La terra delle caverne dipinte

Jean M. Auel

Editore: TEA
Collana: Teadue
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
In commercio dal: 23 maggio 2013
Pagine: 774 p., Brossura
  • EAN: 9788850231386
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alessandro

    12/09/2018 10:20:44

    Il crollo totale. Questa saga è andata di volta in volta peggiorando e dallo splendore di “Ayla, figlia della terra” e “La valle dei cavalli” siamo lentamente arrivati a questo... questo... mattone letterario. Il suo primo problema sono le descrizioni a dir poco interminabili, infinite, monotone e ripetitive, di gran lunga peggio di quanto non fossero nel capitolo precedente. Ci si può affogare in tutto l’inchiostro che l’autrice deve aver usato per parlarci di quelle dannate caverne! In secondo luogo, non aggiunge niente alla storia. La saga poteva concludersi con “Focolari di Pietra” (già scadente). E non lo dico tanto per dire, sono serio! Potete anche non comprare questo libro, la storia di Ayla è già finita. Inoltre i personaggi, oltre ad essere prevedibili e tediosi, non coincidono con i se stessi dei capitoli precedenti. Il legame di Ayla e Giondolar da solido come la madre terra vacilla al minimo urto. Non avviene nemmeno l’incontro tanto aspettato, preparato e sperato tra il Clan e gli zelandoni. Ecc...

  • User Icon

    tullio

    21/08/2013 22:36:56

    Ho letto anche questo, come tutti gli altri. Debbo dire che, a leggere altri commenti, siamo di entusiasmo troppo facile.Il libro, di oltre 700 pagine, è prolisso. L'autrice poteva benissimo condensarlo in meno delle metà delle pagine, risparmiandoci descrizioni delle quali non ci importa un fico. Infatti, la descrizione dei rapporti erotici fra i due protagonisti è resa con una dovizia di particolari degna di un romanzo porno, che come tale, avrei apprezzato molto di più. Inoltre, a chi vuoi che glie ne freghi quante volte Ayla è andata ad urinare ? Per concludere, la descrizione delle grotte, fatta con una pignoleria incredibile, andrebbe bene solo in un trattato di archeologia, non in un romanzo. Come minimo, fa sbadigliare. Nondimeno, l'ho letto come ho letto tutti i precedenti, perchè per fortuna ho una pazienza certosina. Confesso di avere letto cose ben più pesanti, come ad esempio una storia della matematica. Buon divertimento, ma comprate quantomeno l' edizione economica, perchè più di tanto non vale.

Scrivi una recensione