La tristezza ha il sonno leggero

Lorenzo Marone

Editore: TEA
Collana: Super TEA
Anno edizione: 2017
Formato: Tascabile
In commercio dal: 15 giugno 2017
Pagine: 373 p., Brossura
  • EAN: 9788850247707
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Erri Gargiulo ha due padri, una madre e mezza e svariati fratelli, È uno di quei figli cresciuti un po' qua e un po' là, un fine settimana dalla madre e uno dal padre, Sulla soglia dei quarant'anni è un uomo fragile e ironico, arguto ma incapace di scegliere e di imporsi, tanto emotivo e trattenuto che nella sua vita, attraversata in punta di piedi, Erri non esprime mai le sue emozioni ma le ricaccia nello stomaco, somatizzando tutto. Un giorno la moglie Matilde, con cui ha cercato per anni di avere un bambino, lo lascia dopo avergli rivelato di avere una relazione con un collega. Da quel momento Erri non avrà più scuse per rimandare l'appuntamento con la sua vita. E uno per uno deciderà di affrontare le piccole e grandi sfide a cui si è sempre sottratto: una casa che senta davvero sua, un lavoro che ama, un rapporto con il suo vero padre, con i suoi irraggiungibili fratelli e le sue imprevedibili sorelle. Imparerà così che per essere soddisfatti della vita dobbiamo essere pronti a liberarci del nostro passato, capire che noi non siamo quello che abbiamo vissuto e che non abbiamo alcun obbligo di ricoprire per sempre il ruolo affibbiatoci dalla famiglia. E quando la moglie gli annuncerà di essere incinta, Erri sarà costretto a prendere la decisione più difficile della sua esistenza...

€ 4,25

€ 5,00

Risparmi € 0,75 (15%)

Venduto e spedito da IBS

4 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Monica

    13/10/2018 14:01:31

    Il primo impatto non è stato dei migliori ma, dopo qualche pagina, quel "tornare indietro col pensiero" si apprezza molto perché rende la lettura più frizzante. I personaggi sono di diverso carattere e messi tutti insieme sono vincenti. Apprezzo molto anche il linguaggio molto scorrevole e quotidiano. Lo consiglio.

  • User Icon

    patrizia b.

    14/01/2018 15:11:13

    Letto volentieri. Meno bello della Tentazione di essere felici, ma decisamente migliore di Magari domani resto. La scrittura è abbastanza scorrevole, ma Marone dovrebbe allargarsi un po' fuori della sua amata Napoli

  • User Icon

    lodperlod

    15/10/2017 08:44:40

    Marone si cobferma un ottimo scrittore

  • User Icon

    Rosanna

    05/09/2017 07:44:20

    Imbarazzante. Dopo il felice esordio, Marone ci propone una storia noiosa che vorrebbe essere cosa? Uno squarcio sulle famiglie allargate? La vicenda di un inetto incapace di prendere una decisione? Una critica alle mamme autoritarie e ai padri assenti? Sembra una fiction di raiuno piena di luoghi comuni e situazioni che vorrebbero essere divertenti ma che non strappano neanche un sorriso. Insopportabile poi il continuo ricorso ai flashback che spezzano il racconto e spesso sono inutili. Sconsigliato.

  • User Icon

    Teresa Anania

    30/08/2017 07:57:52

    Erri Gargiulo, protagonista principale ed "io narrante" dell'intero romanzo. Un uomo alla soglia dei 40 anni con un nome "sbagliato", ed è proprio la sua intera esistenza ad essere analizzata attraverso l'uso di continui flashback. Traspare il forte bisogno di emancipazione da un passato che lo ha fatto sentire "diverso" già a partire dal nome. Tema predominante ma non principale, la famiglia allargata e le problematiche legate ai rapporti tra genitori, fratelli, fratellastri, affetti, gelosie, invidie, segreti, sentimenti mai rivelati e un'educazione a tratti rigida e anaffettiva. Un padre biologico assente, il cui principale insegnamento è stato quello dell'importanza della pace interiore calpestando le emozioni di ogni genere pur di ottenerla. Una madre dispotica e autoritaria che ha sempre imposto la propria volontà non perdendo occasione di denigrare l'ex marito. Un padre "acquisito" che riesce invece a rivestire brillantemente entrambi i ruoli. Una matrigna solare, spontanea e priva di pregiudizi che conquista il suo affetto. Nel momento in cui Erri viene tradito dalla moglie, inizia a fare i conti con se stesso, con la realtà che lo circonda, con i propri sogni e i propri desideri e, con l'innata incapacità di prendere qualunque decisione e di saper scegliere; ruolo rivestito sempre da altri , perchè ".....chi si preoccupa per te può fare molti più danni di chi a stento si accorge della tua presenza...." Un ritratto di vita familiare napoletana ricco di personaggi e personalità diverse le une dalle altre. Niente è scontato , ogni situazione viene analizzata sotto molti punti di vista e mai affidata al caso. La narrazione è fluida, accattivante, ironica, coinvolgente; un romanzo nel quale abbandoni il ruolo di lettore-spettatore per diventarne parte integrante. Induce a riflettere sulla vita con le sue mille sfaccettature, le occasioni perdute e la paura dei cambiamenti. Assolutamente consigliato!

  • User Icon

    Elena

    09/05/2017 15:34:29

    Ci ho messo un po' a leggere questo romanzo, non perché fosse pesante o brutto, anzi tutto il contrario. E' una storia che va assaporata, non un libricino da leggere in un paio di giorni e poi dimenticare. Scritto molto bene, ti viene voglia di sottolineare tante frasi importanti da tenere vicino e rileggere. Mi avevano detto grandi cose di Marone così ho voluto provare a leggere un suo libro e ora sono sicura che leggerò anche gli altri. Ottimo lavoro.

  • User Icon

    Betta

    09/02/2017 11:42:56

    Noioso. La prima parte è anche carina, da metà in poi non ce l'ho fatta più e non l'ho finito.

  • User Icon

    Paola

    26/09/2016 11:33:00

    libro scorrevole e piacevole, ben tratteggiati tutti i personaggi che ruotano intorno al protagonista e che danno "colore" alla trama. consigliata come lettura da "relax"

  • User Icon

    francesco v

    08/09/2016 17:38:25

    Passo indietro (anzi due) rispetto al libro precedente. Tentativo pallido di scrivere un libro che sia a tratti ironico (quasi mai) commovente (quasi mai) e saggio (mai). E poi starò anche diventando vecchio, ma se non sei Tolstoj e non stai scrivendo Guerra e Pace, mi sfugge l'utilità di inserire 20 personaggi cani compresi.

  • User Icon

    Sophie

    16/08/2016 21:00:18

    Buona lettura, ben scritto a tratti persino commovente. Bel personaggio in cerca di riscatto. Consigliato.

  • User Icon

    Robi

    19/07/2016 10:12:17

    Mi spiace dire che non mi sta proprio piacendo. Mi spiace perché sento che l'autore, lo sento tra le righe, è una bella persona. Mi spiace che il libretto non afferri nulla, non ci racconti neppure lo spirito di Napoli. Eppure, ci sarebbe molto da dire; ma i personaggi sembrano macchiette. Che peccato, tutto mi imporrebbe di chiuderlo, mancano poche pagine e voglio, con sacrificio, arrivare in fondo.

  • User Icon

    naus

    13/07/2016 15:40:48

    una cosa sola ha di bello questo libro: il nome del protagonista, Erri, conterraneo dell'autore e distante da lui anni luce. la trama è piuttosto scontata, senza mordente, piuttosto deludente e prevedibile. gli umori e i sentimenti non vengono mai sviscerati, approfonditi, così come per l'umorismo e l'ironia. solo accenni senza impegno. sconsigliatissimo

  • User Icon

    Carol

    11/07/2016 07:53:31

    Rispetto al precedente è meno originale e più furbetto: Marone usa troppe frasi ad effetto e confeziona piccoli aforismi che alla lunga tolgono un po' di smalto alla storia. Strizza molto l'occhio a Jonathan Tropper, anche se la storia è più breve e meno complessa di quelle scritte da questo autore americano. Do comunque un voto alto, perché è scritto bene, coinvolge, rilassa e fa riflettere, insomma una lettura leggera ma non banale. PS A chi scrive che ci sono troppi personaggi ed è difficile ricordarli tutti, chiedo: ma avete la memoria di un moscerino? Alla fine ci sono sì e no una decina di personaggi, tutti tra l'altro ben descritti e collegati fra loro: come si fa a fare confusione? Provate a leggere Cent'anni di solitudine e poi ne riparliamo.

  • User Icon

    isabella

    09/07/2016 22:28:59

    E' impossibile non identificarsi con almeno uno dei personaggi del libro. Uno spaccato di famiglia allargata, come tante ce ne sono oggi, vista con gli occhi di un bambino prima, adolescente poi adulto infine, con tutte le sue complicazioni, contraddizioni ed equilibrio instabile. Sembra davvero di essere presenti nella sera dell'incontro nella giostra di vite che si incrociano tutte legate dal sottile filo della famiglia. Il libro è a tratti ironico, a tratti romantico, a volte amaro e poi commovente. Tante frasi "di vita" da appuntarsi per ricordarle nelle situazioni difficili. Bello!

  • User Icon

    Sara

    19/06/2016 14:52:51

    Libro molto intenso, poetico e spiazzante. Una famiglia allargata raccontata con talento. Napoli e l andalusia sullo sfondo. Amici, amori, amanti e parenti. Un connubio perfetto x una storia che potrebbe essere diretta da ozpeteck in un film. Mi e' proprio piaciuto, alcune frasi le ho sottolineate. Consigliato.

  • User Icon

    valentina

    16/06/2016 08:42:55

    Parte bene, ma si dimentica subito qual è il cuore del romanzo: il rapporto con Matilde? O con Arianna? La sterilità di coppia? Le famiglie (molto) allargate? La storia di Erri? Niente di tutto ciò è secondo me abbastanza approfondito. I flashback creano solo confusione e alcuni personaggi sono poco caratterizzati: sembra che prendano una direzione ma si fermano immediatamente, come se quel passo apparente fosse servito a destare l'attenzione del lettore.

  • User Icon

    NADIA3

    31/05/2016 18:21:39

    Una storia senza storia fatta di piccoli siparietti con frasi ad effetto buone per i foglietti dei noti cioccolatini.Tanti personaggi troppo complicati per essere credibili e il protagonista un pò troppo insicuro e senza carattere.Si legge perchè la scrittura è scorrevole ma finisce lì.

  • User Icon

    Roberto

    26/05/2016 18:08:51

    I numerosi personaggi ed i flashback non riescono comunque a rendere questo libro interessante come mi aspettavo, soprattutto dopo il precedente. Alla fine poco o nulla, effettivamente, si compie. Speriamo nella prossima volta.

  • User Icon

    domenico

    15/05/2016 12:16:09

    Un tentativo non riuscito di replicare il successo del primo libro di questo autore. Non si può parlare di una trama poiché non esiste alcun filo conduttore che la faccia emergere. Solo episodi e pezzetti di vita di una strana, grande famiglia allargata. La narrazione è macchinosa, affollata di personaggi perlopiù inutili e farcita di banalità. A fatica ne ho ultimata la lettura. Sconsigliato.

  • User Icon

    erica berti

    11/05/2016 22:51:04

    Molto sopravvalutato. Manca una trama e c'è tanto, troppo autocompiacimento nello scovare le frasi a effetto, a epitaffio. Per carità, carino, ma niente di più.

Vedi tutte le 48 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione