Le tre resurrezioni di Sisifo Re

Cosimo Argentina

Editore: Meridiano Zero
Collana: I taglienti
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 1 dicembre 2016
Pagine: 218 p., Brossura
  • EAN: 9788882374310
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Siamo all'inizio del XXIII secolo, in una megalopoli di quasi 19.000 km2 e 40 milioni di persone. Il tiranno è stato deposto, giustiziato tramite impiccagione, e nella città si scatena una guerra civile di tutti contro tutti, con a capo delle fazioni i figli dell'ex dittatore. In uno scenario di guerra condotta strada per strada si muovono personaggi di ogni risma. Tra tutti spicca Sisifo, un detective folle vestito e truccato in modo improbabile, schiavo della malattia del sonno e della depressione e imbrigliato in uno stile di vita bizzarro. Con lui il suo assistente Oscar Orano detto Oh-Oh - parziale voce narrante - radiato dalla società civile. I due, ingaggiati dalla bellissima e intrigante Selina Corbeves, devono investigare sull'omicidio del marito della donna. Un assassinio ancora di là da venire. Sisifo si affida ai consigli del professor Zoro, anziano alienista che vive blindato all'interno dell'università con un assistente gobbo, un molosso e un pericoloso anaconda... Ogni tanto una macchina spazio-temporale permette a Oscar di sperimentare un fatale sdoppiamento: il mondo folle nel quale vive si ribalta in una pseudorealtà dove ogni personaggio ha il proprio ruolo invertito rispetto alla vicenda. Tutto è destinato a concludersi nell'Isola, la zona storica della megalopoli. Là, tra crocifissioni e verità svelate, accadrà qualcosa di inimmaginabile.

€ 11,90

€ 14,00

Risparmi € 2,10 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Andrea

    16/08/2017 15:04:29

    Cosimo Argentina fa il grande balzo, "molla gli ormeggi", e diviene visionario: in questo romanzo non c'è più nulla che lo tenga davvero ancorato e legato a qualcosa, esattamente come i personaggi di questa storia allucinata e allucinante; o questo qualcosa è un inganno della nostra mente (forse) o di quella altrui (anche). Niente compromessi, nè con il presente nè con il futuro, nè con il mercato nè con le mode della narrativa radical-chic dei premi e degli "eventi", ma una lucida, rigorosa e impietosa profezia di quello che sarà e di quello che saremo, a causa di tutte quelle libertà che abbiamo "usato male". Dietro l'orrore, sparso a piene mani, una severa lezione morale. Il cinema di Ridley Scott, e cioè il caos delle megalopoli, il buio e la pioggia torrenziale di "Blade runner" sono l'unico termine di paragone possibile per questa storia, che non è fantascienza, ma preveggenza. Una scrittura e una costruzione narrativa entrambe ai limiti del neologismo e della contorsione, difficili, spiazzanti, a tratti provocatorie: non adatte a conciliare nè il riposo nè la coscienza. Un consiglio: leggere ascoltando "Consequence", de "The Notwist".

Scrivi una recensione