Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Taxi Teheran

Taxi

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Taxi
Regia: Jafar Panahi
Interpreti: Jafar Panahi
Paese: Iran
Anno: 2015
Supporto: DVD
Salvato in 32 liste dei desideri

€ 6,05

Venduto e spedito da Shop Mio

spinner

Disponibile in 5 gg lavorativi

Solo 1 prodotto disponibile

+ 2,98 € Spese di spedizione

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (10 offerte da 3,00 €)

Un taxi attraversa le strade di Teheran in un giorno qualsiasi. Passeggeri di diversa estrazione sociale salgono e scendono dalla vettura. Alla guida non c'è un conducente qualsiasi ma Jafar Panahi in persona impegnato a girare un altro film "proibito".

Un'opera destinata a rimanere quale testimonianza di un cinema che si fa militante

Trama
Un taxi attraversa le strade di Teheran in un giorno qualsiasi. Passeggeri di diversa estrazione sociale salgono e scendono dalla vettura. Alla guida non c'è un conducente qualsiasi ma Jafar Panahi stesso impegnato a girare un altro film 'proibito'.

2015 - Festival di Berlino - Orso d'oro per il miglior film

  • Produzione: 01 - Home Entertainment, 2016
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 82 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Iraniano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,78:1
  • Area2
  • Contenuti: trailers
  • Jafar Panahi Cover

    Regista iraniano. Dopo gli studi all’Università del cinema e della televisione di Teheran, gira diversi corti e mediometraggi per la tv iraniana ed è assistente di A. Kiarostami per Sotto gli ulivi (1994). Nel 1995 debutta nel lungometraggio con Il palloncino bianco, da una sceneggiatura di Kiarostami, delicata favola morale con commoventi personaggi infantili presi direttamente dalla realtà che gli vale la Caméra d’or al Festival di Cannes. Nel 1997 vince il Pardo d’oro a Locarno con Lo specchio, apologo sulla difficile condizione femminile in una società dominata dalla morale islamica. Lo stesso tema torna anche in Il cerchio (2000), film corale sulla storia di otto donne incarcerate nell’Iran contemporaneo, premiato a Venezia con il Leone d’oro. Nel 2003 vince a Cannes il premio della giuria... Approfondisci
  • Jafar Panahi Cover

    Regista iraniano. Dopo gli studi all’Università del cinema e della televisione di Teheran, gira diversi corti e mediometraggi per la tv iraniana ed è assistente di A. Kiarostami per Sotto gli ulivi (1994). Nel 1995 debutta nel lungometraggio con Il palloncino bianco, da una sceneggiatura di Kiarostami, delicata favola morale con commoventi personaggi infantili presi direttamente dalla realtà che gli vale la Caméra d’or al Festival di Cannes. Nel 1997 vince il Pardo d’oro a Locarno con Lo specchio, apologo sulla difficile condizione femminile in una società dominata dalla morale islamica. Lo stesso tema torna anche in Il cerchio (2000), film corale sulla storia di otto donne incarcerate nell’Iran contemporaneo, premiato a Venezia con il Leone d’oro. Nel 2003 vince a Cannes il premio della giuria... Approfondisci
Note legali
Chiudi