Categorie

Sulla Transmongolica. Oltre 9000 km in treno da Mosca a Pechino sulle orme di Gengis Khan

Mauro Buffa

Editore: Ediciclo
Collana: Altri viaggi
Anno edizione: 2012
Pagine: 222 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788865490587
Disponibile anche in altri formati:

€ 12,75

€ 15,00

Risparmi € 2,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Giorgio

    26/02/2013 21.58.29

    Il libro della maturità dell Autore. Adesso può stupirci con qualcosa di ancora più bello ed interessante. Questo libro è scorrevole e davvero coinvolgente. ci fa vivere in prima persona le avventure dell autore, ci fa venir voglia di partire subito. A quando il prossimo ?

  • User Icon

    Lorenzo

    09/01/2013 18.15.12

    Il Libro più bello e profondo sul viaggio in transmongolica che abbia mai letto, lo consiglio a tutti gli amanti del genere e non

  • User Icon

    Riccardo Fox

    08/01/2013 09.54.10

    La prima cosa che ho pensato vedendo il titolo del libro è stato "Ah, esiste una Transmongolica!"; l'ultima, riferita al sottotitolo, è che l'autore ha mantenuto la promessa, facendo davvero rivivere il mito del grande condottiero tramite un viaggio a contatto con i suoi discendenti. Avendo letto anche "Sulla Transiberiana", dello stesso autore, ho molto apprezzato come lo stile narrativo, già buono, abbia fatto un salto di qualità, rendendo la lettura estremamente scorrevole e piacevole anche sotto questo profilo. E' un libro che si legge in breve tempo; apprezzabile la suddivisione in molti brevi capitoli, che favoriscono la lettura serale o di chi non ha molto tempo da dedicarvi. I miei complimenti all'autore, anche per il coraggio dimostrato nell'intraprendere un viaggio del genere che, per quanto possa essere accuratamente organizzato, presenta enormi sacche di alea (come nella sala da te alla fine del viaggio).

  • User Icon

    Anna

    07/12/2012 21.52.56

    Un viaggio appassionante attraverso la taiga russa, le steppe mongole e le pianure della Cina. L'incontro con i pastori mongoli e altri personaggi sul treno che percorre il deserto del Gobi. Un libro che mi ha legata ad ogni pagina scritto con uno stile chiaro e ricco di immagini. Una lettura avvincente.

  • User Icon

    Stefano Chemelli

    22/11/2012 21.37.46

    Un viaggio vero quanto il rischio dell'incertezza a fronte dell'ignoto. Un viaggio dentro se stessi, nella propria interiorità, in una ricerca di verità con l'umiltà' e la dignità dell'uomo disposto a conoscere e a comprendere le differenze, le affinità, il margine possibile dell'incontro nel confronto. Un libro vero.

  • User Icon

    Gunnar

    12/11/2012 23.14.24

    Io vorrei ma non posso, qualcun altro magari vorrà e potrà - ma per ognuno (direi), comunque, un gran bella cavalcata, per avvicinarsi a luoghi e storie che è difficile lasciar andare.

  • User Icon

    Maria Alessia

    02/11/2012 12.32.40

    Il massimo che puoi avere da un libro di viaggio e' trovare soddisfazione in ciò che leggi e restare con la curiosità di andare nei posti descritti. Questo nuovo testo di Mauro Buffa, come il precedente sulla Transiberiana, ha questa preziosa dote. Se vi piacciono i viaggi veri, quelli fatti tra persone non comuni, in luoghi remoti, immersi in una passato storico che non ha prodotto sconvolgimenti e in una natura che dimostra la sua potenza e immutabilità nonostante il nuovo millennio, questo e' il luogo letterario che fa per voi. Personalmente ho letto e riletto quel tratto di viaggio che va da Irkutsk (una dolcissima Siberia) a Ulan Bator, passando per la straordinaria, remota, evocativa Mongolia del Nord. Tra steppe immense, gher piantate nel nulla, testimonianze di vita dei pastori nomadi, discendenti di antichi popoli sopravvissuti tenacemente ai tempi e al rigore della natura, percorsi che si snodano tra laghi e foreste, terre sciamaniche e monasteri buddisti, ogni singola sosta in avamposti e villaggi (Darkhan, Tserserleg, Murun, Khovsgol) merita davvero di essere letta con calma ed e' poi difficile staccarsi da questa area ignota ai più (per fortuna) e tornare in una Pechino che e' ormai futuro.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione