Tokyo andata e ritorno

Marco Montanari

Editore: Sovera Edizioni
Anno edizione: 2004
In commercio dal: 1 gennaio 2005
Pagine: 94 p., Brossura
  • EAN: 9788881244690
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Usato su Libraccio.it - € 5,40

€ 5,40

€ 10,00

5 punti Premium

€ 9,50

€ 10,00

Risparmi € 0,50 (5%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Pier Paolo

    29/08/2006 09:40:03

    A me è piaciuto molto, complimenti! L'ho trovato scorrevole, ben scritto e piacevole da leggere. Altra caratteristica è la "leggerezza", sia per la brevità, sia per la sensazione (evidentemente soggettiva) di stare a leggere un manga senza disegni. Non so se era voluto, ma i personaggi in sé, come si relazionano tra loro e la vicenda li vedrei benissimo anche rappresentati con un fumetto. La cosa che forse più ho apprezzato, per me che sono un amante del viaggiare per conoscere posti e culture nuovi, è stato l'avermi fatto conoscere tanti aspetti curiosi del Giappone e di Tokyo in particolare, attraverso una storia simpatica da leggere: credo di indovinare dicendo che questo fosse un po' lo scopo del libro. Sconcertante la scena degli impiegati ubriachi che tornano a casa con l'ultima corsa della metro... che pena! I love hotel invece li ho trovati "stuzzicanti" Curiosa anche la storia dei nomi dei defunti. Insomma, adesso conosco qualche curiosità in più su Tokyo senza essermele lette su una noiosa guida. Grazie!

  • User Icon

    Susanna Biganzoli

    01/03/2006 09:46:31

    Leggere Tokyo AR mi ha piacevolmente catapultato in un paesaggio incredibilmente familiare, mi sembrava di sentire suoni odori cosi lontani fisicamente e cosi vicini nel ricordo! Il romanzo mi e' piaciuto e mi e' piaciuta molto l'idea dei Burakumin. Nel romanzo non c`e` solo la Tokyo da cartolina, o meglio da manga, ma si penetra la realta`, si tocca il quotidiano e si va ancora oltre fino all`invisibile esistenza dei Burakumin, il tutto sostenuto da un ritmo e da un`attesa da spy-story che ti fa leggere il romanzo tutto d`un fiato.

  • User Icon

    Antonietta

    13/02/2006 02:33:11

    Ho letto il libro che mi e` piaciuto molto. L'autore ha saputo ricreare bene l'atmosfera "allucinata" che puo` avere Tokyo, soprattutto agli occhi di un turista straniero che sbarca in Giappone per la prima volta. Un po' come nel film Lost in translation. Se proprio devo trovare un difetto al libro, direi che a volte ci sono delle informazioni sul Giappone che non sono del tutto giustificate dalla storia, e quindi fanno un po' guida turistica. Pero` questa e` un'impressione che ho avuto io che il Giappone lo conosco bene, puo`darsi che per un lettore meno avvertito non sia la stessa cosa. Insomma, il libro è veramente appassionante e si legge tutto d'un fiato, senza saltare nemmeno mezza riga.

  • User Icon

    Catia Granati

    13/02/2006 02:27:12

    Mi e` piaciuto! Sono una "superficiale" lettrice di manga e il tuo libro aveva la stessa atmosfera!!Sara` che e` ambientato in Giappone, i treni, i negozi aperti 24 ore su 24....non dico cose strane lo so, probabilmente neanche tanto originali, cmq e` una storia direi...fresca.........

  • User Icon

    Tiziana Petrecca

    06/07/2005 08:04:26

    Una scommessa persa, il pegno un viaggio a Tokyo. Guglielmo, dark per necessità, parte per Tokyo. Sull’aereo conoscerà una ragazza aspirante mangaka con la passione per gadget e tutto ciò che gira intorno al mondo dei Manga. Sarà la sua compagna di avventure. Tra cibo giapponese, ferrovie sotterranee, alberghi e fiumi di persone, Guglielmo scoprirà una Tokyo che non è l’immagine venduta alla t.v. Suo malgrado, si ritroverà coinvolto in un’ avventura alla spy –story con immancabili inseguimenti e colpi di scena. Un racconto come un manga. Leggendolo sembra di vedere, quasi, un anime alla Lupin. E’ scorrevole, piacevole, divertente. Un bel racconto che dona immagini.. Montanari ne è lo sceneggiatore, il lettore ne diventa il regista. Veramente un’ ottimo esempio di giovane narrativa.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione