Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Sulle nature dell'universo. Testo latino a fronte. Vol. 2 - Giovanni Scoto Eriugena - copertina

Sulle nature dell'universo. Testo latino a fronte. Vol. 2

Giovanni Scoto Eriugena

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Michela Pereira
Curatore: Peter Dronke
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2013
In commercio dal: 17 maggio 2013
Pagine: XXXVIII-328 p., Rilegato
  • EAN: 9788804627142
Salvato in 19 liste dei desideri

€ 30,00

Venduto e spedito da Libreria Bortoloso

spinner

Disponibile in 5 gg lavorativi

Solo 2 copie disponibili

+ 5,49 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO

€ 28,50

€ 30,00
(-5%)

Punti Premium: 29

Venduto e spedito da IBS

spinner

Disponibilità immediata

Quantità:
LIBRO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"Dio dunque non sa di se stesso che cos'è, perché non è un "che cosa"." Questa frase sconcertante si legge verso la fine del Libro II del "Periphyseon" di Giovanni Scoto Eriugena. È la formulazione esplicita di quella "ignoranza divina" che costituisce uno dei temi principali di questo Libro: "il più labirintico dei cinque", pieno di digressioni, excursus, e persino di riflessioni sulla natura e le diverse specie di digressioni. Se infatti il suo tema centrale è la seconda divisione della natura - la natura che è creata e crea, cioè le cause primordiali - gli argomenti che emergono nel corso della trattazione sono molti e affascinanti: il ritorno di tutte le cose alla loro origine divina, l'ascensione di Cristo come viaggio che supera la separazione fra terra e cielo, la processione dello Spirito dal Padre e non dal Figlio, le triadi divine e umane, il compimento della divisione di tutte le sostanze nella natura umana. Scritto in un latino straordinario da uno dei pochissimi filosofi del Medioevo che conoscessero il greco, e profondamente influenzato dal pensiero di Padri greci quali Basilio, Massimo il Confessore, Gregorio di Nissa e Gregorio di Nazianzo, e qui, nel Libro II, ispirato non soltanto alla speculazione neoplatonica, ma anche a un mito cosmogonico più antico, "Sulle nature dell'universo" è vibrante testimonianza personale che si presenta come "racconto immaginario di un'immagine".
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Note legali
Chiudi