Tartarughe all'infinito - John Green,Beatrice Masini - ebook

Tartarughe all'infinito

John Green

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Beatrice Masini
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 408,31 KB
Pagine della versione a stampa: 352 p.
  • EAN: 9788858691151
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 7,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Indagare sulla misteriosa scomparsa del miliardario Russell Pickett non rientrava certo tra i piani della sedicenne Aza, ma in gioco c'è una ricompensa di centomila dollari e Daisy, miglior e più intrepida amica da sempre, è decisa a non farsela scappare. Punto di partenza delle indagini diventa il figlio di Pickett, Davis, che Aza un tempo conosceva ma che, pur abitando a una manciata di chilometri, è incastrato in una vita lontana anni luce dalla sua. E incastrata in fondo si sente anche Aza, che cerca con tutte le forze di essere una buona figlia, una buona amica, una buona studentessa e di venire a patti con le spire ogni giorno più strette dei suoi pensieri. John Green ci racconta la storia di Aza con una lucidità dirompente e coraggiosa, in un romanzo che parla di amore, di resilienza e della forza inarrestabile dell'amicizia.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,08
di 5
Totale 24
5
10
4
7
3
6
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    sara

    02/07/2020 22:15:45

    Molto carino non tra i miei preferiti ma si legge bene

  • User Icon

    virginia

    15/05/2020 17:47:41

    superlativo: nient'altro che possa commentare. Mi è rimasto impresso per tutto il pomeriggio in cui l'ho letto...meraviglioso

  • User Icon

    ebuozzi

    15/05/2020 07:04:44

    Questa storia mi ha portato a riflettere molto su questo argomento e devo dire che quando si attraversano periodi difficili o quando la vita ti mette a dura prova cambiando radicalmente il suo percorso, è facile lasciarsi sopraffare da pensieri ossessivi, quindi in un certo senso comprendo, anche se in piccola parte ovviamente, come possa essere estremante difficile riuscire ad uscirne. Mi sono chiesta da subito il perché di questo particolare titolo e durante la lettura ne scopriamo il motivo - che chiaramente non voglio anticipare perché credo sia giusto che ognuno lo scopra da solo - però posso dire che tutti a volte abbiamo delle "tartarughe all'infinito"..

  • User Icon

    annagg

    11/05/2020 19:23:07

    Non di certo il suo miglior romanzo, come idea di fondo e come "genere" è in un certo senso simile a Città di Carta. Lo stile come sempre rende la storia scorrevole e divorabile in pochissimo tempo. L'ironia e le peculiarità della protagonista sono tanto vere da essere quasi tangibili. Un romanzo tutto sommato buono, sicuramente approvato dai fan di John Green. Il significato del titolo è veramente filosofico e profondo!

  • User Icon

    me

    02/04/2020 12:31:49

    Bello bello

  • User Icon

    Alice (walkinthejungle)

    19/11/2019 15:39:24

    Un libro che si legge con piacere che tratta di un tema non semplice, rimane un young/adult di John Green e nemmeno il migliore, normale.

  • User Icon

    Giulia

    22/09/2019 10:42:10

    I romanzi di John Green sono per me i più coraggiosi e commoventi, poiché toccano sempre argomenti "taboo". Questo romanzo, meno avvincente degli altri, non mi è piaciuto particolarmente ma mi ha comunque presa facendomi provare molte emozioni. Il solito finale aperto che è ormai la firma dell'autore mi ha lasciata delusa questa volta, poiché avrei voluto sapere di più.

  • User Icon

    Claudia

    19/09/2019 14:26:16

    La storia è quella di Aza, soffocata da continue ed enormi domande che pone a sé stessa: sono io a decidere per me stessa o é già tutto stabilito? Possono scegliere liberamente o sono il piccolo ingranaggio di un meccanismo? Le risposte sono a volte introvabili e l'unico conforto, l'unico modo per illudersi di avere il controllo sull'esperienza è dare libero sfogo all'ansia...per poi impare a controllarla, quest'ansia. Libro da leggere assolutamente.

  • User Icon

    giovanni

    19/09/2019 10:34:04

    Un romanzo che fa riflettere sul senso di disagio adolescenziale in cui due adolescenti si trovano alle prese con un caso di scomparsa misterioso.

  • User Icon

    barborella15

    03/09/2019 19:23:50

    Ho amato questo libro fin dalla prima pagina.John Green, come sempre, è in grado di far vivere realmente la storia al lettore .Lo consiglio assolutamente.

  • User Icon

    Amara

    29/05/2019 16:21:34

    Personaggi contorti e anticonvenzionali come è lo stile di John Green. Mi aspettavo forse un po' più di indagine sul padre scomparso o magari approfondire la questione. È particolare la scelta di affrontare temi come la malattia mentale che non è facile trovare in libri come questo. Il finale mi ha sorpreso

  • User Icon

    Cristian

    23/09/2018 16:12:04

    Per me davvero un bel libro. Ho apprezzato molto come John Green si sia affacciato alla tematica del disturbo ossessivo compulsivo. Davvero una bella storia da leggere.

  • User Icon

    Floriana

    23/09/2018 14:11:16

    Libro scorrevole, ben scritto e mai noioso. Dettagliate le descrizioni ma mai pesante. Per una lettura poco impegnativa è perfetto

  • User Icon

    Federico

    23/09/2018 08:46:34

    Di certo non il suo miglior romanzo: rispetto agli altri, è palese che lo scrittore questa volta sia andato sul sicuro, non ha rischiato. La storia non è certo un thriller, il mistero del padre scomparso è un semplice espediente narrativo, un'esperienza che porterà la nostra protagonista, vittima di una costante ansia, a crescere e migliorare se stessa. A fine lettura i personaggi non vi mancheranno, come succede con Alaska, non avrete voglia di indagare ancora, come accade con Teorema Katherine, e non avrete voglia di un'avventura, come con Città di carta. Ma è di una scrittura molto scorrevo, se vogliamo coglierne un lato positivo.

  • User Icon

    Frans

    21/09/2018 20:13:34

    Ho tutti i libri di John G. Li ho adorati tutti, da colpa delle stelle, a Will ti presento Will e let it snow, ed anche questo non mi ha deluso per niente,adorato dall'inizio alla fine,storia fantastica, scritto ovviamente benissimo. É uno di quelli che bisogna leggere nella vita

  • User Icon

    Alessandra (Nekkina93/72)

    18/09/2018 22:08:39

    Amo i romanzi di John Green, sono sempre particolari e coraggiosi direi. John scrive sempre di argomenti che di solito sono ritenuti “tabù”. Perché secondo qualcuno, guai parlare di certe malattie o altro. Perché secondo alcuni, nei romanzi o nei film deve sempre essere tutto rosa e fiori. Ma la vita non è così. E amo come lui scriva di certi argomenti, com’è giusto che sia. Perché queste persone non devono sentirsi sbagliate, isolate e aver paura di parlare dei loro problemi. Perché non è giusto. Devono sentirsi liberi di poterne parlare e chiedere aiuto. E meritano di essere amati come tutti. Questo romanzo, di cui ho letto diversi pareri contrastanti, c’è chi l’ha amato e chi non l’ha amato per niente. Io invece l’ho amato e tanto e la fine mi ha lasciato un senso di magone e tristezza. Ci sono rimasta male, perché avrei voluto girare pagina e trovare ancora altro, saperne di più. A me personalmente è piaciuto molto e lo consiglio a tutti. Potete trovare una bellissima amicizia, che va al di là di ogni pregiudizio che qualcuno potrebbe avere. Si accettano per quello che sono e ci sono anche eventi particolari, che porteranno ad una fine un po’ malinconica per i miei gusti, ma allo stesso tempo bella, per altri motivi. Finito il 12 settembre 2018.

  • User Icon

    Marco

    18/09/2018 14:57:47

    Il romanzo narra la storia di Aza,studente liceale afflitta da ansie continue,che si troverà ad indagare sulla scomparsa del padre del suo migliore amico d'infanzia.Il romanzo ovviamente non è un thriller ma l'autore usa questo pretesto per scavare ancora più affondo nella mente della protagonista. Nota positiva anche per la copertina che,seppur semplice,ha un significato profondo che si può comprendere solo leggendo il libro. Lettura consigliata a tutti gli amanti dei romanzi contemporanei e per chi vuole approcciarsi a qualcosa di semplice ma allo stesso tempo profondo!

  • User Icon

    Laura

    18/09/2018 13:37:38

    Un libro dalla lettura molto scorrevole, adatto ai ragazzi, ma che tratta di temi molto importanti!

  • User Icon

    Stefania

    18/09/2018 13:25:05

    Aspettavo con ansia il ritorno di John Green e devo dire che con questo libro l’attesa ne è valsa la pena. John riesce a scrivere di un tema delicato come la malattia mentale e a fare immedesimare i propri lettori con la protagonista mano a mano che si legge la storia, in più c’è anche un mistero da risolvere e questo rende il libro molto più avvincente. Lo consiglio vivamente.

  • User Icon

    Giulia

    17/09/2018 19:43:02

    A mio parere un libro bello e interessante, con il giusto equilibrio tra parti realistiche e parti romanzate. È il primo libro che leggo che tratta un problema simile, molto interessante.

Vedi tutte le 24 recensioni cliente
  • John Green Cover

    John Green, nato nel 1977, è un blogger e scrittore dei romanzi, in Italia tutti editi da Rizzoli: Cercando Alaska (2005), suo romanzo d'esordio, al quale fanno seguito Teorema Catherine (2009), Città di carta (2009) e Colpa delle stelle (2014), dal quale è stato tratto l'omonimo film. Selezionato dalla rivista «Time» tra le cento persone più influenti nel mondo, ha dato vita con suo fratello Hank a Vlogbrothers, progetto di video online che ha riscosso grande successo.Tra i riconoscimenti ricevuti, la Printz Medal e l’Edgar Award. Approfondisci
Note legali