Sul lago dorato

On Golden Pond

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: On Golden Pond
Regia: Mark Rydell
Paese: Stati Uniti
Anno: 1981
Supporto: DVD

78° nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Drammatico - Sentimentale

Salvato in 34 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 9,99 €)

Vicini alle nozze d'oro, due coniugi ospitano nel loro cottage estivo sul lago del New Hampshire la figlia col nuovo fidanzato che porta con sè il figlio, un tredicenne irrispettoso. Lasciato solo con i due vecchi, il ragazzino si fa conquistare.
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Robert67

    17/11/2019 19:27:09

    Film stupendo, mi commuovo sempre. Ultimo film di Henry Fonda e Oscar ai due protagonisti. Brava anche Jane Fonda nel rapporto irto di incomprensioni tra padre e figlia.

1981 - Oscar [Academy Awards] - Miglior attore - Fonda Henry
1981 - Oscar [Academy Awards] - Miglior attrice - Hepburn Katharine

  • Produzione: Pulp Video, 2015
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 105 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Mark Rydell Cover

    Attore e regista statunitense. Esordisce sul grande schermo nel 1956 con una parte secondaria nel dramma sociale Delitto nella strada di D. Siegel e alcuni anni dopo si cimenta nella regia con il letterario ma mediocre dramma psicologico La volpe (1968). Miglior sorte ottengono le pellicole seguenti: il faulkneriano e scanzonato Boon il saccheggiatore (1969) con S. McQueen e l'anomalo western I cowboys (1972) con J. Wayne. Nel 1973 accetta il ruolo del teppista nel drammatico Il lungo addio di R. Altman, ma torna subito dietro la mdp. Gli influssi letterari, i richiami all'America reaganiana, e l'utilizzo di famosi e validi attori hollywoodiani (da H. Fonda a R. Gere) sono caratteristiche presenti anche nei film successivi. Ricordiamo il biografico The Rose (1979) sulla vita della cantante... Approfondisci
  • Katharine Hepburn Cover

    Propr. K. Houghton H., attrice statunitense. Alta, magra, le lunghe gambe slanciate, lo stupendo volto coperto di lentiggini, proviene da una famiglia progressista e anticonformista, il padre medico famoso, la madre plurilaureata e con un passato da suffragetta militante. Frequenta il college, ma sin da giovanissima la sua aspirazione è diventare attrice. Dopo un non brillante esordio in teatro, il cinema si rivela presto il suo autentico universo. Evita l'apprendistato esordendo da protagonista in Febbre di vivere (1932) di G. Cukor. L'anno seguente ottiene il suo primo Oscar per l'interpretazione in Gloria del mattino (1933) di L. Sherman, nelle vesti di una ingenua e sfortunata attrice di teatro in cerca di scrittura. Dopo alcuni film di routine, tra i quali Amore tzigano (1934) di R. Wallace,... Approfondisci
  • Henry Fonda Cover

    Attore statunitense. Inizia a recitare in teatro e debutta a Broadway nel 1934 e nel cinema nel 1935, nella commedia The Farmer Takes a Wife (Il fattore prende moglie), trasposta per il grande schermo da V. Fleming. A Hollywood interpreta subito ruoli da protagonista, in drammi (Sono innocente, 1938, di F. Lang), commedie (Nel mondo della luna, 1937, di T. Freeland), film d'avventura (Il falco del nord, 1938, di H. Hathaway) e film storici come Figlia del vento (1938) di W. Wyler, sulla guerra di secessione, legandosi al personaggio del giovane onesto e leale, il ragazzo di buona famiglia timido ma tenace. Nel 1939 viene scelto da J. Ford per Alba di gloria, in cui fornisce una memorabile interpretazione nei panni del giovane Lincoln, mitizzato padre della patria, archetipica figura dell'eroe... Approfondisci
  • Jane Fonda Cover

    Propr Lady Jayne Seymour F., attrice statunitense. L'infanzia è segnata dalle assenze del padre, l'attore Henry F., e dal suicidio della madre, F. Seymour. Cambia continuamente scuola e si ritrova anche a studiare pittura a Parigi finché nel 1953 L. Strasberg, direttore dell'Actor's Studio, la convince a iscriversi ai suoi corsi e in seguito a tentare la via della recitazione, dapprima in teatro poi nel cinema. Il debutto sul grande schermo è nei panni di una disinibita studentessa nella commedia In punta di piedi (1960) di J. Logan. Dopo aver interpretato Anime sporche (1962) di E. Dmytryk, incontra il regista R. Vadim, che diviene suo marito e la dirige nella commedia libertina Il piacere e l'amore (1964). Nel 1966 è al fianco di M. Brando e R. Redford in La caccia, potente dramma civile... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali