Traduttore: F. Diano
Editore: BEAT
Collana: BEAT
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
Pagine: 651 p., Brossura
  • EAN: 9788865590850
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 9,35

€ 11,00

Risparmi € 1,65 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibile in 2 gg lavorativi

Quantità:

€ 5,94

€ 11,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    AdrianaT.

    07/01/2017 08:55:16

    La vita e la morte di Robert Schumann, "povero d'azioni e ricco di pensieri", con preziosi annessi e connessi: 700 pagine di passione e amore per la musica, e di passione e amore tout court. Ottimo assist per Filippo Tuena e il suo 'Memoriali sul caso Schumann'. La vita e la morte di Robert Schumann, "povero d'azioni e ricco di pensieri", con preziosi annessi e connessi: 700 pagine di passione e amore per la musica, e di passione e amore tout court. Ottimo assist per Filippo Tuena e il suo 'Memoriali sul caso Schumann'. https://youtu.be/hrVxvZAUuZU https://youtu.be/iY6pywsNAJs

  • User Icon

    Lady Libro

    12/06/2012 16:21:05

    Veramente un libro bruttissimo. Pieno di sostantivi legati alla musica (e se uno non è un esperto non ci capisce niente), riempitivi inutili scritti tanto per creare un mattone, con una squallida e freddissima storia d'amore. E soprattutto alla fine si capisce quanto è inutile questo noiosissimo libro.

  • User Icon

    Motoskipho

    11/03/2010 13:55:37

    Biografia romanzata di Robert Schumann, libro colto, scritto con ottima tecnica. Pessima invece l'edizione italiana. Innanzitutto la traduzione. Nel complesso è buona tranne che per quanto riguarda la terminologia musicale, cosa non da poco in un libro sulla musica! La traduttrice confonde ottave e ottavi, armoniche e armonie, intervallo e tono, tempo e ritmo, tonalità e tocco, chiave e tonalità. E sbaglia completamente alcuni termini, scrivendo ricapitolazione anziché ripresa, scala crescente anziché ascendente. Qua e là ci sono altre perle raccapriccianti come "settime dominanti", "doppie pause", "ritmi controversi", "cambiamenti di tono", "mettere a punto la corda di un semitono", "variazioni a staccato", "insegnante di voce", "cinque diminuite". Scopriamo che la prima sonata di Brahms inizia con un "andante popolare" (ROTFL), che nell'acronimo ASCH la A è "la maggiore" e H "si bemolle maggiore", confondendo note e tonalità. C'è anche un patetico tentativo, in una NdT, di spiegare la traslitterazione del nome BACH, attraverso la notazione inglese e ottenendo così BACB! E purtroppo non basta. Ad un certo punto si arriva alla pag. 547 dove arriva il vero e proprio "sabotaggio": siamo nel 1848, in Prussia scoppia la rivoluzione, cito testualmente: "Federico Guglielmo IV cercò anche di eliminare la CIA (da non confondere con il Federal Bureau of Investigation, suo specchio nella repressione e tuttavia suo maggior nemico [...]). Ma la CIA fece sapere al re che, se non poteva esistere, lo Stato stesso non sarebbe potuto esistere, perché lo stato è una religione che richiede lo sradicamento dei segreti [...]. Il re, rendendosi conto che la CIA possedeva "l'arcano degli arcani" autorizzò la continuazione delledelle sue attività, fingendo pubblicamente di averla dissolta". Questo brano è talmente surreale che non posso pensare che sia presente nel testo originale, posso solo pensare ad un pesce d'aprile, ad una malevola inserzione da parte di una terza mano sopravvissuta ad un inesistente editing. Che peccato...

  • User Icon

    carmela

    26/03/2009 12:04:21

    da leggere assolutamente se sei musicista.

  • User Icon

    tatessa

    11/06/2006 00:19:31

    un'emozione perpetua. Temo che non mi lascerà mai. Splendido.

  • User Icon

    Silvia

    24/03/2006 12:27:35

    Il libro è sicuramente poetico così come ho trovato interessante e curioso l'affresco dei musicisti dell'epoca, ma a tratti lo scrittore ha esagerato e la lettura proprio non andava avanti. Troppe digressioni.

  • User Icon

    Serena

    24/02/2006 11:18:18

    La vita di Robert Alexander Schumann vista nei toni tipici del Romanticismo. Genio e sregolatezza che si fondono nella figura di questo anti - eroe. Colpisce la capacità dell'autore di delineare la psicologia dei personaggi. Trama arricchita da vari riferimenti storici che rendono l'opera particolarmente viva ed interessante.

  • User Icon

    Natalia

    23/02/2006 10:35:50

    Struggente....? Forse.... l'unica certezza è che veramente stato una fatica leggerlo, per non abbandonarlo dopo le 500 pagine, non ne potevo più, ho dovuto ricaricarmi con "Mistandivo'" di L. Romano (veramente piacevole!) è sovraccarico di riferimenti a persone (non personaggi) citate solo una volta, di riferimenti storici, quindi grande merito all'autrice per la minuziosa ricerca del materiale, ma credetemi le oltre 700 pagine sono veramente state pesanti..... è scritto molto bene ma lo struggimento del protagonista a me non è arrivato...

  • User Icon

    brian

    27/01/2006 14:18:49

    Ho trovato questo libro molto poetico e ricco di contenuti storici,anche se in alcuni punti stenta un po nel procedere.Lo consiglio soprattutto a persone che non si aspettano di trovare nel libro un risvolto di intrighi e passioni come di solito ci hanno abituato gli scrittori contemporanei.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione