DISPONIBILITA' IMMEDIATA

-20%
Suite francese - Irène Némirovsky - copertina

Suite francese

Irène Némirovsky

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Laura Frausin Guarino
Editore: Adelphi
Collana: Gli Adelphi
Anno edizione: 2012
Formato: Tascabile
In commercio dal: 31 ottobre 2012
Pagine: 415 p., Brossura
  • EAN: 9788845927522

13° nella classifica Bestseller di IBS Libri Narrativa straniera - Classica (prima del 1945)

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 8,80

€ 11,00
(-20%)

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Suite francese

Irène Némirovsky

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Suite francese

Irène Némirovsky

€ 11,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Suite francese

Irène Némirovsky

€ 11,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 11,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Nei mesi che precedettero il suo arresto e la deportazione ad Auschwitz, Irène Némirovsky compose febbrilmente i primi due romanzi di una grande "sinfonia in cinque movimenti" che doveva narrare, quasi in presa diretta, il destino di una nazione, la Francia, sotto l'occupazione nazista: "Tempesta in giugno" (che racconta la fuga in massa dei parigini alla vigilia dell'arrivo dei tedeschi) e "Dolce" (il cui nucleo centrale è la passione, tanto più bruciante quanto più soffocata, che lega una "sposa di guerra" a un ufficiale tedesco). Pubblicato a sessant'anni di distanza, Suite francese è il volume che li riunisce.
4,3
di 5
Totale 118
5
67
4
26
3
18
2
4
1
3
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Acca

    22/07/2019 14:04:24

    Mi spiace tanto ma la noia è stata talmente fitta da non poter neanche partorire un commento oltre questo.

  • User Icon

    n.d.

    18/06/2019 10:12:47

    Lettura in corso. Già affascinato. Riecheggia molto i classici dell'800

  • User Icon

    Sarah

    22/03/2019 11:29:38

    Lettura molto interessante che permette di "sperimentare" la seconda guerra mondiale dal punto di vista della popolazione francese durante i primi mesi dell'occupazione tedesca, mostrandone anche i diversi effetti che questa ha avuto sulle varie classi sociali. Consigliato!

  • User Icon

    Greta

    11/03/2019 07:08:18

    Fra il 1941 e il 1942 Irene Nemirovsky inizia a scrivere un’opera che non riuscirà a concludere, a causa dell’ arresto e deportazione ad Auschwitz. Sente il dovere quasi morale di raccontare il destino della Francia sotto l'occupazione nazista e, per farlo, immagina cinque romanzi, cinque storie, cinque punti di vista, con un denominatore comune. Solo due parti dell’opera hanno visto la luce: la prima, quella che vede l'entrata dei nazisti a Parigi, e la seconda, certamente più toccante, che narra l’impossibile storia d’amore tra un ufficiale tedesco ed una donna francese. Lo stile del libro è scorrevole, attente le descrizioni di luoghi e personaggi. Le pagine che più colpiscono il lettore sono quelle che descrivono una quotidianità dove si sopravvive, dove il nemico cessa di essere un uomo, con le proprie fragilità e paure, dove tutti sembrano essere contro tutti, per paura. Al termine della lettura, non si potrà fare a meno di chiedersi come sarebbero stati gli altri tre romanzi immaginati dall’Autrice. Interrotti, incompiuti: esattamente come la sua breve vita.

  • User Icon

    Serena

    10/03/2019 19:45:37

    Un libro che ho divorato in due giorni nonostante giornate piene di impegni. Ogni minuto era prezioso per leggere 2 o 3 pagine. Che dirvi, non si riesce a comprendere davvero la bellezza di questo libro fino a quando non lo si legge.Mi ha aperto un mondo sulle altre opere dell'autrice che mi hanno allo stesso modo appassionato,ma comprendo il motivo per cui questo rimane il più quotato. Approvatissimo!

  • User Icon

    Aniello

    10/03/2019 15:21:35

    Fra il 1941 e il 1942 Irene Nemirovsky inizia a scrivere un’opera che non riuscirà a concludere, a causa dell’ arresto e deportazione ad Auschwitz. Sente il dovere quasi morale di raccontare il destino della Francia sotto l'occupazione nazista e, per farlo, immagina cinque romanzi, cinque storie, cinque punti di vista, con un denominatore comune. Solo due parti dell’opera hanno visto la luce: la prima, quella che vede l'entrata dei nazisti a Parigi, e la seconda, certamente più toccante, che narra l’impossibile storia d’amore tra un ufficiale tedesco ed una donna francese. Lo stile del libro è scorrevole, attente le descrizioni di luoghi e personaggi. Le pagine che più colpiscono il lettore sono quelle che descrivono una quotidianità dove si sopravvive, dove il nemico cessa di essere un uomo, con le proprie fragilità e paure, dove tutti sembrano essere contro tutti, per paura. Al termine della lettura, non si potrà fare a meno di chiedersi come sarebbero stati gli altri tre romanzi immaginati dall’Autrice. Interrotti, incompiuti: esattamente come la sua breve vita.

  • User Icon

    Dada

    10/03/2019 10:05:16

    Un romanzo che nasce con l'intento di testimoniare le atrocità della guerra, l'esodo dalle città, la difficile convivenza con l'invasore tedesco; e allo stesso tempo un romanzo che offre una lettura diversa, che si spinge anche a considerare il nemico con occhi di compassione, ritrovando molto spesso in lui nient'altro che un giovane uomo obbligato a servire gli ordini di un leader scellerato. Ed è questo lo scenario che fa da sfondo ad un' improbabile storia d'amore tra una donna francese ed un ufficiale tedesco. Purtroppo questa parte più "dolce" è anche la più breve del romanzo (rimasto incompiuto per la prematura scomparsa della Nemirovsky), tuttavia esso è stato per me una bella lettura, uno spaccato tristemente fedele della guerra che fa molto riflettere.

  • User Icon

    Samuele

    09/03/2019 15:12:22

    Capolavoro incompiuto della Némirovsky che da molti è stato banalizzato come una storia d'amore. Si tratta di molto più, un romanzo che "segue il dettato della storia". Sarebbe dovuto essere diviso in cinque parti ma la deportazione ad Auschwitz dell'autrice ne arrestò la stesura alla fine della seconda parte. Resta l'amaro in bocca a fine lettura: dopo aver letto dell'occupazione di Parigi da parte dei Nazisti e della partenza alla volta della Russia delle guarnigioni, vorresti sapere che ne sarebbe stato dei personaggi, se l'autrice avesse visto e vissuto gli eventi storici fino alla fine della guerra. Questo libro è una delle più grandi cicatrici che il nazismo ha inciso sulla pelle dell'arte e della letteratura.

  • User Icon

    Silvia

    08/03/2019 22:35:01

    Ho terminato oggi Suite francese dopo una manciata di giorni di lettura appassionata e concitata. Questo splendido romanzo dipinge un affresco della società francese nel corso della seconda guerra mondiale, durante l'invasione delle truppe tedesche. L'opera si suddivide in due parti: in Tempesta di giugno si narra l'esodo dei parigini dalla capitale e vengono adottati tanti punti di vista quanti sono i personaggi e la loro classe sociale; in Dolce si vede l'esercito tedesco occupare la cittadina di Bussy. Ne conseguiranno amori, drammi e fughe. Al di là della trama, quello che ho trovato sorprendente di questo libro incompiuto (Nemirovsky, ebrea, muore nel campo di sterminio di Auschwitz) é la profonda conoscenza dell'autrice nei confronti della natura umana.

  • User Icon

    Stella

    07/03/2019 20:25:41

    Questo libro viene spesso considerato una storia d’amore, probabilmente anche a causa del film che ne è stato tratto, ma è tutt'altro. È un romanzo di dolore, di guerra, di sofferenza, di straniamento, di realtà e anche d’amore. quest’opera è stata scritta dall'autrice a mano a mano che gli eventi si verificavano, quindi è molto realistica nel descrivere le atmosfere e gli stati d’animo che caratterizzavano il periodo dell’occupazione nazista della Francia. È estremamente duro ma necessario ripercorrere queste pagine per comprendere realmente questi eventi e come sono stati vissuti dalle persone comuni.

  • User Icon

    Smilius

    07/03/2019 15:53:53

    La Némirovsky ha una scrittura e uno stile magnifici, riesce a trasportarti nel pieno della guerra facendone conoscere la parte meno nota: quella vissuta dai cittadini civili francesi che sono costretti ad abbandonare le città in seguito all'occupazione nazista. E' tante cose assieme questo romanzo: oltre che documento storico, è anche una critica aspra dell'ipocrisia borghese e una descrizione di un'umanità capace di buoni sentimenti sinceri ma anche di bassezze infime. Se la prima parte del romanzo risulta essere più difficile da seguire dati i continui cambi di punti di vista per rappresentare le varie storie dei personaggi che si realizzano in parallelo, la seconda parte scorre via in maniera più leggera. Un vero peccato che l'opera sia rimasta incompiuta a causa dell'orrore nazista dei campi di concentramento.

  • User Icon

    Concetta

    07/03/2019 15:53:48

    Capolavoro.Affresco durante l'occupazione tedesca della Francia. I personaggi, le ambientazioni sono delineati con tale profondità di pregi, miserie, timori. Non avrei voluto finisse. Assolutamente consigliato !

  • User Icon

    rita

    23/09/2018 14:05:07

    Purtroppo faccio parte della minoranza che non ha amato questo libro. sopratutto la prima parte.. l'ho interrotta più volte, ho letto altro nel frattempo, ma l'attrattiva era veramente scarsa. e dire che a me i libri storici, sulla seconda guerra mondiale in particolare, hanno sempre affascinato. non mi piacciono i libri corali, dove ogni 3 pagine cambiano i personaggi, perchè faccio fatica a seguire poi tutti gli intrecci. la seconda parte, la storia d'amore, è più interessante ma comunque piatta e lenta. Poco approfondita la parte "amorosa" e poi della partenza. come romanzo storico poco incisivo. se questo è il capolavoro che dicono, "la Storia" della Morante cos'è? Un libro che non resta nella memoria, se non ne avessero fatto il film (che non ho visto) forse non lo avrebbero letto così tante persone e ce lo saremmo scordato.

  • User Icon

    simone

    23/09/2018 12:41:12

    Suite francese è un opera incompiuta che rappresenta un enorme affresco dell’occupazione nazista. Irène Némirovsky narra uno spaccato reale e della quotidianità della guerra e dell'occupazione attraverso diventi punti di vista di vari personaggi le cui storie si legano le une con le altre. Personaggi diversi, molto diversi tra loro che vengono denudati e mostrando lati nascosti che forse solo la guerra e quella terribile quotidianità possono far emergere. Ognuno dei personaggi diventa reale grazie alla bravura con la quale Irène Némirovsky riesce a fornirne i tratti e restituirci i pensieri in una scrittura emozionante che rende davvero impossibile far abbandonare la storia. A rendere amaro il finale è proprio la mancanza di un finale in quanto l'opera è rimasta incompiuta a causa della deportazione dell'autrice.

  • User Icon

    valentina

    23/09/2018 10:20:17

    La storia personale di Irene Némirovsky e le circostanze che hanno permesso a questo romanzo di venire alla luce e di essere pubblicato dopo più di sessant’anni, seppur incompiuto, potrebbero essere a loro volta oggetto di un romanzo. Il libro era stato pensato dall’autrice come un poema sinfonico, costituito da cinque parti, da qui il nome suite, ognuna delle quali avrebbe concorso a ricostruire ed a raccontare, con una diversa sfumatura, l’invasione della Francia durante la Seconda guerra mondiale. Pur essendo composto solo dalle prime due, riesce comunque perfettamente nell’intento di far sentire il lettore completamente immerso nell’atmosfera di quegli anni, evidenziando anche le contraddizioni e gli istinti primordiali che la guerra fa emergere. In Tempesta di giugno si narrano le vicende di una serie di personaggi molto diversi tra loro, accomunati tutti dalla paura e dal bisogno primario di fuggire da Parigi, che consentono di mostrare al lettore come il conflitto mondiale venisse percepito in contesti distantissimi tra loro. In Dolce si analizza invece la difficile convivenza tra occupati ed invasori, attraverso il racconto di una famiglia di un piccolo paesino francese costretta ad ospitare un ufficiale tedesco. Lo stile dell’autrice è coinvolgente e cattura l’attenzione, inoltre sono rimasta impressionata dalla lucidità e dall’imparzialità con la quale parla di eventi per lei contemporanei senza lasciarsi influenzare dalle sue vicende personali, ma piuttosto servendosene, per rendere la narrazione realistica e ricca di emozioni. Senza dubbio un capolavoro che merita d’essere letto.

  • User Icon

    angela

    22/09/2018 16:37:32

    Suite francese è un capolavoro, è un libro che mi ha spinto a leggere tutti i libro della stessa a autrice. Parla di guerra, ma anche di amore, di amicizia, di famiglia, di amor di patria. Ci sono così tanti elementi che è difficile sceglierne pochi di cui parlare, tutti gli elementi del libro sono stati descritti con chiarezza e semplicità. È bello vedere anche come le storie si intreccino, senza dare però al lettore la soddisfazione di un “sì, sono proprio loro, ci sei arrivato anche tu” e credo che sia una cosa molto interessante del libro perché ti fa capire che alla fine la vita è anche questo, un semplice intreccio di storie.

  • User Icon

    Anastasia

    21/09/2018 20:26:58

    La sensazione é quella di leggere una storia nella storia. Le vicende dell'autrice si mischiano a quelle dei personaggi e si viene calati nel mondo della piccola/media borghesia francese, raccontata minuziosamente, senza tralasciare i difetti. Un libro che tiene incollato alle pagine chi legge, romantico, ironico e appassionante.

  • User Icon

    tristemente bello

    21/09/2018 10:12:56

    Ho iniziato questo romanzo con la massima diffidenza. Mi aspettavo la classica storia d'amore melenso, noiosa e strappalacrime. E invece l'ho letto tutto d'un fiato in soli due giorni. È veramente meraviglioso. Narra,si, di una storia d'amore ma di un'intensità e dolcezza che non possono non conquistare il lettore. Nonostante l'epoca di ambientazione non sia delle più felici finisce col diventare elemento centrale dell'opera. È molto scorrevole ed inoltre le traduzioni Adelphi sono sempre magistralmente eseguite, senza tradire o alterare il testo scritto in lingua madre. In conclusione, ho amato follemente questo romanzo!

  • User Icon

    Mary

    19/09/2018 20:32:28

    Irene Nemirovsky scrisse questo romanzo durante la Seconda Guerra Mondiale, quando i tedeschi occuparono la Francia e i francesi furono costretti ad ospitare i soldati nemici in casa loro. L'opera è divisa in due parti: Temporale di giugno, che tratta della fuga di migliaia di parigini dalla capitale francese perché in pericolo dopo lo scoppio della guerra e Dolce, riguardante la storia di Lucille ed il suo affetto per un ufficiale tedesco. Devo essere sincera, il romanzo non è entrato a far parte dei miei preferiti, ma la guerra merita sempre attenzione soprattutto se descritta dalla penna della Nemirovsky, che riesce a guidare il lettore dall'inizio alla fine della lettura fornendo descrizioni e puntualizzazioni lì dove richieste. Il romanzo doveva inizialmente essere costituito da 5 parti, ma la scrittrice riuscì a portare a termine solo le prime due, in quanto il 13 luglio del 1942 fu arrestata e morì il 17 agosto dello stesso anno nel campo di concentramento ad Auschwitz. Se acquisterete l'edizione Bur di Suite Francese, troverete alla fine del romanzo, gli appunti della Nemirovsky (la quale scriveva sulla pagina destra di un quaderno il romanzo e su quella sinistra riportava le sue riflessioni riguardanti modifiche da apportare all'opera e soprattutto i punti principali su cui soffermarsi maggiormente) e la corrispondenza che tra il 1936 e il 1945 la scrittrice scambiò con suo marito Michel Epstein. Inoltre sono riportate anche le lettere che entrambi scambiarono con la casa editrice che pubblicava le opere di Irène, la quale nella persona di Albin Michel cercò di riportare la scrittrice a casa e aiutò le sue figlie inviando mensilmente del denaro per i loro sostentamento e per permettere che continuassero gli studi, proprio come avrebbe voluto la madre. Insomma un romanzo che non può non essere letto, perché invita a riflettere sulle atrocità di una guerra, che ci ha fatto perdere alcune personalità come la Nemirovsky, le quali avevano ancora tanto da raccon

  • User Icon

    Luciana Loi

    19/09/2018 15:10:57

    Ho trovato incantevole questo romanzo. Ho iniziato a leggerlo dopo aver letto molte cose della sua autrice e questo lo ha reso ancora più prezioso. Con una scrittura molto raffinata, questa Irene Nemirowsky, riesce a mostrare attraverso la Francia occupata del 1940, che proprio attraverso gli eventi piú terribili gli esseri umani mostrano la loro piú profonda natura, la loro umanità, la loro nobiltà o la loro bruttura. Non importa da quale parte del conflitto si trovino.

Vedi tutte le 118 recensioni cliente
  • Irène Némirovsky Cover

    Scrittrice ucraina di religione ebraica.Irène Némirovsky, figlia di un ricco banchiere ebreo, fin da giovane venne allevata in modo da parlare fluentemente il francese. Della sua educazione si occupò infatti la tata Zezelle, di madrelingua francofona: la madre di Iréne, Anna Margoulis, non si interessava particolarmente alla formazione della figlia. Oltre al francese, la piccola imparerò il russo e l'inglese. Ben presto purtroppo le leggi razziali cominciarono a mordere: la famiglia Némirovsky si trasferì prima a San Pietroburgo, poi in Finlandia, infine in Svezia.Finchè, nel luglio del 1919 si stabilirono definitivamente in Francia, dopo un avventuroso viaggio in nave. Sembrava che tutto fosse tornato come prima: la famiglia comprò... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali