Curatore: B. Amato
Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
In commercio dal: 24 settembre 2015
Pagine: 376 p., Brossura
  • EAN: 9788807902154
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Pubblicato nel 1854, "Tempi difficili" fu fin da subito uno dei libri più discussi del grande romanziere inglese, anche per la decisa vena anti-utilitarista che ispira la trama. Duramente criticato da autori "conservatori" come Maculay, fu però valorizzato da autori più sensibili alla questione sociale, come John Ruskin e in seguito George Orwell, che ne esaltò "la generosa rabbia". Ispirato dalle osservazioni fatte dall'autore sulle condizioni di vita operaie e gli scioperi scoppiati nella cittadina di Preston, nei pressi di Manchester (in quegli anni già al centro del resoconto di Engels sulla condizione della classe operaia), il libro è ambientato in una città di fantasia, Coketown (la città del coke, del carbone). Al centro della vicenda il credo di Thomas Gradgrind, un industriale fiducioso "solamente nelle statistiche" e che educa di conseguenza i suoi due figli, Louisa e Tom, dei quali reprime con metodo ogni lato fantasioso e idealistico. La figlia, difatti, viene data in sposa a un altro avido capitalista della cittadina, Josiah Bounderby, un tipo avaro e impostore, di ben trent'anni più anziano della ragazza. Lei accetta, fino all'amaro epilogo, quando, ritornata dal padre, questi si renderà conto della follia del suo sistema educativo.

€ 7,65

€ 9,00

Risparmi € 1,35 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Rob

    21/09/2018 12:11:44

    Ambientato a Coketown, la "città del carbone", l'opera di Dickens presta molta attenzione all'Inghilterra Vittoriana in generale, e alla questione operaia in particolare. Nonostante ciò, io ho apprezzato il romanzo soprattutto per il modo in cui l'autore gioca con il tema della fantasia. In "Tempi difficili", infatti, Dickens mostra che la "difficoltà dei tempi" è dovuta sia a fenomeni sociali - come la piaga dell'utilitarismo - ma anche a pericoli morali, come un mondo privo di immaginazione. La vicenda di Louisa Gradgrind insegna a chi vive senza "sognare", che ad un certo punto si accorgerà di non aver vissuto affatto.

  • User Icon

    MARIA

    19/09/2018 18:26:22

    Dickens in questo libro esplica tutta la sua critica verso l'industrializzazione con le sue conseguenze sulle città e sulle persone. racconta un epoca passata ma spesso ancora attuale . L'ho letto anni dopo averlo studiato al liceo e devo dire che è stata una lettura non leggera ma comunque piacevole riscoperta. Lo consiglio soprattutto a chi, come me, adora i libri classici dell'ottocento e con una buona conoscenza del sottofondo storico.

  • User Icon

    Raffaele

    14/04/2017 20:12:58

    E' necessario ogni tanto tuffarsi nella letteratura dell'ottocento, dipende poi da cosa si legge, alcuni libri sembrano scritti ieri, alcuni, come questo, dimostrano tutta la loro età. Probabilmente la brillantezza dell'Autore, senza dubbio tra i principali ( se non il maggiore) del periodo vittoriano, va ricercata in altri romanzi.

Scrivi una recensione