I tempi sono cambiati. Cronache appassionate da un mondo in fermento - Daniel Cohen - copertina

I tempi sono cambiati. Cronache appassionate da un mondo in fermento

Daniel Cohen

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Chiara Perona
Editore: Codice
Anno edizione: 2019
Pagine: 173 p., Brossura
  • EAN: 9788875788063

€ 19,00

Venduto e spedito da LIBRERIA ZANETTI

Solo una copia disponibile

+ 4,50 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO

€ 16,15

€ 19,00
(-15%)

Punti Premium: 16

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 19,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Questa storia inizia cinquant'anni fa, quando il maggio francese ha promesso di sovvertire la società borghese in nome di un mondo nuovo, non più schiavo del lavoro e della catena di montaggio. Ed è continuata con il riflusso neoconservatore degli anni Ottanta, che oltre a lasciarci in eredità uno spietato individualismo ha trascinato tutti nella vana illusione che il capitalismo si sarebbe autoregolamentato e avrebbe creato un avvenire radioso. Oggi, tra pericolosi populismi e le macerie ancora fumanti della civiltà industriale, le società avanzate sembrano aver trovato una nuova speranza e un nome per autodefinirsi: la società dell'informazione, la dimensione dell'homo digitalis. L'economista Daniel Cohen ci regala un libro provocatorio e visionario, uno sguardo lucido capace di decifrare i tempi confusi che stiamo vivendo e di gettare una luce sulla strada da percorrere nei prossimi decenni.
  • Daniel Cohen Cover

    È dell professore di economia all'Ecole Normale Superieure, vicepresidente dell'Ecole d'économie di Parigi e direttore del Centro per la ricerca economica e le sue applicazioni. È stato fra i consiglieri del primo ministro francese ed è editorialista di Le Monde. In Italia ha pubblicato I nostri tempi moderni. Dal capitale finanziario al capitale umano (2001), Tre lezioni sulla società postindustriale (2007), La prosperità del vizio (2011). Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali