Traduttore: S. Rota Sperti
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2006
Formato: Tascabile
Pagine: 259 p., Brossura
  • EAN: 9788804551577
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    vincenzo

    23/11/2011 17:25:29

    Questo non è un libro di racconti, ma un libro di "prove" di racconto, ossia di tutti quei pensieri personali di un grandissimo scrittore che, per onestà, non dovrebbero essere parte di un'antologia ma delle carte private. Molta filosofia americana, grandi spazi e poco altro.

  • User Icon

    Stefano69

    14/04/2010 15:25:24

    Il libro propone una serie di racconti scritti dal grande Ray in un periodo di tempo compreso fra il 1948 e la fine degli anni ’90: purtroppo non è una delle sue migliori raccolte, certamente non al livello di “Paese d’ottobre” o “Molto dopo mezzanotte”. Non mancano racconti pregevoli, come ad esempio “Tempo intermedio”, “Bestie”, o “Primo giorno”, dove i temi più cari allo scrittore e i suoi toni caldi e malinconici emergono appieno, ma in generale la raccolta lascia trasparire un vago senso di stanchezza, di “già letto”. Sembra quasi una mera operazione editoriale, volta a sfruttare quanto più possibile il nome di Bradbury, che in tutto il mondo può vantare un gran numero di seguaci appassionati. Diamo comunque la sufficienza perché Ray è sempre Ray, e il suo marchio, pur in una pubblicazione non irresistibile come la presente, lo lascia sempre.

  • User Icon

    AG

    23/07/2007 12:46:35

    Buona antologia di racconti del grande Bradbury. qua è la ci sono buoni momenti. Mi piacerebbe che Mondadori ristampasse e valorizzasse meglio la produzione di Bradbury, autore sempre sottovalutato dall'editoria e relegato nel settore fantascienza. Ho appena finito di leggere l'introvabile "l'estate incantata", che ho trovato di seconda mano in un'edizione oscar Mondadori. un libro davvero meraviglioso come pochi altri. Grande, grande Bradbury.

  • User Icon

    maurizio codogno

    13/07/2006 11:34:01

    Bradbury è generalmente noto come autore di fantascienza, si pensi alle <em>Cronache marziane</em> oppure a <em>Fahrenheit 451</em>. Ma la definizione è riduttiva: non tanto perché la SF sia un genere di serie B, ma perché la sua vena lirica spazia anche su tanti altri argomenti. In questa sua raccolta di racconti ci sono alcuni temi che ricorrono spesso: l'io narrante scrittore, il ritorno al passato, un certo malinconico crepuscolo. Non aspettatevi storie con un climax: Bradbury tende a fare più che altro degli spaccati di vita, con quella sua prosa che confesso a tratti non riuscire a capire - mi sono fidato della traduttrice. Segnalo in particolare "Trapianti di cuore", una di quelle storie che sai esattamente come va a finire ma non puoi fare a meno di sentirtela dentro, e "One-Woman Show", un altro modo di vedere come la vita sul palcoscenico si mangi quella reale.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione