E Susanna non vien. Amore e sesso in Mozart

Leonetta Bentivoglio,Lidia Bramani

Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2014
In commercio dal: 8 ottobre 2014
Pagine: 283 p., Brossura
  • EAN: 9788807491719
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Possono dei capolavori settecenteschi illuminare il presente, delineando una mappa di sentimenti ed eros tuttora attuale? Attraverso la trilogia di opere creata col librettista Lorenzo Da Ponte, Wolfgang Amadeus Mozart ha dimostrato di sì. In quel corpus miracoloso costituito da "Nozze di Figaro", "Don Giovanni" e "Così fan tutte", il compositore ha scandagliato profeticamente ogni aspetto dell'amore, affrontando problemi come la violenza sulla popolazione femminile e la trappola in cui cadono le "donne che amano troppo". Ha prospettato temi avveniristici come la possibilità di amare più persone, il sesso in adolescenza e nella quarta età, la scelta di essere single, la propensione alla bisessualità. Le autrici esplorano, con rigore scientifico e prosa leggera e acuminata, questo perfetto congegno musicale tripartito: ne legano i contenuti politici e sociali alla vita di Mozart (ai suoi rapporti, alle sue frequentazioni, alle sue letture), mettono a fuoco l'anticonformismo e la preveggenza delle figure femminili, seguono le indicazioni sull'innocenza dell'adulterio dettate dallo scambio di coppie in "Così fan tutte", mostrano i falsi miti del dongiovannismo. Ne deriva un universo che parla agli eterosessuali e agli omosessuali, a chi ha conquistato un'estasi monogamica non obbligata, ai poliamoristi in guerra con l'ipocrisia e agli amanti clandestini refrattari alla mistica della trasparenza.

€ 13,60

€ 16,00

Risparmi € 2,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Libro inedito Chiara Gamberale
OMAGGIO ESCLUSIVO PER TE
Con soli 19€ di libri del Gruppo Feltrinelli fino al 15/01/2019

Scopri di più

€ 8,64

€ 16,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Roberto Gondoli

    15/12/2014 20:13:31

    Un saggio su Mozart è sempre una bella notizia e una ghiotta occasione di lettura, specie se centrato sul "corpus miracoloso" costituito dalla trilogia operistica dapontiana, come giustamente lo definiscono le autrici; peccato che per le stesse autrici sia occasione per una lunga tirata sessista e classista, per la quale maschio è male, femmina è bene, aristocratico è cattivo, popolano è buono. Peccato, perché è evidente che, tra i personaggi creati dai geni Mozart-Da Ponte-Beaumarchais, le donne sono spesso più virtuose o (secondo i casi) più scaltre dei maschietti, e lo stesso si può dire per i servi al confronto dei loro padroni. Non era perciò necessario esasperarne le interpretazioni, a volte del tutto arbitrarie, come quelle su donna Anna e su Don Ottavio, fino a diventare in qualche occasione involontariamente comiche (la spiegazione proposta per la frase "da una mia serva aita" pronunciata dalla Contessa Almaviva). Una lunga dissertazione è dedicata a dimostrare come Don Giovanni sia cattivo e su quanto sia incredibile che molti trovino affascinante la sua indole eccessiva, indomita e libertaria. Il problema non si pone: il Cavaliere è certamente cattivo, tant'è che Mozart lo spedisce all'inferno! Solo che i cattivi hanno a volte un loro fascino, specie quelli letterari, il che non vuol dire naturalmente che sia possibile farne dei modelli. Peccato, perché per il resto il libro si legge bene, è ricco di riferimenti letterari, e regala molti particolari sulla vita di Mozart. E comunque sarà un libro santo e benedetto, se contribuirà a far scoprire anche a un solo uomo (o donna) la bellezza del miracolo mozartiano.

Scrivi una recensione