Il terzo uomo (Blu-ray) di Carol Reed - Blu-ray
Salvato in 21 liste dei desideri
attualmente non disponibile attualmente non disponibile
Info
Il terzo uomo (Blu-ray)
9,99 €
Blu-ray
Dettagli Mostra info
Il terzo uomo (Blu-ray) 100 punti Effe Venditore: IBS
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
9,99 €
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
9,99 €
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Il terzo uomo (Blu-ray) di Carol Reed - Blu-ray
Chiudi

Descrizione

1946. In una Vienna devastata dalla guerra e suddivisa in quattro settori sotto l'occupazione alleata, lo scrittore americano Holly Martins (Jospeh Cotten) va alla ricerca di Harry Lime, un amico misteriosamente scomparso e dato per morto. Martins però continua ostinatamente la sua ricerca del compagno scoprendo che in realtà Harry è ancora vivo, nonché artefice di un misterioso complotto.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

The Third Man
Gran Bretagna
1949
Blu-ray
8032853374320

Informazioni aggiuntive

Film in bianco e nero
Studio 4K, 2016
Terminal Video
Italiano
Italiano
1,37:1 Full Screen
PAL Area2
Making Of, Trailers

Valutazioni e recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
(3)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(3)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Theo
Recensioni: 5/5

Disco stratosferico. Trasferimento impeccabile, master restaurato che valorizza al meglio la sontuosa fotografia. Due tracce audio, sottotitoli italiani presenti. Esaustivo (e correttamente sottotitolato) il bel documentario d'approfondimento tra gli extra.

Leggi di più Leggi di meno
FTLeo
Recensioni: 5/5

"Il terzo uomo" (Regno Unito, 1949) è un film di genere noir diretto dal regista e produttore cinematografico britannico Carol Reed [1906-1976]. L'ambientazione è quella della Vienna occupata dalle quattro potenze vincitrici, subito dopo la fine della seconda guerra mondiale. Lo scrittore Holly Martins giunge nella capitale austriaca alla ricerca di un suo vecchio amico, Harry Lime, misteriosamente scomparso. La versione ufficiale dà Harry morto in un incidente stradale. Martins vuole vederci chiaro e prosegue nelle sue ricerche, scoprendo che, durante la guerra, Harry aveva venduto penicillina tagliata, causando la morte di numerosi bambini. Nel corso delle "indagini", Martins conosce la fidanzata di Harry, Anna Schmidt, donna tanto affascinante quanto ambigua e misteriosa. In seguito, un anziano signore assicura a Martins di aver notato sul luogo dell'incidente in cui Lime avrebbe perso la vita un "terzo uomo"... Questo lungometraggio, per il quale il regista Reed vinse nel 1949 la Palma d'Oro al Festival di Cannes, è un thriller atipico e di grande originalità, cupo e sinistro quasi come un horror, costruito su affascinanti atmosfere notturne, su magnifiche inquadrature oblique e su una colonna sonora leggendaria di Anton Karas. Notevole la regia di Reed dalla caratteristica espressionista e barocca; splendida la fotografia, in stile sempre espressionista, di Robert Krasker, che, non a caso, vinse il Premio Oscar per la migliore fotografia nel 1951. Sceneggiatura, infine, del grande scrittore e drammaturgo inglese Graham Greene, il quale, durante la preparazione della stessa, scrisse un romanzo dal medesimo titolo, pubblicato poi nel 1950. Che altro dire?... Il pericolo di un nuovo abominio nazista e il pessimismo morale con il quale si ipotizza un futuro ancora segnato dalle atrocità della guerra appena terminata fanno de "Il terzo uomo" un apologo non molto rassicurante sulla lealtà e sull'amicizia umane... Capolavoro!

Leggi di più Leggi di meno
Marco
Recensioni: 5/5

Una morte come tante altre quella di Harry Lime, investito accidentalmente da un auto all'uscita di casa. Sembra però non pensarla così Holly, scrittore americano e amico fraterno di Harry, giunto a Vienna su invito del suo vecchio amico con la promessa di un posto di lavoro e messo di fronte alla tragica realtà proprio il giorno del suo arrivo. Dopo aver preso parte al funerale, lo scrittore comincia a fare domande e si rende subito conto che qualcosa non quadra nella ricostruzione dell'incidente: troppe risposte contrastanti ed un terzo uomo, avvistato sulla scena dell'incidente dal portiere dello stabile di Lime ma misteriosamente sconosciuto a tutti gli altri testimoni. La successiva morte del portiere non fa altro che confermare i sospetti di Holly e di Anna, attrice e amante di Harry. Assieme i due cominceranno ad indagare parallelamente alla polizia, da tempo sulle tracce di Harry a causa di alcuni loschi affari. Continui colpi di scena, sottolineati da una splendida colonna sonora (ritmata a tal punto da non sembrare adatta ad un film del genere ed invece particolarmente calzante), condurranno lo spettatore all'epilogo finale. Splendide le interpretazioni dei tre protagonisti: l'ingresso dall'ombra di Welles è da pelle d'oca e "illumina" la scena. Davvero un film immancabile nella collezione di un amante dei classici noir/gialli.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(3)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Joseph Cotten

1905, Petersburg, Virginia

Attore statunitense. Dopo esperienze minori alla radio, passa alle scene shakespeariane grazie a O. Welles, che lo fa recitare nel Giulio Cesare. Esordisce sullo schermo in Quarto potere (1941) sempre grazie a Welles, che lo dirige successivamente in L'orgoglio degli Amberson (1942) e Terrore sul Mar Nero (1943). Faccia pulita e aspetto quasi anonimo, conferisce una carica sotterranea e decisa ai suoi personaggi. In coppia con J. Jones ottiene un notevole successo in Da quando te ne andasti (1944) di J. Cromwell, riconfermato da Duello al sole (1946) di K. Vidor e più avanti da Il ritratto di Jenny (1949) di W. Dieterle, che gli vale il premio come miglior attore a Venezia. Si rivela capace di assumere tonalità caratteriali in L'ombra del dubbio (1943) di A. Hitchcock e in Il terzo uomo (1949)...

Graham Greene

1904

Graham Greene (1904-1991) è stato uno scrittore inglese. Convertitosi al cattolicesimo intorno al 1927, scrisse romanzi che sono tra i più popolari della narrativa inglese contemporanea, come Il potere e la gloria (1940), Il nocciolo della questione (1948), La fine dell’avventura (1951). Versioni cinematografiche hanno avuto, fra l’altro, i racconti Il terzo uomo (1950) e Il nostro agente all’Avana (1958) e il romanzo Il tranquillo americano (1955). I suoi romanzi narrano, con toni in cui si equilibrano sottilmente commozione e ironia, storie realistiche e spesso violente: guerra, spionaggio, intrighi, casi polizieschi, su sfondi per lo più esotici e con personaggi tormentati e sinistri. L’ultima produzione di Greene, che comprende tra l’altro...

Trevor Howard

1916, Cliftonville, Kent

Attore inglese. Studente all'Accademia reale d'arte drammatica, debutta sul palcoscenico a metà degli anni '30 e sul grande schermo solo dopo il congedo dall'esercito. Protagonista del melodramma Breve incontro (1945) di D. Lean, conquista le platee con il suo romanticismo e la sua naturalezza. Attore raffinato e meticoloso sia nella preparazione delle parti principali sia di quelle minori, non riesce però a diventare una star. Poliziotto di poche parole in Il terzo uomo (1949) di C. Reed, Denis Fallentin in Il giro del mondo in ottanta giorni (1956) di M. Anderson, ottiene una nomination all'Oscar per il personaggio del rude padre in Figli e amanti (1960) di J. Cardiff. Nel 1962 è il capitano Bligh in Gli ammutinati del Bounty di L. Milestone, successivamente è Lord Cardigan in I seicento...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore