Editore: Einaudi
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 10 ottobre 2017
Pagine: 176 p., Brossura
  • EAN: 9788806236076

67° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa italiana - Moderna e contemporanea (dopo il 1945)

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 8,91
Descrizione

Un padre e un figlio. La storia di un incontro che li cambierà per sempre. Un commovente romanzo di scoperte e formazione.

«E papà suonò da solo. Io non lo avrei confessato nemmeno a me stesso, ma ero orgoglioso e fiero di lui, e avrei voluto dire a chi mi stava vicino che il signore alto, magro, dall'aspetto elegante che era seduto al piano e sembrava molto piú giovane dei suoi cinquantun anni, era mio padre. Quando finí, inseguendo il senso di ciò che aveva suonato in due scale conclusive e malinconiche, scoppiò un applauso pieno di simpatia. E anch'io applaudii e continuai a farlo finché non fui sicuro che mi avesse visto, perché cominciavo a capire che esistono gli equivoci e non volevo che ce ne fossero in quel momento»

Antonio è un liceale solitario e risentito, suo padre un matematico dal passato brillante; i rapporti fra i due non sono mai stati facili. Un pomeriggio di giugno dei primi anni Ottanta atterrano a Marsiglia, dove una serie di circostanze inattese li costringerà a trascorrere insieme due giorni e due notti senza sonno. È cosí che il ragazzo e l'uomo si conoscono davvero, per la prima volta; si specchiano l'uno nell'altro e si misurano con la figura della madre ed ex moglie, donna bellissima ed elusiva. La loro sarà una corsa turbinosa, a tratti allucinata a tratti allegra, fra quartieri malfamati, spettacolari paesaggi di mare, luoghi nascosti e popolati da creature notturne. Un viaggio avventuroso e struggente sull'orizzonte della vita. Con una lingua netta, di precisione geometrica eppure capace di cogliere le sfumature piú delicate, Gianrico Carofiglio costruisce un indimenticabile racconto sulle illusioni e sul rimpianto, sul passare del tempo, dell'amore, del talento.

€ 14,02

€ 16,50

Risparmi € 2,48 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Aldo

    13/11/2018 17:41:06

    Toccante storia di un padre e un figlio. Scorre che è un piacere e lascia un piacevole sapore agrodolce.

  • User Icon

    Stefania

    28/10/2018 07:36:13

    È il primo libro di Gianrico Carofiglio che leggo. L'ho scelto proprio perché molte persone intorno a me sono innamorate dei libri dello scrittore. Ahimè, ho trovato il libro un po' banale e a tratti noioso. So che questo libro si discosta da quelli che scrive solitamente ma il mio primo incontro con Carofiglio non è stato dei migliori.

  • User Icon

    cristina

    26/10/2018 07:51:25

    Il solito Carofiglio che non delude. Letto in 3 giorni. Illuminanti certe citazioni riportate nella storia, forse proprio sul limite dello sfoggio di erudizione, una di più sarebbe stata troppo. La storia è molto semplice e molto bella, ben scritta, anche se forse sarebbe stato necessario qualche elemento di contrasto tra padre e figlio durante quei due giorni e due notti insieme.

  • User Icon

    romeo

    23/09/2018 18:35:09

    Marsiglia, bella e malfamata, è il punto focale di questo racconto. Il diciottenne Antonio, epilettico, trascorre qui alcuni giorni in compagnia del padre con cui non ha mai instaurato un bel legame. Emerge il rapporto padre-figlio, mancato per troppo tempo, e le insicurezze di un ragazzo che non si è sentito nè compreso nè amato, in più sono forti le difficoltà della patologia per un giovane che vive già le crisi della sua età. Davvero commovente

  • User Icon

    Massimiliano

    23/09/2018 13:00:05

    Lettura noiosa, piatta nonostante tratti di una bella storia familiare. Veloce e semplice.

  • User Icon

    Gianluca

    22/09/2018 13:49:22

    Il libro è molto bello. Un racconto molto intenso, delicato e commuovente, che parla del rapporto di un padre con il figlio. La scrittura è semplice ma emozionante. Mi sarei però aspettato un finale meno scontato...

  • User Icon

    Valeria

    19/09/2018 22:12:42

    Uno dei libri migliori mai letti. Carofiglio è stata una vera e propria scoperta, è davvero meraviglioso! La trama è interessante e molto commovente!

  • User Icon

    Viktoria35

    19/09/2018 14:19:24

    Breve ma intenso. La storia si concentra su un padre e un figlio adolescente, sull' inizio di un loro rapporto. La storia si incentra su dialoghi , sguardi , gesti e sulle azioni che compiamo tutti i giorni ma che i due protagonisti non hanno mai vissuto insieme,Così inizia il loro rapporto. Un romanzo tenero e coinvolgente.

  • User Icon

    Roberto T.

    19/09/2018 10:24:24

    Da ammiratore di Carofiglio, ho acquistato questo libro, certo di non rimanere deluso. In effetti la lettura è stata molto piacevole, come sempre scorrevole e chiara. Ho sempre apprezzato di questo autore la scrittura senza troppi giri di parole ma che arriva dritta al cuore. Bel racconto sul rapporto tra un padre ed un figlio, ambientato a Marsiglia, quest'ultima ben descritta e raccontata nelle sue mille sfaccettature culturali. Libro consigliato perché fa riflettere.

  • User Icon

    Domenico

    18/09/2018 08:18:42

    La storia di un padre e un figlio che si conoscono davvero per la prima volta, in seguito ad un'esperienza tanto singolare quanto educativa per entrambi. Gianrico Carofiglio riesce a tenere il lettore incollato al libro fino all'ultima pagina.

  • User Icon

    Dalila

    17/09/2018 21:57:51

    Consigliato da tutti, lasciato sullo scaffale per una vita e alla fine divorato in due ore. “Le tre del mattino” è un romanzo scorrevole, fresco e con una storia interessante. Antonio, dopo la separazione dei genitori quando era solo un bambino, inizia ad accusare i sintomi di una leggera epilessia che si propagherà fino all’adolescenza con il presentarsi di sporadiche crisi. I genitori decidono di portarlo a Marsiglia da un luminare che dopo una cura di tre anni chiede di rivederlo per un ulteriore controllo. Ed è qui che il rapporto tra padre e figlio si riaccende, in un paio di notti insonni ma cariche di vita ed esperienze a tratti surreali. Non sono più padre e figlio ma due amici, alla scoperta l’uno dell’altro, come se non si fossero mai conosciuti. Lo consiglio a tutti, ma soprattutto a chi ha avuto o ha bisogno di conferme, di ritrovare quel qualcuno che pensava di non aver mai davvero conosciuto.

  • User Icon

    n.d.

    13/07/2018 11:49:11

    il tema di evadere dalla solita routine

  • User Icon

    Emanuele

    06/06/2018 11:11:04

    Racconto lungo, più che romanzo. I protagonisti sono un padre e un figlio che nel corso di due giorni passati insieme a Marsiglia in circostanze "eccezionali" trovano una comunicazione profonda e sincera che non avevano mai avuto in passato. Lettura piacevole, ma il tutto appare, ai miei occhi, piuttosto superficiale. Non so come fosse il rapporto tra Carofiglio e il proprio padre e, dunque, non so quanto vi sia di autobiografico nel racconto. Ho tuttavia la sensazione che tutto ciò che è descritto nel racconto faccia più riferimento al "desiderio", che non alla "realtà" di un rapporto padre-figlio. Durante tutta la lettura ho avuto sempre la sensazione che tutto fosse ispirato a pensieri del tipo "avrei voluto vivere momenti così con mio padre". Insomma, un sogno da tre del mattino. Ma un sogno troppo edulcorato per essere reale.

  • User Icon

    Francesco

    29/05/2018 21:24:22

    L’ho letto in due giorni, piacevole ma niente di entusiasmante. É il primo che leggo di Carofiglio e voglio dargli credito leggendo altri suoi romanzi.

  • User Icon

    n.d.

    08/05/2018 15:46:12

    Una lettura scorrevole e sensibile. Si confermama un autore capace di trasmettere emozioni

  • User Icon

    Agostino

    26/04/2018 09:38:11

    Un bel racconto, senza dubbio! Però non è un romanzo, e non solo per la dimensione modesta, circa 160 pagine, ma per la mancanza di una struttura complessa e articolata. Come racconto merita il massimo dei voti perché ha tutte le qualità che fanno buona la narrativa: originalità della storia, credibilità dei fatti, coinvolgimento emotivo, linguaggio corretto (molti scrittori attuali ne difettano!), e, arrivati all’ultima pagina, il provare una sensazione buona e piacevolissima. Il racconto è scritto tutto con i verbi al passato (remoto e imperfetto) salvo il capitolo 24 che usa il presente. Ritengo che non sia una svista, ma l’indicazione dell’importanza particolare che l’autore dà all’iniziazione erotica del giovanissimo Antonio, voce narrante e protagonista: una storia brevissima ma importante, all’interno di una storia breve ma piena di significati. Non dico di più, leggetelo.

  • User Icon

    jane

    25/04/2018 15:34:38

    Non un capolavoro (dove sono ormai i capolavori ?) ma un libro scritto bene, che si legge piacevolmente

  • User Icon

    gianluigi

    29/03/2018 14:40:38

    bellissimo, commovente, travolgente!!!! Carofiglio è sempre una garanzia...

  • User Icon

    Sergio

    29/03/2018 09:14:54

    Libro letto in un giorno, molto bello, il rapporto tra padre e figlio, sempre tumultuoso, ma in questo caso ritrovato e apprezzato

  • User Icon

    Nihil

    15/03/2018 08:55:23

    Ottimo libro, forse il finale un poco scontato ma inevitabile.

Vedi tutte le 63 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione