Trilogia di New York - Paul Auster - copertina

Trilogia di New York

Paul Auster

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Edizione: 2
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 7 marzo 2014
Pagine: 316 p.
  • EAN: 9788806220716

49° nella classifica Bestseller di IBS Libri Narrativa straniera - Antologie

Salvato in 556 liste dei desideri

€ 10,62

€ 12,50
(-15%)

Punti Premium: 11

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Trilogia di New York

Paul Auster

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Trilogia di New York

Paul Auster

€ 12,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Trilogia di New York

Paul Auster

€ 12,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (10 offerte da 11,94 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Tre detective-stories eccentriche e avvincenti in cui Paul Auster inventa una sua New York fantastica, un «nessun luogo» in cui ciascuno può ritrovarsi e perdersi all'infinito. Pubblicati per la prima volta tra il 1985 e il 1987, i tre romanzi Città di vetro, Fantasmi, La stanza chiusa, che compongono Trilogia di New York, sono diventati classici della letteratura americana contemporanea.

In una città stravolta e allucinata, in cui ogni cosa si confonde e chiunque è sostituibile, i protagonisti di queste storie conducono ciascuno un'inchiesta misteriosa e dall'esito imprevedibile. Tutto può cominciare con una telefonata nel cuore della notte, come nel caso di Daniel Quinn (Città di vetro), autore di romanzi polizieschi che accetta la sfida che gli si presenta e si cala nei panni di uno sconosciuto detective. Ma può anche capitare che chi debba pedinare si senta a sua volta pedinato (Fantasmi); o, ancora, che ci sia qualcuno che s'immedesima a tal punto nella vita di un amico da sposarne la vedova e adottarne il figlio (La stanza chiusa). Tre detective-stories eccentriche e avvincenti in cui Paul Auster inventa una sua New York fantastica, un «nessun luogo» in cui ciascuno può ritrovarsi e perdersi all'infinito. Ed è proprio nell'invenzione di questa solitudine che i personaggi della Trilogia misurano il proprio io e scoprono il loro vero destino.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,86
di 5
Totale 44
5
19
4
13
3
3
2
5
1
4
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Alessandra

    12/10/2020 13:38:51

    Paul Auster è semplicemente grandioso. Questo libro ne è la prova.

  • User Icon

    virginia

    03/10/2020 10:48:16

    Mi è piaciuto molto. Le tre storie sono originali, coinvolgenti e ben sviluppate. Un libro diverso dagli altri.

  • User Icon

    marimè

    24/06/2020 09:45:33

    E' il primo libro di Auster che leggo e mi è piaciuto molto. Intricato, surreale, allucinante. L'ambientazione cupa e surreale delle ambientazioni newyorkesi fa da sfondo a ciascuno dei tre romanzi della trilogia che seppur hanno una propria autonomia sono strettamente interconnessi. Scrittura impegnativa e piena anche di riferimenti letterari di ispirazione per lo scrittore, è capace di coinvolgere e far riflettere il lettore. Una lettura fuori dagli schemi per chi cerca qualcosa di nuovo, avvincente e diverso. Magistrale!

  • User Icon

    Manuel

    17/05/2020 12:37:52

    Romanzo metanarrativo estremamente ambizioso. La trama pseduo-poliziesca delle tre storie che lo compongono, mai del tutto risolutiva, è solo un pretesto per affrontare altri temi, come la ricerca dell’identità, il senso di alienazione, il disorientamento spazio-temporale nelle moderne metropoli, il potere salvifico della scrittura, l’identificazione dello scrittore con i suoi personaggi e l’importanza del linguaggio. Ad ogni storia il confine tra realtà e finzione si fa sempre più labile e il lettore, privo di riferimenti, si perde continuamente in una narrazione labirintica che riflette lo smarrimento dei/del protagonisti/a, sempre più in difficoltà nel trovare un senso nel caos. Prosa di Auster come al solito stupenda, specialmente nelle parti in cui il romanzo diventa quasi un saggio, in particolare nei riferimenti al Don Chisciotte o alla storia dell’edificazione del ponte di Brooklyn.

  • User Icon

    Mati

    14/05/2020 17:24:46

    E’ un libro che va letto lentamente, da rileggere una seconda volta per comprenderlo appieno. Ho apprezzato tutte e tre le storie, un genere davvero particolare che cade nell’assurdo; formato da tre storie intricate che hanno però un filo conduttore. Dal punto di vista letterario e stilistico, Paul Auster è davvero brillante, ma per quanto mi sia piaciuto il libro, non riesco a connettermi completamente con l’autore. In futuro leggerò qualche altra sua opera, ma fino a quel momento resto nel dubbio.

  • User Icon

    Roby

    14/05/2020 14:40:04

    Credo sia davvero difficile descrivere questo libro, lo definirei onirico. Sono 3 storie e ad un certo punto si capisce che sono collegate fra loro. La prima racconta di uno scrittore che, dopo una chiamata, si finge un'investigatore privato, la seconda sempre a tema investigativo nomina i personaggi con dei colori e l'ultima parla della scomparsa di un vecchio amico. L'ultimo racconto è senza ombra di dubbio il più coinvolgente, la curiosità ti spinge ad andare avanti a cercare la verità insieme al protagonista. Auster mette insieme un libro che è un percorso vero e proprio, un'avventura a cui prendere parte. Lo definirei un poliziesco filosofico perchè non saprei come altro inquadrarlo.

  • User Icon

    Dani

    14/05/2020 10:16:45

    Vi è un unico vero protagonista indiscusso di questo libro ed è indubbiamente la città di New York, sfondo e contralto continuo di tutti i personaggi che animano i tre romanzi di cui questo volume è composto. Personalmente a me è piaciuto di più ‘Fantasmi’ il secondo racconto per il fascino psicologico che lo impregna.

  • User Icon

    anto

    12/05/2020 15:59:01

    Queste storie hanno in comune la location (New York), solenne spettatrice di queste scoperte che altro non sono che il pretesto per indagare dentro sé stessi. Aspettarsi una raccolta di storie poliziesche è un errore, perchè la storia poliziesca funge da pretesto per indagare dentro i lati più sordidi e nascosti dell’animo umano, le paure più recondite, come la paura di accettare un passato che fa paura, la piattezza di una vita priva di senso, la scarsa conoscenza di sé stessi che porta a doversi scontrare con gli altri per poter vedere dentro di sé, l’ossessione che porta alla pazzia.

  • User Icon

    Eli

    11/05/2020 18:12:02

    Libro interessante e profondo che non delude mai né per i contenuti né per come sono espressi. Stimola una buona riflessione su se stessi e su come si vive nel quotidiano. Molto consigliato

  • User Icon

    paola

    09/05/2020 09:59:17

    Bellissimo romanzo in cui si succedono le storie realfantasy di uomini e donne che si alternano fra gelosie, tradimenti e lettere dal contenuto enigmatico, sparizioni vere e presunte dove anche Fanshawe nel racconto La stanza chiusa si cimenta tra mille peripezie.capolavoro

  • User Icon

    Berta

    04/05/2020 13:15:33

    Ho comprato questo libro perché ero rimasta entusiasta di 4321. Trilogia di New York però, pur essendo considerato uno dei migliori libri di Auster, non mi ha lasciato niente, l'ho trovato noioso e poco coinvolgente.

  • User Icon

    Claudio Romei

    26/01/2020 22:00:28

    Città di Vetro – Il primo romanzo breve della trilogia di New York di Paul Auster è un dective story che paradossalmente sembra la negazione di una storia investigativa. Il tutto inizia da una telefonata arrivata a Daniel Quinn, scrittore di romanzi polizieschi con lo pseudonimo di William Wilson. Telefonata che in realtà sarebbe dovuta arrivare a Paul Auster, investigatore privato, Daniel Quinn decide comunque di prendere le sembianze di Paul Auster e di assumere il caso. Da quel momento la vita di Quinn che già era abbastanza incasinata si avvia verso un moltiplicarsi di situazioni al limite del surreale, dove il doppio è all’ordine del giorno. Tutte le identità hanno il suo doppio, Daniel Quinn ha uno pseudonimo e spesso confonde se stesso col protagonista dei suoi romanzi, Paul Auster sarà addirittura trino, tra l’altro l’autore incastrerà la storia di Città di Vetro con il Don Chisciotte di Cervantes. Non dico altro ma il romanzo è veramente interessante. Sto già leggendo Fantasmi. Fantasmi – Il secondo della trilogia non differisce molto dal primo nel senso che anch’esso ha come protagonista un investigatore privato e anche in questo caso l’investigazione serve come pretesto per una catarsi esistenziale, infatti Paul Auster con un abile gioco di specchi mescola le identità dei personaggi, annullandole una dentro l’altra e anche qua come in Città di vetro ci sono storie all’interno della storia costruite come una sorta di scatole cinesi o di matriosche. Una particolarità giunge subito all’attenzione ed è che ogni protagonista ha il nome di un colore (White, Black, Blue, Green, Grey, Brown, Gold) e che la via di New York che fa da sottofondo alla storia è Orange Street, cosa in comune anche a Pulp Fiction di Quentin Tarantino, non so se però il film è successivo o precedente al libro. Interessante ma meno coinvolgente del primo. Ora comincio a leggere La stanza chiusa. La stanza chiusa – Il terzo romanzo della Trilogia di New York è senz’altro il più coinvolgen

  • User Icon

    Anna

    04/11/2019 11:10:06

    Trilogia di New York rappresenta il mio primo approccio con Paul Auster. Che dire, la prima cosa che ho capito una volta terminato il libro è che il signor Auster è fuori come un balcone. Un folle totale. Ho finito il racconto d'apertura e ho pensato: "Ok, bene, e ora? E quindi? Sì, carino, ma che mi vuole dire l'autore? Dove mi vuole portare?". Ho finito il secondo racconto e ho pensato le stesse identiche cose, che sì, tendenzialmente mi era piaciuto, ma non capivo come e se le cose si sarebbero potute sviluppare. Poi è arrivata l'ultima parte, e mi è esplosa la testa! Tutti i pezzi del puzzle hanno iniziato a muoversi all'improvviso andando ad incastrarsi perfettamente l'uno con l'altro, ma non è solo questo: è un romanzo che semplicemente non si può spiegare, e non si può nemmeno spiegare il perchè non è possibile spiegarlo! E' qualcosa di più di una semplice lettura, bisogna lasciarsi avvicinare, essere presi e cedere, senza stare a pensare troppo ai perchè e ai per come. Un libro incredibile.

  • User Icon

    Dalila

    24/09/2019 22:30:51

    Trilogia di New York è un esperimento, una riflessione sulla scrittura molto metaletterario, sono tre racconti collegati tra loro da un filo rosso che deve essere interpretato dal lettore. Sono ambientati tutti a New York e sono basati su una dinamica di scomparsa e di inseguimento. È un gioco di scatole cinesi, l'influenza del postmodernismo è assolutamente evidente. Questo è un romanzo sull'identità dell'uomo in una metropoli indecifrabile e labirintica e anche abbastanza surreale. Un libro di grande atmosfera io mi sono innamorata del modo di narrare di Paul Auster . Per alcuni potrebbe essere un romanzo difficile da leggere ma riesce comunque ad incantare il lettore grazie alla forza della sua scrittura e dei suoi personaggi, in particolare il modo in cui questo autore parla d'amore è incredibile.

  • User Icon

    Annalisa

    24/09/2019 21:56:53

    Forse Auster non è nelle mie corde, forse io non sono la lettrice adatta. Ho trovato molto difficile arrivare in fondo a questa trilogia perché non sono riuscita a capire il senso di ciò che viene raccontato. Uno stile di scrittura troppo criptico e finali privi di senso e logica mi hanno portata a non apprezzare un autore tanto conclamato. Ma per chi ama letture dal significato ben nascosto e non troppo palese sicuramente questo è il libro giusto.

  • User Icon

    clemente

    22/09/2019 11:58:45

    Queste storie hanno in comune la location (New York), solenne spettatrice di queste scoperte che altro non sono che il pretesto per indagare dentro sé stessi. Aspettarsi una raccolta di storie poliziesche è un errore, perchè la storia poliziesca funge da pretesto per indagare dentro i lati più sordidi e nascosti dell’animo umano, le paure più recondite, come la paura di accettare un passato che fa paura, la piattezza di una vita priva di senso, la scarsa conoscenza di sé stessi che porta a doversi scontrare con gli altri per poter vedere dentro di sé, l’ossessione che porta alla pazzia.

  • User Icon

    Gio

    20/09/2019 11:43:50

    Nonostante la fama di Auster e nonostante l'autore mi sia piaciuto in altri suoi libri, questo proprio non sono riuscito ad apprezzarlo. Sarà per le parti divise che creano una discontinuità nel libro, sarà per alcuni risvolti della trama abbastanza ovvi, ma proprio non mi verrebbe di consigliarlo. Spero di rifarmi con le prossime letture.

  • User Icon

    Fra_

    19/09/2019 18:50:23

    Tre diverse storie, che percepisci fin da subito avere qualcosa in comune, ma non ti spieghi chiaramente cosa. Storie di persone che scompaiono e di investigatori improvvisati che si mettono sulle loro tracce. Storie in cui la ricerca diventa ossessione e che trasmettono un forte senso di angoscia. Non scorrevole in alcuni punti, a mio avviso troppo “cerebrali”, il romanzo si rivela una geniale costruzione, in cui emerge la figura dello scrittore come creatore che acquisisce consapevolezza della realtá e di sé. In alcuni momenti avrei voluto abbandonare la lettura, ma, ora che l’ho concluso, posso affermare che me ne sarei pentita, perché non avrei compreso appieno l’originalitá di questo libro.

  • User Icon

    Fefe

    19/09/2019 14:16:19

    Avvalendosi di una ambientazione allucinata e spettrale, da noir lynchiano, dove i personaggi si muovono privi di certezze e di identitá, "Trilogia di New York" affronta temi interessanti e complessi come la meta scrittura, il rapporto lettore-autore, la consapevolezza del sè, rispolverando anche il sempre affascinante tema psicanalitico del doppio. La scrittura di Auster è elegante e piacevole, ma purtroppo spesso nella lettura si ha la sensazione che la forma, pressoché perfetta, prevalga sui contenuti. È inevitabile che giunti all'ultima pagina, assieme al desiderio di cercare di ricomporre i pezzi del puzzle disseminati dall'autore nei tre racconti, si faccia vivo un vago e spiacevole senso di incompiuto.

  • User Icon

    onnipotente

    25/04/2019 20:20:58

    Io avrei fatto di meglio, bocciato

Vedi tutte le 44 recensioni cliente
  • Paul Auster Cover

    Scrittore, sceneggiatore e regista statunitense. Dopo aver studiato alla Columbia University, nel 1970 si recò a Parigi dove lavorò come traduttore fino al ritorno a New York nel 1974. Esordì come scrittore con poesie, racconti e articoli pubblicati sulla “New York Review of Books” e sulla “Harper’s Saturday Review”. La sua opera più famosa, subito accolta favorevolmente dalla critica, è la Trilogia di New York (Città di vetro, 1985; Spettri, 1986; La stanza chiusa, 1987), che volge in parodia il genere della detective story. Seguirono i romanzi Il paese delle ultime cose (1988), Il palazzo della luna (1989), La musica del caso (1991, dal quale Philip Haas trasse un film nel 1993), Leviatano (1992), Mr. Vertigo (1994)... Approfondisci
Note legali