Editore: Mondadori
Collana: Arcobaleno
Anno edizione: 2016
Pagine: 286 p., Brossura
  • EAN: 9788804660156

Età di lettura: Young Adult

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 9,12

€ 14,36

€ 16,90

Risparmi € 2,54 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello


Un libro come un bacio lungo un giorno e una notte, con quello stesso sconvolgimento. Un libro come la prima vera lettera d'amore.

Una parte di me spera con tutte le sue forze che mi venga a riprendere, come fa sempre. Che mi tiri per un braccio e mi baci senza smettere mai.

Succede anche che Sofia Viscardi si sia alzata alle cinque di mattina per scattare la foto di un'alba milanese. Un piumone sui tetti, le sneacker rosse, la camicia di denim, la macchina fotografica, le cuffiette, un libro, Il mondo di Sofia, stanno lì ad arredare una scena clou che accade nel suo romanzo. Succede racconta la vita di Margherita, una ragazza che somiglia un po' a Sofia: lei è timida, è goffa, è insicura. Fa fatica a relazionarsi con gli altri, non le piace attirare l'attenzione. Ha i capelli ricci sempre arruffati, non ha mai tempo, perché è sempre in ritardo con la vita.
Sullo sfondo della Milano contemporanea, fatta di bar e localini, le avventure eroicomiche a scuola e i primi baci: il diario delle emozioni, di amori e di paure, di verifiche scolastiche e sentimentali. Come sono fatte le relazioni all'epoca dei social? Perché Samuele, che è il più figo della scuola, la punta? E Olimpia, la disinibita amica del cuore, che c'entra? E Tom che sempre la segue, sui social e nella vita? E poi i casini del sesso che si avvicina. Ma non basta. C'è anche la famiglia, con un padre ambientalista che non usa la macchina né lo shampoo e tira la cinghia sul riscaldamento. E una madre severa, implacabile sui ritardi, ma sempre presente nei momenti difficili.

È quella fase della vita in cui ci si fanno tante domande. E Sofia Viscardi risponde con Succede, un romanzo allegro come una festa tra ragazzi di notte su un tetto, che diviene, nella seconda parte, come fossimo in un videogioco che passa di livello, un intenso diario delle emozioni, delle sensazioni, delle passioni. Dei sentimenti. Tutti da sperimentare. Un diario veloce e incalzante scritto in diretta e per post: come su Facebook. Perché il mondo è tutto ciò che accade. Succede.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Nicolò

    07/06/2017 16:04:21

    Succede che, per caso o per scelta, Sofia Viscardi ha scritto un libro. "Succede" che è la storia di Meg, Olimpia, Tom, Samuele e di tutti noi, adolescenti, che ritroviamo noi stessi in quelle pagine. "Succede" che è un diario diretto e sincero della vita di tutti i giorni, quel diario segreto che nascondiamo sotto il letto. E parla di noi, delle notti in bianco passate a studiare, della scuola, degli amici, dell'amore che va e viene e di quanto sia difficile sopportare tutto ciò. Parla ai giovani di giovani nel linguaggio dei giovani. Si legge d'un fiato senza far troppo caso agli errori o alle incongruenze nella trama. Senza prenderò troppo sul serio, perché è un libro per ragazzi, per noi giovani. "Succede" che adesso diventerà pure un film e succede che, brava Sofia, hai fatto un buon lavoro.

  • User Icon

    kryss

    20/01/2017 15:58:45

    Idea carina anche se banale (una liceale contesa dal migliore amico che si innamora di nascosto di lei e la migliore amica che le combina appuntamenti col bello della scuola per tirarla su di morale...) ma sviluppata male, manca tutto! Stile: assente la rilettura dell'autrice, in primo luogo, per evitare errori di concetto (ad esempio quando i tre amici, Meg Olimpia e Tom si salutano per avviarsi alle diverse scuole, mentre nelle pagine precedenti aveva appena scritto che frequentano la stessa scuola; oppure quando Meg bigia e va al bar, precisando di avere in tasca solo 7 euro, 2 suoi e 5 richiesti alla mamma e poi ne spende 6 solo per sigarette ed accendino, e mangia almeno due o tre panini.. senza pagarli forse? siamo a livello di problemini di addizione da 2^ elementare!) Ancora circa lo stile: assente la capacità di esprimersi e rendere il vocabolario adolescenziale senza ripetere in continuazione "m…a" "c…o" "p…a t…a" e altre 'belle' parole (che qui evito). Contenuto: manca una vera trama, con personaggi credibili, a partire dalla protagonista Meg: tanto 'rumore' per evitare il bel Samuele indesiderato e pilotato da Olimpia, quindi privo di una sua personalità (che poi sparisce nel nulla come mai esistito), per innamorarsi d'improvviso dell'amico del cuore Tom! La seconda parte è chiaramente scritta di corsa (30 micro capitoli di poche righe in 50 pagine) per terminare con un finale degno di qs 290 pagine insulse: Tom se ne va per seguire il basket e Meg decide di iniziare a farsi le canne per la delusione … Infine ne esce che questa "psuedo" bambina milanese che si perde per strada tanto da farsi venire a recuperare dalla mamma, oltre a darsi al bere superalcolici per non sfigurare in un compagnia nuova, avrebbe pure fatto di peggio (un’esperienza traumatica trattata con la stessa superficialità di tutto il resto) e quando lui torna l'importante è "non parlarne"! Non ci siamo, mi dispiace, rileggetevi Moccia piuttosto, gli adolescenti sono decisamente meglio!

Scrivi una recensione