Categorie

Tradizione e rivoluzione nella letteratura russa

Vittorio Strada

Editore: Einaudi
Collana: Saggi
Anno edizione: 1969
Pagine: 262 p.
  • EAN: 9788806231019

€ 15,37

€ 18,08

Risparmi € 2,71 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

L'unità dei saggi, editi ed inediti, qui raccolti col titolo comune Tradizione e rivoluzione nella letteratura russa, sta, oltre che nella coerenza dei vari interessi dell'autore, nella ricerca orientata verso alcuni momenti nodali dello sviluppo letterario russo dell'ultimo secolo, ricerca che, in un punto, lascia il terreno della letteratura e si spinge in quello della storia, analizzando da un particolare angolo visuale la pace di Brest-Litovsk. L'arco di tempo percorso dai saggi va dai turgeneviani Padri e figli e dal dostoevskiano Delitto e castigo, modernamente letti nella loro attualità e nella loro aderenza agli aspetti meno ovvi del tempo loro, ai problemi dell'avanguardia rivoluzionaria, vista attraverso il contrasto tra Gor'kij e Majakovskij, e a quell'avvenimento cruciale che fu il I congresso degli scrittori sovietici, tenutosi nel 1934. Altri temi, che arricchiscono di facce il prisma attraverso cui l'autore guarda la cultura russa, sono l'esordio teatrale cechoviano e quel «paradosso dello spirito russo» che Gobetti indagò in un suo celebre libro. La prefazione rende ragione dei criteri generali e degli stimoli politici che hanno animato l'autore nel corso della sua ricerca.