Categorie

Valerio M. Manfredi

Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Anno edizione: 2009
Pagine: 190 p. , ill. , Rilegato
  • EAN: 9788804593492

Il fascino e il mistero di Alessandro attraversano i secoli e i confini per giungere molto, molto vicino a noi…

La storia della tomba di Alessandro è la storia di un'avventura. Districare le infinite leggende dai fatti, interpretare le fonti storiche, lacunose e contraddittorie, addentrarsi nel mito equivale a muoversi verso "una meta enigmatica e sfuggente come i miraggi del deserto".Con l'affermarsi del cristianesimo, infatti, il sepolcro di Alessandro, eretto nella città che portava il suo nome e oggetto di venerazione e visite continue per sette lunghi secoli, in pochi anni cadde nell'oblio. Forse per cause naturali o eventi bellici, forse per una sorta di damnatio memoriae, forse per tutte queste ragioni insieme, di esso si perse ogni traccia. Tuttavia su Alessandria continuò ad aleggiare il fantasma del suo fondatore, che riprese vigore a partire dalla campagna napoleonica dell'Egitto, da quando cioè molti archeologi e una serie di avventurieri e cacciatori di tesori, ma anche tante persone comuni, si sono cimentati nell'impresa di ritrovare il corpo del più grande condottiero di tutti i tempi. Inseguendo un mito e un'illusione sorti con la morte stessa dell'eroe invincibile, del giovane dal carisma ineguagliabile, incarnazione dello splendore e della ferocia e di tutte le contraddizioni del genere umano. "L'illusione che, qualora arrivassimo un giorno e per assurdo a toccarlo, potremmo, chissà, finalmente capire."
Valerio Massimo Manfredi, che del profilo e delle gesta di Alessandro il Grande ha saputo incidere un'immagine vivida e folgorante nella sua trilogia Aléxandros, ci conduce in questo viaggio nel cuore dell'enigma unendo l'esperienza e la competenza dell'archeologo alla narrazione coinvolgente e appassionata del grande romanziere, mostrandoci luoghi e reperti dell'antichità per ricostruire su di essi un mondo brulicante di vita, di sterminata ambizione e grandi sogni.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Guido

    03/01/2014 13.23.47

    Consiglio la lettura a coloro che in precedenza si sono immersi nella triologia degli Alexandros. In questi libro vengono trattati in maniera tendente alla perfezione tutti i misteri relativi alla tomba del più grande comandante della storia. Personalmente ho apprezzato la presenza a metà libro di immagini

  • User Icon

    Daniele

    11/06/2010 13.55.18

    Bellissimo! Uno studio divulgativo molto scorrevole, ma allo stesso tempo accurato nel fare il punto della situazione su uno degli interrogativi storici che colpiscono più l'immaginazione. Manfredi raccoglie ed elenca in maniera professionale le fonti antiche e quelle più moderne, dandoci un gran libro, fresco e molto interessante. E poi il fascino di Alessandro fa il resto. Giudico questo libro, scritto benissimo, molto migliore dei suoi due ultimi romanzi. Consigliatissimo a tutti gli amanti della storia antica.

  • User Icon

    baghy

    17/05/2010 15.52.31

    Piu' che un saggio (che non e') sembra un'operazione commerciale per far leva sui molti fans di VMM. In sostanza e' un libro che non e' ne' carne ne'pesce. Non e' neanche un thriller in quanto come giustamente osservato da altri lettori e' una "semplice" raccolta di teorie e congetture, per altro neanche sue che seguono il filo della storia per arrivare ai giorni nostri. Scritto comunque come sempre in maniera scorrevole non regala pero' alcuna emozione ed a tratti puo' rivelarsi noioso. Se proprio non siete appassionati per Alessando lasciate perdere.

  • User Icon

    Simis

    15/01/2010 16.18.11

    Non mi ha "preso" come qualsiasi altro dei suoi romanzi, in quanto la forma di saggio e analisi delle fonti per sua natura non permette di tenersi ben stretti ad un intreccio. La fluidità a tratti ne risente, pur permettendo ad un lettore attento di seguire con cognizione i vari passi. In definitiva lo consiglio soprattutto ai fans di Manfredi oppure ai cultori viscerali di Alessandro Magno, mentre per gli altri potrebbe (a ragione) risultare una lettura che lascia poco o niente in eredità.

  • User Icon

    mikinazional

    04/01/2010 11.39.29

    bellissimo...veramente molto bello... sono alla metà di questo meraviglioso libro e vi dico che mi ha subito preso già dalle prime pagine!!! bellissimo..unico..un libro che consiglio a tutti!!!

  • User Icon

    Arkadin70

    22/12/2009 11.03.19

    Accuratissima ricostruzione di un'enigma che affascina da secoli tanti studiosi e non sulla destinazione del personaggio storico più importante del mondo antico. Archetipo inimitabile di tutti gli imperatori e Re a lui succeduti ma inarrivabile come idea politica e di ecumene. L'autore non punta ad una risposta risolutiva all'enigma ma solo enumerando le varie ipotesi tra le varie fonti a testimoniare l'unicità del personaggio Alessandro, vero ed inimitabile iniziatore della civiltà occidentale.

  • User Icon

    Robbi

    12/12/2009 11.13.43

    Davvero un testo interessante, non è un saggio (quindi non adotta un lessico accademico) e non è un romanzo, ma un "semplice" testo di divulgazione scientifica che mostra una panomarica sulle vicende che riguardano la tomba e il corpo di Alessandro Magno. Manfredi evita di essere pedante e con libro davvero piacevole da leggere narra la storia di questa ricerca archeologica. La critica delle fonti letterarie e archeologiche è molto precisa senza risultare pedante.

  • User Icon

    Antonio

    05/12/2009 18.16.01

    Premetto che sono un grande fan di VMM, ma che bisogno c'era di pubblicare questo libro? guarda caso proprio sotto Natale... Innanzitutto è un saggio, è poco interessante, e poi il linguaggio utilizzato è davvero poco accademico, banale anche per un romanzo. Non pensavo che sarei mai rimasto tanto deluso da un suo libro.

  • User Icon

    Alex

    02/12/2009 23.09.08

    Non mi è piaciuto per nulla. Se non fosse x l'affetto che ho di VMM non l'avrei neanche finito. é un libro che riporta solo congetture. poteva evitarlo

  • User Icon

    Luigi De Rosa

    25/11/2009 08.49.57

    Un Saggio che sembra un thriller sulla fine del grande condottiero e sulla scomparsa del suo sarcofago. Alessandro il Macedone era talmente grande che se ne trova menzione nella Bibbia e nel Corano, quando morì i suoi generali si contesero anche il corpo. Tolomeo uccise Perdicca e trasportò il sarcofago d’oro massiccio ad Alessandria. Secoli dopo Tolomeo XI “rubò” il sarcofago d’oro e mise Alessandro in un “più economico” sarcofago d’alabastro. Cesare,Pompeo ed Augusto come tanti altri grandi vollero vedere la sua mummia per rendergli omaggio.Quando l’Impero Romano divenne cristiano il vescovo Teofilo volle distruggere tutte le reliquie pagane, Ipazia sacerdotessa di Alessandro fu denudata e scarnificata. I cristiani da vittime divennero orribili carnefici, ma non riuscirono a distruggere il mito del grande Re. Archeologi di ogni epoca,scienziati, esperti “tombaroli” ma anche ladri, furfanti, centinaia di persone hanno cercato la tomba di Alessandro senza trovarla. Dove è finito colui che faceva ammutolire la terra? (Bibbia Libro dei Maccabei)

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione