Traduttore: A. Mioni
Editore: Giunti Editore
Collana: Scrittori Giunti
Anno edizione: 2016
Pagine: 368 p., Rilegato
  • EAN: 9788809770652
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 13,50

€ 18,00

Risparmi € 4,50 (25%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Ezio

    13/07/2017 15:19:06

    La materia trattata avrebbe consentito di scavare nell'anima dei personaggi, regalando spunti affatto interessanti per la loro introspezione psicologica, ma l'Autore non fa altro che timidi tentativi in merito, spendendo invece pagine e pagine nella "lenta" descrizione degli ambienti e dei paesaggi, che molto poco contribuiscono a arricchire la vicenda e che lasciano il lettore del tutto inappagato. Un'occasione persa che avrebbe meritato ben altra sorte.

  • User Icon

    Nasreen

    16/06/2017 14:27:08

    Riassumendo, quindi, The Danish Girl potrà piacere o meno a seconda di come leggere. L’approccio è tutto. Einar Wegner, in The Danish Girl, è uno stimato professore, nonché pittore, della Copenaghen del 1930, sposato con la ribelle e anticonformista Gerda. Trascorrono una vita tranquilla, fra lezioni, mostre e quadri, fino a quando, una mattina, Gerda chiede al marito di posare per lei in sostituzione alla sua cliente. Einar, dai tratti delicati e femminei, dopo non poca titubanza, decide di acconsentire all’ennesima stravagante richiesta della moglie. Sarà proprio in quell’attimo, indossati gli abiti per la posa, che Einar sentirà risvegliarsi in lui Lili, la dolce, piccola e delicata Lili. The Danish Girl parla esattamente di questo, del viaggio di consapevolezza di Einar, ma non solo. In realtà, leggendolo molto attentamente, l’autore sembra voler dare una spennellata di forte introspezione dei personaggi secondari, come ad aver l’intenzione di render loro giustizia. Si parla spesso del trauma emozionale che affrontano le persone afflitte da disforia di genere, ma quasi mai di chi invece si trova coinvolto nelle loro vite. Come affrontare la transizione dei propri cari? Quali possono essere le conseguenze emotive sulle persone che si trovano coinvolte? The Danish Girl sembrava infatti, fino a circa metà romanzo, volersi concentrare propriamente su Gerda, magnifica donna dal cuore immenso che ha sopportato e supportato ogni singolo passo del marito e senza la quale con ogni probabilità Lili non sarebbe mai arrivata ad avere la possibilità di esistere, e tutte le persone “intorno” a Einar/Lili, salvo poi cambiare nuovamente rotta nell’ultima metà del romanzo, tornando a concentrarsi quasi unicamente su Lili. Il lettore finirà inevitabilmente per patteggiare per Einar o Lili, o per entrambi. Sarà doloroso veder sbiadire il pittore, ma incredibilmente emozionante leggere della nascita di Lili...

  • User Icon

    Nasreen

    16/06/2017 14:27:04

    Riassumendo, quindi, The Danish Girl potrà piacere o meno a seconda di come leggere. L’approccio è tutto. Einar Wegner, in The Danish Girl, è uno stimato professore, nonché pittore, della Copenaghen del 1930, sposato con la ribelle e anticonformista Gerda. Trascorrono una vita tranquilla, fra lezioni, mostre e quadri, fino a quando, una mattina, Gerda chiede al marito di posare per lei in sostituzione alla sua cliente. Einar, dai tratti delicati e femminei, dopo non poca titubanza, decide di acconsentire all’ennesima stravagante richiesta della moglie. Sarà proprio in quell’attimo, indossati gli abiti per la posa, che Einar sentirà risvegliarsi in lui Lili, la dolce, piccola e delicata Lili. The Danish Girl parla esattamente di questo, del viaggio di consapevolezza di Einar, ma non solo. In realtà, leggendolo molto attentamente, l’autore sembra voler dare una spennellata di forte introspezione dei personaggi secondari, come ad aver l’intenzione di render loro giustizia. Si parla spesso del trauma emozionale che affrontano le persone afflitte da disforia di genere, ma quasi mai di chi invece si trova coinvolto nelle loro vite. Come affrontare la transizione dei propri cari? Quali possono essere le conseguenze emotive sulle persone che si trovano coinvolte? The Danish Girl sembrava infatti, fino a circa metà romanzo, volersi concentrare propriamente su Gerda, magnifica donna dal cuore immenso che ha sopportato e supportato ogni singolo passo del marito e senza la quale con ogni probabilità Lili non sarebbe mai arrivata ad avere la possibilità di esistere, e tutte le persone “intorno” a Einar/Lili, salvo poi cambiare nuovamente rotta nell’ultima metà del romanzo, tornando a concentrarsi quasi unicamente su Lili. Il lettore finirà inevitabilmente per patteggiare per Einar o Lili, o per entrambi. Sarà doloroso veder sbiadire il pittore, ma incredibilmente emozionante leggere della nascita di Lili...

  • User Icon

    vanessa teali

    07/11/2016 14:02:29

    Ottima stesura, lettura intensa e affascianante

  • User Icon

    Un testo dalle descrizioni precise, approfondite, suggestive. L'autore ha un modo di scrivere completo, vuole trasmettere al Lettore quante più sensazioni possibili. E' come se si venisse avvolti dal testo, come se le parole ti abbracciassero senza tuttavia mai toccarti veramente. La scrittura, infatti, è altre sì leggiadra come il vento che increspa l'acqua, come il sole che sfiora i tetti senza mai raggiungerli veramente, smuove il Lettore ma non lo destabilizza. Sono rimasta poi un pò delusa dal finale aperto. E' come se lo scrittore si fosse stancato di scrivere e avesse lasciato incompiuta l'opera. Non mi ha completamente appagata.

  • User Icon

    vinny

    07/07/2016 11:51:36

    The danish girl- la ragazza danese- è il racconto tratto dalla vita di Lili Elbe la prima persona nella storia a sottoporsi a un intervento chirurgico di riassegnazione sessuale e a essere identificata come transessuale. Sicuramente un argomento che poco trova spazio nel mainstream. Di certo chi si aspetta un'analisi psicologica dettagliata dei protagonisti rimarrà deluso. Ma in fin dei conti se il lettore volesse approfondire l'argomento di certo non dovrebbe rivolgere la sua attenzione ai tanti trattati di psicologia? Spetta dunque al lettore trarre le rispettive riflessioni. Lo scrittore più che altro racconta in modo lineare, a tratti algido, quanto ci sia un amore ancor più grande di quello che leghi marito e moglie. Il finale lascia però un amaro in bocca essendo non detto, ma lasciato all'immaginazione del lettore. Di certo una storia interessante e consigliata.

  • User Icon

    Carmela

    17/05/2016 16:41:41

    Uno dei libri più brutti che abbia mai letto...e dire che ho amato tanto il film. Mi rendo conto che riuscire a farne un bel film, prendendo spunto dal romanzo, non è stato facile...lode a regista, sceneggiatore, attori... Ho aspettato una profondità narrativa fino alla fine...illusa io...e invece gli ultimi capitoli sono stati sempre un crescendo di nullità. Mai letto un libro con una fine così insensata, avrei voluto avere davanti l'autore per chiedergli come avesse fatto a rovinare una storia così importante. Spero di trovare l'autobiografia di Lili Elbe e rifarmi dalla delusione del romanzo.

  • User Icon

    nihil

    16/04/2016 09:11:54

    Una delusione. Scritto in modo banale e piatto, manca assolutamente lo spessore psicologico dei personaggi, che doveva essere il centro della trama. Il libro si riduce ad un racconto frettoloso con tentativo mal riuscito di originalità.

  • User Icon

    renzo

    14/03/2016 21:02:43

    ottimo lo consiglio vivamente. anche se la storia è, rispetto alla realtà dei fatti, romanzata devo dire che mi ha appassionato molto.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione