Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Edizione: 2
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
Pagine: 278 p.
  • EAN: 9788806219338

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Biografie - Memorie

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Vincitore premio Campiello 1963

"La tregua", seguito di "Se questo è un uomo", è considerato da molti il capolavoro di Levi: diario del viaggio verso la libertà dopo l'internamento nel Lager nazista, questo libro, più che una semplice rievocazione biografica, è uno straordinario romanzo picaresco. L'avventura movimentata e struggente tra le rovine dell'Europa liberata - da Auschwitz attraverso la Russia, la Romania, l'Ungheria, l'Austria fino a Torino - si snoda in un itinerario tortuoso, punteggiato di incontri con persone appartenenti a civiltà sconosciute, e vittime della stessa guerra. L'epopea di un'umanità ritrovata dopo il limite estremo dell'orrore e della miseria.

€ 9,00

€ 12,00

Risparmi € 3,00 (25%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 12,00 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    valix1980

    23/01/2019 08:41:46

    Comprato insieme a "Se questo è un uomo". Non so dire quale dei due sia migliore. Libro molto bello e scrittura scorrevole. Si legge in pochi giorni.

  • User Icon

    Lisa

    11/12/2018 05:18:44

    Il toccante seguito di "Se questo è un uomo" è meno conosciuto ma altrettanto significativo. É il racconto del drammatico rientro verso casa dopo la liberazione da parte dei russi di Auschwitz. Immensa la scena dove Primo Levi si rivolge ad un prete in latino, unica lingua franca, in quel frangente, con la celebre frase "Ubi est mensa paupeorum?"

  • User Icon

    Michele

    22/09/2018 16:44:58

    Libro che tutti dovrebbero leggere. Sebbene sia meno noto di "se questo è un uomo" di cui rappresenta il seguito è però a mio avviso scritto meglio e più scorrevole data la maggiore dinamicità degli eventi. Una testimonianza imprescindibile

  • User Icon

    GD

    18/04/2018 16:02:24

    Libro bellissimo e chiarissimo. Uno dei migliori scrittori italiani del nostro 900.

  • User Icon

    Giorgio

    20/02/2018 13:34:56

    Descrive il tormentato e lungo rientro a casa dopo la liberazione dal campo di sterminio ad opera dei Russi. E’ il seguito del libro “Se questo è un uomo” che racconta la prigionia dell’autore nel Lagher, per cui è preferibile leggerlo dopo aver letto il primo, perché contiene riferimenti e collegamenti a fatti e personaggi descritti in questo. Ho trovato il libro bellissimo, scritto con capacità narrativa e descrittiva a mio giudizio uniche che rendono la lettura scorrevole, avvincente, a tratti emozionante. Consiglio a tutti la sua lettura perché aiuta a capire i fatti, le condizioni delle popolazioni e l’atmosfera che si respirava in europa nell'immediato dopoguerra poco prima dell’inizio della “guerra fredda”, periodo comunemente poco studiato e/o sorvolato da programmi scolastici e dagli insegnanti.

  • User Icon

    Fxrx

    05/07/2017 19:33:30

    Prima si studiava alle scuole medie: una riscoperta.

  • User Icon

    Fabiana

    30/06/2017 12:53:38

    Non mi sono mai soffermata a pensare a cosa è successo dopo la fine della guerra, a scuola le studiamo una dopo l'altra. Levi non mi fa impazzire come autore perché io lo trovo troppo razionale, è inquadrato ed è una dote spettacolare, ma in una testimonianza, soprattutto di guerra, io cerco il senso di frustrazione e prigionia. Ad ogni modo, il libro fa riflettere, l'ho preferito a "Se questo è un uomo", lo consiglio.

  • User Icon

    Hyeronimus52

    19/12/2015 21:45:49

    Non all'altezza, secondo me, del più sofferto "Se questo è un uomo" questo romanzo autobiografico narra, in modo avventuroso ma anche introspettivo, le vicissitudini di un gruppo di prigionieri sfuggiti alla morsa del lager di Auschwitz e desiderosi soltanto di riprendersi fisicamente e moralmente e tornare al più presto in seno alle rispettive famiglie: non sarà semplice né rapido il ritorno a casa ma, nonostante la lentezza della macchina burocratica russa, avverrà pur nella consapevolezza che quanto sofferto nel periodo di prigionia non sarà mai del tutto dimenticato

  • User Icon

    Se

    04/07/2005 17:33:53

    Ottimo...sotto tutti i punti di vista...

  • User Icon

    silvia

    14/07/2002 18:01:07

    bellissimo, toccante il racconto del viaggio di ritorno. se si legge se questo è un uomo non si può fare a meno di leggere la tregua

  • User Icon

    Mazzorini Carlo

    29/09/2001 23:00:33

    Un ottimo libro che ti regala molte emozioni ogni qulvolta lo si risfogli

  • User Icon

    Floriana

    18/07/2001 17:46:12

    é un libro stupendo, la cosa migliore per comprenderlo in tutte le sue parti sarebbe leggerlo dopo aver letto"Se questo è un uomo". Grazie a questo libro capiremo molti aspetti della vita e il passato che ci ha preceduti.

  • User Icon

    Jan

    02/05/2001 17:55:52

    Ottimo libro ,molto bello e toccante forse troppa descrizione di personaggi ma di grande interesse geografico e storico.Compratelo!

Vedi tutte le 13 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione