Il traduttore - Biagio Goldstein Bolocan - copertina

Il traduttore

Biagio Goldstein Bolocan

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Anno edizione: 2017
Pagine: 252 p., Brossura
  • EAN: 9788807032370
Salvato in 11 liste dei desideri

€ 15,20

Venduto e spedito da Librisline

Solo una copia disponibile

+ 2,90 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 15,20 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Candidato al Premio Giorgio Scerbanenco 2017 per il miglior romanzo noir italiano

Un giallo intelligente e raffinato, che trascina il lettore nell'Italia di fine anni Cinquanta, tra complessi intrighi internazionali e tortuose piste investigative. Un giallo che prende le mosse dalla celebre vicenda legata alla pubblicazione del Dottor Zivago

Milano, ottobre 1956. Una città in rapida trasformazione e un anno cruciale nella scacchiera della Storia, nel quale si consuma la crisi dell'ordine scaturito dalla Seconda guerra mondiale e si addensano in cielo nubi oscure, dalla rivolta ungherese alla crisi di Suez, che sembrano preparare una nuova, immane tragedia. Ma nel 1956, nonostante le tensioni della Guerra fredda, Milano è anche una metropoli sferzata dall'energia del neocapitalismo, dove fioriscono tante nuove iniziative imprenditoriali che ne confermano il ruolo di capitale culturale del paese. Alla neonata casa editrice Feltrinelli si respira un'aria di trepidante attesa: l'editore ha scoperto un romanzo straordinario, il "Dottor Zivago" di Boris Pasternak, un poeta russo inviso al regime, e ne sta preparando in gran segreto l'uscita in anteprima mondiale. La traduzione è affidata a Cesare Paladini-Sforza, raffinato slavista e uomo gradito a Pasternak, che solo di lui si fida. Quando Paladini-Sforza viene trovato morto nella sua abitazione in via Borsieri, il vicecommissario Ofelio Guerini - un'anomala figura di questurino-partigiano "ferrarese di nascita, milanese d'adozione, funzionario di pubblica sicurezza per caso, comunista per necessità morale, uomo del dubbio e della riflessione sfiancante, perdente per vocazione ma non per scelta" - capisce subito che sarà un'indagine complicata: non è chiaro se si tratti di un suicidio o di un omicidio, dato che la vittima lavorava a un'opera scomoda, destinata a suscitare grande clamore. Più Guerini procede nelle indagini sulla morte del traduttore, più affiorano piste oscure, si squadernano interessi politici internazionali e gli danzano attorno figure equivoche e sfuggenti, che cercano di condizionarlo e di orientare le indagini. In questo labirinto, l'inquieto Guerini dovrà trovare la bussola. La Storia incombe e gli impone di scegliere: quale fra le tante storie possibili lo condurrà alla verità.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3
di 5
Totale 1
5
0
4
0
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    FranB

    20/12/2018 16:50:08

    Un giallo godibile profondamente immerso nel contesto culturale dell'Italia (pre/quasi) anni '60. Una lettura piacevole, anche se ,confesso, mi aspettassi qualcosa di più.

  • Biagio Goldstein Bolocan Cover

    Biagio Goldstein Bolocan (Milano, 1966), laureato in Storia all’Università Statale di Milano, ha lavorato come insegnante e come editor di materie umanistiche per le Edizioni scolastiche Bruno Mondadori. Ha pubblicato numerosi manuali di storia per la scuola e romanzi: Il lato oscuro della luna (Cairo, 2012), Una guerra privata (Cairo, 2013), Il traduttore (Feltrinelli, 2018) e La bella resistenza (Feltrinelli 2019). Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali