La traversata della Mangrovia

Maryse Condé

Curatore: E. Vicari Fabris
Editore: Edizioni Lavoro
Collana: L'altra riva
Anno edizione: 2002
In commercio dal: 1 febbraio 2001
Pagine: 228 p.
  • EAN: 9788879109734
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 12,75

€ 15,00

Risparmi € 2,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

La struttura di questo romanzo è semplice: un uomo muore, e alla veglia funebre i suoi compaesani evocano la sua vita e quella del piccolo villaggio di Rivière au Sel attraverso la memoria di lui. Per il lettore europeo sarebbe altrettanto semplice leggere quest'opera come un' Antologia di Spoon River in chiave caraibica. In realtà l'universo di Rivière au Sel è irriducibile ai canoni per noi familiari. Ad esempio, possono disorientare gli innumerevoli riferimenti al paesaggio della Guadalupa, profondamente simbolici ma privi di ogni compiacimento esotico. È improbabile che chi non ha mai visto una mangrovia colga pienamente il simbolo evocato dal titolo. Analogamente, per chi non conosce affatto la letteratura delle Antille risulterà difficile apprezzare la sapiente variazione sul tema tradizionale della narrazione durante una cerimonia funebre. Tuttavia il volume può essere accattivante anche per il lettore meno sperimentato. Un ampio paratesto (introduzione, postfazione, note, glossario e copertina esplicativa!) scioglie i principali nodi interpretativi e si spinge a giustificare le ardite quanto inevitabili scelte della traduttrice. Inoltre, avvicinandosi a questo tipo di letteratura, in ogni senso diversa da quella europea, conviene affidarci ai suggerimenti di Édouard Glissant: mettere sempre la comprensione tra virgolette e accettare l'opacità di ciò che è ontologicamente altro, ovvero coglierne la poesia senza pretendere di capire e interpretare ogni tratto.

Paola Ghinelli

A Rivière au Sel, villaggio della Guadalupa, viene scoperto il cadavere di Francis Sancher, un misterioso straniero sbarcato da poco sull'isola. Le molteplici testimonianze degli abitanti del paesino, accorsi alla veglia funebre, diventano tessere di un mosaico che non si ricompone: Francis Sancher resta un enigma, la verità inconoscibile. Un microcosmo complesso, dove si incontrano e scontrano razze e culture diverse, un labirinto di speranze, gioie e delusioni intrecciate in un fastoso groviglio, come le piante della mangrovia che si specchiano in acque dolci e salmastre. Una lingua speziata che ha il profumo delle Antille e della civiltà creola.