioni e la politica dei partiti comunisti nazionali.
Cosí, mentre si rafforza il peso relativo dell'URSS sulla scena politica mondiale, si articola un nuovo e decisivo dibattito che coinvolge tutte le strutture del movimento operaio e comunista: Soccorso Rosso e Internazionale Contadina, organizzazioni della gioventú e Segretariato Femminile. Attento alla complessità del tema, che lo porterà ad affrontare nei prossimi due volumi gli specifici rapporti dell'URSS con i partiti comunisti del mondo capitalistico e con i paesi dell'Asia, dell'Africa e dell'America latina, Carr ci introduce ora nell'ambito delle relazioni sovietiche e del Komintern con gli Stati occidentali.

Prefazione. Elenco delle abbreviazioni. Parte quarta. Relazioni internazionali. A. L'Unione Sovietica e il mondo capitalistico. LVII. La diplomazia, la guerra e la pace. LVIII. I rapporti con l'Inghilterra. LIX. I rapporti con la Germania. LX. I rapporti con la Francia. LXI. Le relazioni con l'Italia. LXII. I rapporti con l'Europa orientale. LXIII. Unione Sovietica e Stati Uniti d'America. LXIV. I rapporti col Giappone. LXV. Il quadro internazionale. B. Il Komintern e il mondo capitalistico. LXVI. Il Komintern e la politica estera sovietica. LXVII. La stabilizzazione relativa. LXVIII. Pressioni da sinistra. LXIX. Il Profintern e i sindacati. LXX. Il VI Congresso. LXXI. Il programma del Komintern. LXXII. La nuova linea si fa piú dura. LXXIII. Gli organi ausiliari. LXXIV. Gli organismi di fronte. Indice dei nomi.