Editore: Cavallo di Ferro
Anno edizione: 2010
In commercio dal: 1 aprile 2010
Pagine: 200 p., Rilegato
  • EAN: 9788879070652
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Disponibile anche in altri formati:

€ 8,91

€ 16,50

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

17 punti Premium

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:

€ 14,02

€ 16,50

Risparmi € 2,48 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Lulu

    18/08/2015 16:08:30

    È il primo romanzo di romana petri che leggo... Scrittura scorrevole Mi è piaciuto molto. Chiunque abbia vissuto la fine di un lungo amore non può che commuoversi e ritrovarsi nel dolore di queste pagine

  • User Icon

    rosalba

    22/06/2013 21:22:02

    La firma finale è il vero nome del pugile chiamato Cinderella man. Quanto al vero o all'inventato, mi chiedo cosa ce ne possa importare a noi lettori. La letteratura è piena di capolavori dovuti alla fantasia o alla vita realmente vissuta. Un libro è bello per quel che racconta, per come è scritto, per la capacità di analisi psicologica, perché ci fa pensare, riflettere su cose che non ci erano venute in mente. Questo libro ha una scrittura potente, si legge di corsa, come per stare dietro al suo ritmo. A me è piaciuto moltissimo. Ce ne fossero di scrittori così in Italia. Lo consiglio vivamente a tutti, uomini e donne di tutte le età.

  • User Icon

    Renato Dellepiane

    01/03/2013 16:36:53

    Premetto che mi riferisco all'edizione rossa di cui non vedo recensioni, ma penso non ci sia differenza. Forse sono troppo vecchio, ma non riesco ad unirmi alle lodi per questo libro strano. Scritto sicuramente bene, profondo nell'analisi psicologica dell'io narrante, infila dentro una "storia nella storia" che mi pare o troppo inventata o troppo vera. Ed allora mi aumentano i dubbi su quella indicazione iniziale così inusuale, e che spesso vuole dire tutto il contrario, sul fatto che "ogni riferimento (...) è puramente casuale". Forse così non è e la storia ha qualche aggancio concreto con la realtà. E quella firma finale "tuo James J. Braddock" che cosa significa?

  • User Icon

    Placido Pleroma

    29/11/2011 09:30:16

    Un romanzo epistolare in cui la narratrice si scopre, si denuda a furia di scrivere. Profondo.

  • User Icon

    Claudia

    22/03/2011 17:12:08

    Si lascia leggere, ma assolutamente non all'altezza di Ovunque io sia!!

  • User Icon

    ant

    04/09/2010 10:22:06

    Originale l'intelaiatura del romanzo, ma falso nei contenuti. Come fa una donna a lasciare un uomo così variegato come Mario(pugile, architetto, intellettuale, sveglio,donnaiolo, viaggiatore) e dichiarare di non averlo mai amato, pure essendo padre dei suoi figli, a discapito di un mezzo morto di sonno come Pietro? Cara scrittrice anche se vuoi far capire il contrario tu eri stracotta di Mario tanto che per imitarlo...ti sei messa a tirare di boxe. Io forse perchè un filino maschilista(può essere..) intendo tutto il contrario di quello che il romanzo vuole palesare come messaggio

  • User Icon

    Franci

    05/07/2010 11:18:25

    Un libro bello da leggere non solo per la storia (che ha dei tratti molto originali, pur essendo una "storia italiana") ma anche per il modo in cui è scritto: ormai mi capita sempre meno di godermi un linguaggio non sciatto e cosciente. Una lettura consigliata, di cuore.

  • User Icon

    elena

    02/07/2010 10:14:11

    e' il primo libro che leggo di romana petri e l'ho trovata molto brava...è interessante il modo in cui l'autrice cerca di "spiegare" un matrimonio, in modo diretto, senza ipocrisie. anche la modalità di scrivere per lettere è originale. l'unica nota è che forse avrei preferito leggere anche qualche risposta di lui. si intuisce la risposta nell'inizio di ciascuna lettera di cristiana ma vedere come si giustifica mario sarebbe stato, come dire, divertente. complimenti...

  • User Icon

    silvia

    25/06/2010 23:32:16

    Un libro scorrevolissimo,letto tutto in una sera. Si parla di amore, di sentimenti, di ricordi, di vita in maniera non banale e con un linguaggio ben costruito ed appropriato.Non privo di sorprese, riesce a coinvolgere e a far riflettere. Consigliato.

  • User Icon

    NiGa

    18/05/2010 16:00:30

    Un bel libro senza dubbio. Parla dei nostri anni Settanta in modo personale e partecipe. Lui non ci fa una bella figura, però la storia è cotruita come una specie di giallo sentimentale. Vale la pena

  • User Icon

    ElisaZ

    04/05/2010 12:47:47

    Una storia proprio travolgente. La bella vittoria di una donna, finalmente... ma non contro un uomo o un'altra donna, una vittoria personale. Mi sembra un bell'esempio per chi come me ha un passato un po' disastrato. La Petri è molto molto brava. Lo consiglio.

  • User Icon

    fiore

    28/04/2010 15:49:00

    Un romanzo bellissimo,ipnotico. L'ho letto tutto di un fiato, senza mai smettere. L'amore, il dolore, il naufragio, e poi il risorgere dalle ceneri.I suoi personaggi mi resteranno nella memoria per sempre. proprio da non perdere

  • User Icon

    Vincenzo

    28/04/2010 11:49:55

    Il libro è di mia moglie che continuava a dirmi: "lo vedi?" "senti questa frase" "pure io la penso così, ora te lo leggo". Alla fine, anche se mi sembrava il tipico libro da donna, l'ho preso e l'ho letto per capire perché lei era così entusiasta. E ho avuto una bella sorpresa: il libro merita davvero. Non è una storia sdolcinata, al contrario è un racconto serio e coinvolgente sui rapporti umani fra coinugi ed ex coniugi. E' scritto davvero bene (non come certi romanzetti "frase e punto") e ti accompagna alla ri-scoperta di un passato comune, proprio come fosse con i tuoi occhi. Lo consiglio e penso di regalare a mia moglie anche gli altri libri di questa scrittrice

  • User Icon

    Cinzia

    28/04/2010 11:41:09

    Mi è piaciuto il modo in cui l'autrice ha affrontato i nostri anni settanta, senza preconcetti e ipocrisie. io ero appena nata, e quindi non ne ho una conoscenza diretta, ma di tutti libri che ho letto sull'argomento mi sembra che questo sia il più obiettivo. e la storia è bella, emozionante, sentita. non capisco proprio perché non si parli della Petri quanto di altre scrittrici italiane molto meno brave

  • User Icon

    Edo

    28/04/2010 11:22:50

    Un libro proprio bello. Profondo e sincero. Non mi capita spesso di trovare libri credibili, mentre questo oltretutto ti conquista per la sua verità. È costruito molto bene, da un'autrice che si vede ha un'abilità matura. E poi l'idea del pugile donna è eccezionale.

  • User Icon

    Lola

    28/04/2010 11:18:43

    Questo romanzo mi è piaciuto perché è sincero, racconta bene le dinamiche di una coppia e nonostante questo riesce comunque a "intrattenerti" senza noia. Anzi. Magari a prima vista uno non se lo aspetta, ma dentro ci sono dei colpi scena, dei momenti forti, scene drammatiche... E poi la scrittrice usa una lingua bellissima, spontanea ma colta. Consigliato.

  • User Icon

    Agnese

    28/04/2010 11:14:48

    Bellissimo! Un romanzo coinvolgente, vivo e spietato. L'autrice, attraverso le lettere della protagonista, è riescita a farmi vivere ogni situazione e ogni sensazione narrata nel libro. La verità di alcune frasi mi ha colpita così profondamente che non riesco a non tornare a pensarci...

  • User Icon

    laura

    28/04/2010 10:59:59

    la storia di un amore naufragato, una resa dei conti che arriva con 15 anni di ritardo. l'umiliazione a la vittoria della protagonista, e poi tutto un pezzo di storia italiana, tutta una generazione filtrata attraverso lo sguardo attento di una scrittrice che non lascia scampo. un bellissimo romanzo contro la rinuncia che crede nella rinascita e nella felicità. lo consiglio davvero.

Vedi tutte le 18 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione